Guida al Ciclismo e al Ciclotirusmo a Torino e in Piemonte

Leggi questo post in un'altra lingua:
Autore Alessandro 3 Giugno 2024
Blog Cover

Contenuti

  1. Guida al Ciclismo e al Ciclotirusmo a Torino e in Piemonte: premessa
  2. Disclaimer
  3. L’importanza del ciclismo nella Regione Piemonte
  4. I benefici del ciclismo
  5. Iniziative europee e finanziamenti UE
  6. Ciclismo urbano: per il lavoro e il tempo libero
    1. Per il lavoro
    2. Per il tempo libero
      1. Ciclismo per le vacanze: turismo sostenibile
      2. Immersione nel paesaggio locale
      3. Il ciclismo per vivere esperienze autentiche
  7. Spostarsi in bicicletta a Torino nelle Zone a Traffico Limitato
    1. Utilizzo delle ZTL di Torino per i ciclisti
      1. Accesso alle ZTL di Torino in bicicletta
      2. Comportamento in bicicletta nelle ZTL di Torino
    2. ZTL e percorsi ciclabili di Torino: risorse utili per i ciclisti
      1. Mappa interattiva delle ZTL
      2. Applicazioni con percorsi ciclabili
    3. Panoramica delle principali ZTL di Torino
      1. ZTL Centrale di Torino
      2. ZTL Valentino (Torino)
      3. ZTL San Salvario (Torino)
      4. ZTL Romana (Torino)
      5. ZTL Vanchiglia (Torino)
      6. Vantaggi del Ciclismo nelle ZTL
      7. Risorse aggiuntive per i ciclisti
    4. Piste Ciclabili di Torino: itinerari urbani e percorsi scenici (Aggiornato al 2024)
    5. Piste ciclabili Torino: itinerari principali
      1. Piste lungo il Po
      2. Corso Francia
      3. Percorso del Parco Ruffini
      4. Corona di Delizie
    6. Piste ciclabili Torino: itinerari secondari
      1. Pista ciclabile di via Nizza
      2. Pista ciclabile di via Bologna
      3. Pista ciclabile di corso Regina Margherita
    7. Parcheggi sicuri e infrastrutture per biciclette a Torino
    8. I migliori percorsi ciclabili vicinissimi a Torino (ciclostrade e strade banche)
      1. Parco del Valentino
      2. Piazza Castello e il Centro Storico
      3. Superga e la Collina Torinese
      4. Strada delle Colline del Po
      5. Torino - Collegno
      6. Ciclostrada Parco della Dora
      7. Torino - Alpignano
      8. Venaria Reale
      9. Percorsi della Mandria
      10. Corona di Delizie
      11. Corona Verde Stura
      12. Laghi di Avigliana
      13. Anello Ceronda Mountain Bike (ACM)
      14. Valle di Susa (Torino - Moncenisio)
      15. Torino - Collegno
      16. Val della Torre - La Mandria
      17. Val della Torre - Monte Musinè
      18. Val della Torre - Givoletto
      19. Monte Musinè
      20. Percorso delle Valli di Lanzo
    9. Itinerari ciclabili regionali e interregionali del Piemonte
      1. La Ciclovia del Po (Torino - Veneto)
      2. Il Canale Cavour (Torino - Vercelli - Novara)
      3. La Ciclovia del Ticino (Piemonte - Pavia)
      4. La Ciclovia del Lago Maggiore (Novara - Lombardia - Svizzera)
      5. La Ciclovia delle Risaie (Vercelli - Lombardia)
      6. La Ciclovia della Val Sesia (Novara - Vercelli)
      7. La Ciclovia del Toce (Verbania)
      8. La Ciclovia del Lago d’Orta (Novara)
      9. La Ciclovia del Chisone (Torino)
      10. La Via delle Risorgive (Torino - Cuneo)
      11. La Ciclovia del Maira (Cuneo)
      12. La Ciclovia della Valle Stura (Cuneo)
      13. La Via delle Bocchette (Cuneo)
      14. La Via del Sale
      15. La Via dei Mercanti (Torino - Liguria)
      16. La Strada del Vino del Monferrato (Asti - Alessandria)
      17. Percorso della Valle Bormida (Alessandria - Liguria)
      18. La Ciclovia del Tanaro (Cuneo)
      19. Ciclovia del Colle di Nava (Cuneo - Liguria)
      20. Ciclovia della Valle del Lys (Valle d’Aosta)
    10. Strade ciclabili del Vino nelle Langhe
      1. Strada del Barolo e dei Grandi Vini di Langa
      2. Strada del Barbaresco
      3. Strada del Moscato d’Asti
      4. Strada dei Vini d’Alba
      5. Strada del Dolcetto di Dogliani
    11. Altre strade ciclabili del vino del Piemonte
      1. Strada del Vino Canavese (Torino)
      2. Strada del Vino Erbaluce (Torino)
      3. Strada del Vino Freisa (Torino)
      4. Strada del Vino Carema (Torino)
      5. Strada Reale dei Vini Torinesi (Torino)
      6. Strada dei Vini Astigiani (Asti)
      7. Strada del Vino Monferrato Astigiano (Asti)
      8. Strada del Ruché di Castagnole Monferrato (Asti)
      9. Strada del Vino Terre Alfieri (Asti)
      10. Strada del Vino Astesana (Asti)
      11. Strada del Dolcetto di Ovada (Alessandria)
      12. Strada del Brachetto d’Acqui (Alessandria)
      13. Strada del Cortese di Gavi (Alessandria)
      14. Strada del Vino Colli Tortonesi (Alessandria)
      15. Strada del Vino Alto Monferrato (Alessandria)
      16. Strada del Vino delle Colline Novaresi (Novara)
      17. Strada del Vino Valsesia (Vercelli)
      18. Strada del Vino Lessona (Biella)
      19. Strada del Vino del Biellese (Biella)
    12. Parchi e laghi ciclabili della Provincia di Torino
      1. Parco Naturale del Musinè e dei laghi di Caselette (15 km da Torino)
      2. Parco Naturale di Stupinigi (20 km da Torino)
      3. Parco Naturale dei Laghi di Avigliana (25 km da Torino)
      4. Riserva Naturale della Vauda (30 km da Torino)
      5. Riserva Naturale del Parco La Mandria (25 km da Torino)
      6. Percorso della doppia serra (da Azeglio a Zimone) (30 km da Torino)
      7. Lago di Arignano (25 km da Torino)
      8. Lago di Candia (40 km da Torino)
    13. Parchi e laghi ciclabili della Provincia di Torino
      1. Parco Naturale dei Laghi di Ivrea (50 km da Torino)
      2. Lago di Viverone (60 km da Torino)
      3. Lago di Alice (50 km da Torino)
      4. Anello del Lago di Ravasanella / Rive Rossa (50 km da Torino)
      5. Lago di Bertignano (60 km da Torino)
      6. Lago di Meugliano (60 km da Torino)
      7. Valle Argentera (80 km da Torino)
      8. Lago di Ceresole Reale (65 km da Torino)
    14. Parchi e laghi ciclabili della Provincia di Cuneo
      1. Parco Fluviale Gesso e Stura (80 km da Torino)
      2. Parco Naturale del Gran Bosco di Salbertrand (80 km da Torino)
      3. Parco Naturale del Monviso (100 km da Torino)
      4. Parco Naturale della Val Troncea (100 km da Torino)
      5. Parco Naturale del Bosco dell’Alevè (140 km da Torino)
      6. Parco Naturale delle Alpi Marittime (130 km da Torino)
    15. Parchi e laghi ciclabili della Provincia di Alessandria
      1. Riserva Naturale della Palude di San Genuario (90 km da Torino)
      2. Riserva Naturale della Garzaia di Valenza (100 km da Torino)
      3. Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo (120 km da Torino)
    16. Parchi e laghi ciclabili della Provincia di Novara
      1. Parco Naturale della Palude di Casalbeltrame (100 km)
      2. Parco Naturale del Monte Fenera (110 km)
      3. Parco Naturale dei Lagoni di Mercurago (110 km)
    17. Parchi e laghi ciclabili della Provincia di Vercelli
      1. Parco Naturale della Bessa (60 km)
      2. Riserva Naturale Speciale della Partecipanza di Trino (70 km)
      3. Parco Naturale del Bosco delle Sorti della Partecipanza di Trino (70 km)
      4. Riserva Naturale del Parco Lame del Sesia (70 km)
      5. Riserva Naturale delle Baragge (70 km)
      6. Riserva Naturale Speciale del Sacro Monte di Belmonte (80 km)
    18. Parchi e laghi ciclabili della Provincia di Biella
      1. Parco Naturale del Lago di Viverone (70 km)
      2. Riserva Naturale Speciale del Parco Burcina “Felice Piacenza” (90 km)
      3. Riserva Naturale di Fontana Gigante (90 km)
    19. Parchi e laghi ciclabili della Provincia del Verbano-Cusio-Ossola
      1. Parco Naturale della Val Grande (140 km)
      2. Lago di Mergozzo (140 km)
      3. Riserva Naturale Speciale del Fondo Toce (150 km)
      4. Parco Naturale dell’Alpe Veglia e dell’Alpe Devero (180 km)
    20. Parchi e laghi ciclabili della Provincia di Asti
      1. Parco Naturale del Sacro Monte di Crea (70 km)
    21. Grandi itinerari ciclabili che passano per il Piemonte
      1. Ciclovia del Po (Torino - Veneto)
      2. La Ciclovia VenTo (Torino - Veneto)
      3. EuroVelo 7 / Strada del Sole (Malta - Italia - Norvegia)
      4. La Via Francigena della Val di Susa (Torino - Regno Unito)
      5. La Via Francigena del Passo del Gran San Bernardo (Torino - Regno Unito)
    22. Conclusione
      1. Riassunto dei punti principali
      2. Consigli finali per il ciclista
      3. Risorse utili e link per ulteriori informazioni
    23. Percorsi consigliati dal sito ufficiale della Città di Torino
      1. Mappa cicloturistica
      2. Da ponte a ponte nel Parco fluviale del Po
      3. Dall’aeroporto alla stazione passando per i campi
      4. Dalla città alla Venaria Reale
      5. La Ciclostura tra storia e natura
      6. Dalla Dora ai piedi del Musinè (Anello Pianezza)
      7. Anello naturalistico periurbano (Anello Collegno)
      8. Anello della collina morenica (Anello Rivoli)
      9. Tra boschi e centri storici (Rosta - Rivalta)
      10. La via dei Pellegrini (Rivoli - Buttigliera Alta)
      11. Corona Ovest (Grugliasco - Venaria)
      12. Tra boschi e centri storici (Rosta - Rivalta)
      13. Anello naturalistico periurbano (Anello Collegno)
      14. Salita al Monte San Giorgio
      15. Dai Monti Pelati al Lago di Candia
      16. I Monti Pelati
      17. Da Chivasso a Candia
      18. Anello tra lago e colline
      19. Pedalando intorno al Lago di Candia
      20. Chieri - Riva presso Chieri - S. Giovanni di Riva - Chieri
      21. Chieri - Riva presso Chieri - Poirino - Isolabella - Villanova - Chieri
      22. Chieri - Torino (Parco delle Vallere)
      23. Chieri - Pessione - Riva presso Chieri - Chieri
      24. Chieri - Carmagnola - Chieri
      25. Chieri - Riva presso Chieri - Pralormo
      26. Itinerario Carmagnola-Racconigi-Carmagnola
      27. Itinerario Carmagnola-Villastellone-Carignano
      28. Itinerario Carignano-Vinovo-La Loggia-Moncalieri
      29. Itinerario Carignano-Santena
      30. Itinerario Carignano-Villastellone-Carmagnola-Poirino
      31. Itinerario Santena-Cambiano-Pecetto Torinese
      32. Itinerario Santena-Cambiano-Chieri
      33. Itinerario Pecetto Torinese-Pino Torinese-Chieri
      34. Itinerario Chieri-Riva presso Chieri-Poirino
      35. Itinerario Riva presso Chieri-Arignano-Marentino
      36. Itinerario Poirino-Pralormo
      37. Itinerario Pralormo-Poirino-Carmagnola
      38. Anello Cavour - Bibiana
      39. Anello Cavour - Villafranca Piemonte
      40. Stupinigi - Cavour
      41. La Rocca di Cavour
      42. Anello Cavour - Campiglione Fenile
      43. Anello Campiglione Fenile - Cavour
    24. Appendice
      1. Mappe dettagliate dei percorsi
      2. Suggerimenti per la manutenzione della bicicletta
    25. Ringraziamenti

Benvenuti nella guida completa al ciclismo e al cicloturismo a Torino e in Piemonte, una risorsa dettagliata per chiunque desideri esplorare questa scenografica regione culturale su due ruote.

In questa guida, scoprirete i percorsi e le mete imperdibili e pratici consigli per sfruttare al meglio il vostro viaggio in bicicletta, sia per necessità quotidiane che per il puro piacere di pedalare.

Guida al Ciclismo e al Ciclotirusmo a Torino e in Piemonte: premessa

  • Il contenuto di questo articolo è fornito esclusivamente a scopo informativo e potrebbe contenere errori, imprecisioni o omissioni. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali danni derivanti dall'uso delle informazioni qui riportate. L'utente riconosce che l'articolo è destinato esclusivamente alla lettura e non deve essere considerato come consulenza professionale o tecnica. L'uso delle informazioni è a proprio rischio e discrezione.
  • Negli articoli di Gemscovery possono essere presenti sponsorizzazioni di aziende di cui abbiamo una conoscenza diretta e link di affiliazione Amazon. - Effettuando l'acquisto dei prodotti dai link di affiliazione il prezzo per te rimarrà invariato e sosterrai Gemscovery! - Nel caso di sponsorizzazioni i nostri consigli si basano sulla qualità e sulla conoscenza approfondita dell'azienda. Non sponsorizziamo ogni genere di attività, ma solo quelle allineate ai nostri valori e che riteniamo meritevoli della tua fiducia.
  • Utilizziamo gli importi ricevuti per sostenere la nostra opera esplorativa e divulgativa.

Disclaimer

Le informazioni contenute in questa Guida al ciclismo a Torino e in Piemonte sono fornite a scopo puramente informativo. Sebbene ci siamo impegnati per garantire l’accuratezza e la completezza dei contenuti, non possiamo garantire che tutte le informazioni siano aggiornate, corrette e prive di errori. Le condizioni delle piste ciclabili, delle infrastrutture e dei servizi possono variare e subire modifiche senza preavviso.

Pertanto, si consiglia vivamente agli utenti di verificare autonomamente tutte le informazioni qui contenute prima di intraprendere qualsiasi attività descritta. Le verifiche dovrebbero includere, ma non limitarsi a, consultare fonti ufficiali, contattare direttamente i fornitori dei servizi, controllare le condizioni meteorologiche e stradali, e aggiornarsi su eventuali regolamenti o restrizioni in vigore.

Il presente documento non costituisce in alcun modo una garanzia, espressa o implicita, riguardo la sicurezza, l’idoneità o la disponibilità di qualsiasi percorso, struttura o servizio menzionato. Gli autori e i distributori di questa guida non saranno in alcun caso responsabili per danni diretti, indiretti, incidentali, consequenziali o di altro tipo, derivanti dall’uso delle informazioni contenute nel presente documento. Ciò include, ma non si limita a, danni per lesioni personali, perdita di dati o di profitto, interruzione dell’attività commerciale, o altri danni derivanti dall’utilizzo o dall’incapacità di utilizzare le informazioni fornite.

Utilizzando questa guida, l’utente accetta di esonerare e sollevare da qualsiasi responsabilità gli autori e i distributori della guida stessa, rinunciando a qualsiasi diritto di rivendicazione o richiesta di risarcimento per eventuali danni o perdite subiti in relazione all’uso delle informazioni qui presenti.

Invitiamo gli utenti a esercitare sempre prudenza e giudizio personale quando si affidano alle informazioni fornite e a consultare professionisti qualificati e fonti ufficiali per ulteriori consigli e conferme.

Grazie per la vostra attenzione e comprensione.

L’importanza del ciclismo nella Regione Piemonte

Anche grazie ai numerosi vantaggi che offre, il ciclismo a Torino e in Piemonte sta guadagnando sempre più popolarità: migliora la salute, rispetta l’ambiente e offre un’alternativa economica e sociale al trasporto motorizzato.

ciclismo nella Regione Piemonte
ciclismo nella Regione Piemonte

Le amministrazioni locali hanno investito significativamente in infrastrutture dedicate per rendere il ciclismo un’opzione sempre più accessibile e sicura.

I benefici del ciclismo

Dal punto di vista della salute, pedalare attraverso questa regione migliora la forma fisica e riduce il rischio di malattie croniche, offrendo un modo sano e divertente di esplorare il territorio. Ad esempio, percorrere i sentieri delle Langhe non solo permette di godere dei panorami mozzafiato, ma anche di mantenersi attivi, migliorando la resistenza cardiovascolare e rafforzando i muscoli. Inoltre, l’aria fresca e pulita delle montagne piemontesi, come quelle del Parco Nazionale del Gran Paradiso, offre un beneficio aggiuntivo per i polmoni e il benessere generale.

Sentieri delle Langhe
Sentieri delle Langhe

Dal punto di vista ambientale, l’utilizzo della bicicletta contribuisce significativamente a ridurre le emissioni di CO2 e a diminuire l’inquinamento urbano. Questo rende il ciclismo una scelta ecologica per visitare le città e i borghi del Piemonte, preservando allo stesso tempo la bellezza naturale della regione. Un tour in bicicletta lungo le sponde del fiume Po evita l’uso di veicoli a motore e permette di apprezzare la flora e la fauna locali senza generare inquinamento. Nei centri storici di città come Torino, pedalare anziché guidare l’auto aiuta a mantenere l’aria più pulita, rendendo l’ambiente urbano più vivibile per residenti e turisti.

In termini economici, il ciclismo può ridurre quasi a zero le spese di trasporto e decongestionare il traffico, rendendo gli spostamenti più efficienti e meno costosi. I visitatori che scelgono di esplorare il Piemonte in bicicletta possono beneficiare di un’esperienza turistica più accessibile e sostenibile. Ad esempio, attraversare in bicicletta le colline del Monferrato non richiede costi di carburante o parcheggio, e permette di evitare i problemi di traffico che possono verificarsi nelle zone turistiche più frequentate. Inoltre, l’assenza di spese di trasporto permette ai cicloturisti di destinare il proprio budget ad altre esperienze locali, come degustazioni di vini o visite ai musei.

Infine, dal punto di vista sociale, il ciclismo favorisce la connessione comunitaria e promuove uno stile di vita attivo. Pedalare attraverso le pittoresche colline e i caratteristici villaggi piemontesi permette di incontrare persone locali, condividere esperienze e creare legami, contribuendo a una maggiore coesione sociale e a un senso di appartenenza alla comunità. Ad esempio, partecipare a una pedalata di gruppo organizzata lungo le Strade del Vino permette di conoscere altri appassionati di ciclismo, scambiare consigli e storie di viaggio, e creare amicizie durature. Inoltre, fermarsi nei piccoli borghi per acquistare prodotti locali o per un pasto in una trattoria tipica, favorisce l’interazione con gli abitanti, arricchendo l’esperienza turistica e supportando l’economia locale.

Iniziative europee e finanziamenti UE

La strategia ciclistica europea mira a raddoppiare l’utilizzo della bicicletta entro il 2030, con fondi specifici destinati a migliorare e espandere le reti ciclabili. Questo ambizioso obiettivo è supportato da un impegno significativo in termini di risorse finanziarie e politiche volte a promuovere una mobilità più sostenibile e rispettosa dell’ambiente. La strategia si inserisce in un contesto più ampio di politiche europee finalizzate a ridurre le emissioni di CO2 e a migliorare la qualità della vita nelle città.

Iniziative europee e finanziamenti UE
Iniziative europee e finanziamenti UE

In Piemonte, questa visione europea trova una concreta applicazione attraverso una serie di progetti innovativi e ambiziosi. Ad esempio, a Torino, il Progetto Biciplan sta rivoluzionando la mobilità urbana. Questo piano prevede la creazione di nuove piste ciclabili, il miglioramento delle infrastrutture ciclabili esistenti e l’implementazione di sistemi di bike-sharing efficienti e accessibili. L’obiettivo è quello di rendere la città non solo più verde, ma anche più vivibile per i suoi abitanti e attraente per i turisti. Il “Biciplan” include anche campagne di sensibilizzazione e educazione alla mobilità sostenibile, coinvolgendo scuole, aziende e comunità locali per promuovere l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto quotidiano.

L’influenza delle politiche europee non si limita alle aree urbane. Le splendide colline del Monferrato e delle Langhe beneficiano anch’esse di questi finanziamenti, con progetti specifici volti a sviluppare percorsi cicloturistici. Questi itinerari non solo valorizzano il paesaggio naturale e culturale del territorio, ma offrono anche un’alternativa sostenibile per esplorare queste rinomate regioni vinicole.

Percorrere in bicicletta i sentieri tra i vigneti permette di scoprire cantine storiche, degustare prodotti tipici e immergersi nella tranquillità della campagna piemontese, il tutto riducendo l’impatto ambientale.

Un esempio concreto di queste iniziative è il Progetto Bike Wine Tour, che combina l’amore per il ciclismo con la passione per l’enologia. Finanziato parzialmente da fondi europei, questo progetto crea percorsi ciclabili segnalati e attrezzati, con punti di sosta presso le cantine locali. I cicloturisti possono così godere di un’esperienza unica, pedalando tra panorami mozzafiato e degustando vini pregiati.

In sintesi, le iniziative europee e i finanziamenti UE stanno giocando un ruolo cruciale nel trasformare il Piemonte in una tra le regioni più all’avanguardia per quanto riguarda il cicloturismo e la mobilità sostenibile. Questi progetti non solo migliorano la qualità della vita dei residenti, ma attraggono anche un numero crescente di turisti e persone attente all’ambiente, contribuendo a un turismo più responsabile e sostenibile.

Ciclismo urbano: per il lavoro e il tempo libero

Nel contesto urbano, il ciclismo sta diventando una scelta sempre più popolare sia per gli spostamenti quotidiani verso il lavoro sia per il tempo libero. Torino e altre città del Piemonte stanno investendo notevolmente in infrastrutture ciclabili, riconoscendo i numerosi vantaggi che questo mezzo di trasporto può offrire.

Per il lavoro

Una delle principali motivazioni per scegliere la bicicletta per gli spostamenti quotidiani è la riduzione dei tempi di percorrenza. Le piste ciclabili ben sviluppate permettono di evitare il traffico congestionato, rendendo il tragitto per il lavoro non solo più veloce, ma anche più piacevole.

Spostarsi in bicicletta a Torino
Spostarsi in bicicletta a Torino

Immaginate di poter attraversare la città senza dover rimanere bloccati nei soliti ingorghi del mattino, pedalando invece lungo percorsi dedicati che vi portano direttamente a destinazione. Questo non solo migliora l’umore e la salute, ma consente anche un notevole risparmio di tempo.

Molte aziende stanno riconoscendo questi vantaggi e offrono incentivi aziendali per incoraggiare i dipendenti a utilizzare la bicicletta. Questi incentivi possono includere parcheggi sicuri per le biciclette, spogliatoi con docce per chi desidera rinfrescarsi prima di iniziare la giornata lavorativa, e persino contributi economici per l’acquisto o la manutenzione delle biciclette.

Alcune aziende pionieristiche stanno andando oltre, implementando programmi di bike-sharing aziendale e organizzando eventi ciclistici per promuovere la cultura del ciclismo tra i dipendenti.

Per il tempo libero

Quando si tratta di tempo libero, il ciclismo urbano offre una miriade di opportunità per l’esplorazione e lo svago. La ricca rete di percorsi ciclabili di Torino e delle altre città piemontesi consente di scoprire il territorio in modo approfondito e rilassante. Che si tratti di una pedalata attraverso i parchi cittadini o di un’avventura lungo i sentieri rurali che si estendono fino alle colline circostanti, la bicicletta offre un modo unico di connettersi con l’ambiente circostante.

Ciclismo per il tempo libero
Ciclismo per il tempo libero

Torino, in particolare, è circondata da numerosi parchi e aree verdi ideali per le gite in bicicletta. I parchi come il Parco del Valentino, con i suoi giardini e i suoi percorsi lungo il Po, offrono un’oasi di tranquillità nel cuore della città. Al di fuori del centro urbano, le colline del Monferrato e delle Langhe sono facilmente accessibili in bicicletta, offrendo scenari mozzafiato e una fuga dal ritmo frenetico della vita cittadina. Questi spazi verdi sono perfetti per combinare sport, relax e un’immersione nella natura.

Ciclismo per le vacanze: turismo sostenibile

Il ciclismo non è solo un’opzione ideale per gli spostamenti quotidiani, ma rappresenta anche una modalità eccellente per spostarsi e vivere le vacanze, soprattutto per chi cerca un turismo sostenibile e per chi vuole davvero gustarsi l’esplorazione. Esplorare il Piemonte in bicicletta permette di immergersi completamente nel paesaggio locale e di vivere esperienze autentiche e memorabili.

Immersione nel paesaggio locale

Le strade meno battute del Piemonte sono perfette per chi cerca un turismo rispettoso dell’ambiente. Pedalando tra i vigneti, i boschi e i borghi storici, i turisti possono scoprire angoli nascosti e godere di panorami che altrimenti rimarrebbero inaccessibili. La bicicletta permette di muoversi a un ritmo che consente di apprezzare appieno la bellezza del territorio, fermandosi quando lo si desidera per ammirare un panorama, visitare una cantina vinicola o semplicemente godersi un momento di tranquillità in mezzo alla natura.

Immersione nel paesaggio locale
Immersione nel paesaggio locale

Un esempio emblematico di questo tipo di turismo è rappresentato dai percorsi ciclabili che attraversano le colline delle Langhe e del Monferrato, terre di vini pregiati e paesaggi incantevoli. Qui, i ciclisti possono pedalare lungo strade tranquille che serpeggiano tra i vigneti, con la possibilità di fermarsi presso le cantine per degustazioni e visite guidate. Questo tipo di turismo offre un’esperienza lenta e contemplativa, in netto contrasto con il turismo di massa, e permette di entrare in contatto diretto con la cultura e le tradizioni locali.

Il ciclismo per vivere esperienze autentiche

Il ciclismo permette un contatto diretto con la cultura locale, offrendo la possibilità di fermarsi in luoghi altrimenti inaccessibili ai grandi flussi turistici. Lungo i percorsi ciclabili, i turisti possono incontrare gli abitanti del luogo, scoprire piccole trattorie dove gustare la cucina tipica piemontese e partecipare a eventi locali che riflettono l’autentica vita del territorio.

Questo tipo di viaggio non solo arricchisce l’esperienza del turista, ma contribuisce anche a sostenere le economie locali, creando un impatto positivo duraturo.

Che si tratti di spostarsi per lavoro, di godersi il tempo libero o di vivere una vacanza indimenticabile, il ciclismo offre innumerevoli benefici e opportunità. La combinazione di infrastrutture ben sviluppate, politiche incentivanti e scenari naturali mozzafiato rende il Piemonte una destinazione ideale per i ciclisti di tutto il mondo.

La presente guida all’esplorazione del piemonte in bicicletta mira a fornire tutte le informazioni necessarie per sfruttare al meglio la bicicletta come mezzo di scoperta e trasporto, esplorando Torino e il Piemonte in modo sostenibile, salutare e gratificante.

Non sei esperto e vuoi imparare tutto ciò che c’è da sapere sul cicloturismo? Potrebbe interessarti la guida completa alle diverse forme di cicloturismo.

Spostarsi in bicicletta a Torino nelle Zone a Traffico Limitato

Le Zone a Traffico Limitato (ZTL) rappresentano un elemento chiave nella strategia di Torino e di altre città piemontesi per promuovere il cicloturismo e la mobilità sostenibile. Queste aree - grazie ad un accesso ai veicoli motorizzati fortemente regolato - si trasformano in paradisi per i ciclisti, offrendo loro vie più sicure e serene, lontane dal trambusto tipico delle zone urbane più trafficate.

Ciclismo nelle zone a traffico limitato
Ciclismo nelle zone a traffico limitato

Le Zone a Traffico Limitato (ZTL) di Torino sono designate per ridurre il traffico veicolare, migliorare la qualità dell’aria e rendere le strade più sicure e accessibili per i pedoni e i ciclisti.

Utilizzo delle ZTL di Torino per i ciclisti

Accesso alle ZTL di Torino in bicicletta

Prima di pianificare il vostro itinerario, è fondamentale verificare le condizioni di accesso alle ZTL. I cartelli all’ingresso di queste zone forniscono informazioni cruciali su eventuali restrizioni orarie o limitazioni durante eventi speciali. La maggior parte delle ZTL è aperta ai ciclisti, ma è sempre meglio controllare per evitare sorprese.

Comportamento in bicicletta nelle ZTL di Torino

Anche all’interno delle ZTL, i ciclisti devono aderire alle norme del codice della strada. È essenziale dare la precedenza ai pedoni, seguire le indicazioni e le segnaletiche stradali, e mantenere una velocità moderata per garantire la sicurezza di tutti gli utenti della strada.

ZTL e percorsi ciclabili di Torino: risorse utili per i ciclisti

Mappa interattiva delle ZTL

Il sito del Comune di Torino offre una mappa interattiva che delinea chiaramente tutte le ZTL, fornendo agli utenti una risorsa preziosa per pianificare percorsi ottimali attraverso la città.

Applicazioni con percorsi ciclabili

Piattaforme come Komoot e Strava possono rivelarsi strumenti molto comodi per i ciclisti urbani. Queste applicazioni non solo suggeriscono itinerari sicuri e interessanti attraverso le ZTL e oltre, ma permettono anche di scoprire percorsi meno noti, come quelli su strade bianche, ideali per chi cerca un’esperienza di ciclismo più avventurosa.

Attraverso l’utilizzo intelligente delle ZTL e il rispetto delle normative locali, i ciclisti possono godere appieno delle bellezze di Torino e del Piemonte, esplorando in modo sostenibile e salutare. Questa guida spera di fornire tutte le informazioni necessarie per trasformare ogni uscita in bicicletta in un’esperienza memorabile e gratificante.

Panoramica delle principali ZTL di Torino

ZTL Centrale di Torino

La ZTL Centrale di Torino si estende nel cuore storico di Torino, circondando gioielli architettonici e culturali come Piazza Castello, il Duomo di Torino, e i principali musei. È un’area ideale per gli amanti della storia e della cultura che preferiscono esplorare la città a ritmo lento e su due ruote.

ZTL Valentino (Torino)

Il Parco del Valentino, incluso nella ZTL Valentino, è una vera oasi urbana che segue le rive del fiume Po. Completamente chiuso al traffico motorizzato, offre percorsi idilliaci ideali per famiglie, sportivi e chiunque desideri immergersi nella natura senza allontanarsi dal centro cittadino.

ZTL San Salvario (Torino)

San Salvario è noto per la sua vivace scena culturale e gastronomica. La ZTL di San Salvario permette ai ciclisti di navigare tra caffè, gallerie d’arte e ristoranti con facilità e sicurezza, facendo di questa zona un punto di riferimento per il turismo urbano su due ruote.

ZTL Romana (Torino)

La ZTL Romana di Torino copre una parte del centro città che include diverse vie storiche e mercati. È particolarmente apprezzata dai ciclisti per la sua atmosfera tranquilla e di classe e la ridotta presenza di veicoli motorizzati.

ZTL Vanchiglia (Torino)

La ZTL Vanchiglia di Torino, situata sulla riva orientale del fiume Po, è rinomata per i suoi atelier artistici e caffè culturali. La ZTL Vanchiglia facilita l’accesso sicuro ai ciclisti, permettendo loro di esplorare questa zona dinamica senza preoccuparsi del traffico pesante.

Vantaggi del Ciclismo nelle ZTL

  1. Sicurezza migliorata: la limitazione del traffico veicolare nelle ZTL riduce significativamente il rischio di incidenti per i ciclisti, creando un ambiente più sicuro per tutti. I ciclisti possono viaggiare con meno stress e maggiore sicurezza, specialmente nelle aree dense di pedoni.
  2. Accesso privilegiato: le ZTL offrono ai ciclisti l’opportunità di accedere a zone centrali e turistiche della città che potrebbero essere altrimenti congestionate e meno accessibili con altri mezzi. Questo accesso facilitato rende la bicicletta un’opzione estremamente conveniente per il turismo urbano e le commissioni quotidiane.
  3. Migliore qualità dell’aria: con la riduzione del traffico veicolare, le ZTL godono di una qualità dell’aria superiore rispetto ad altre parti della città. I ciclisti possono quindi godere di un ambiente più salubre mentre si spostano, contribuendo allo stesso tempo a non peggiorare l’inquinamento.
  4. Incentivi e supporto: molte ZTL sono dotate di infrastrutture a supporto dei ciclisti, come parcheggi per biciclette, stazioni di riparazione e segnaletica dedicata. Questi servizi non solo migliorano l’esperienza ciclistica ma incentivano anche l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto principale.
  5. Esperienza di viaggio piacevole: viaggiare in bicicletta nelle ZTL permette di apprezzare l’architettura, i paesaggi urbani e l’atmosfera delle città senza il rumore e l’interruzione del traffico pesante. Questo rende il ciclismo non solo un mezzo di trasporto ma un’esperienza turistica arricchente.

Risorse aggiuntive per i ciclisti

Per facilitare ulteriormente l’accesso e la navigazione nelle ZTL, il Comune di Torino ha sviluppato un’applicazione mobile che fornisce informazioni in tempo reale sulle zone accessibili, oltre a dettagli sulle eventuali restrizioni temporanee. Le mappe interattive e le app di navigazione come Google Maps e Strava sono aggiornate regolarmente per riflettere queste zone, assicurando che i ciclisti possano pianificare i loro percorsi con facilità.

Queste informazioni dimostrano come il ciclismo nella maggior parte delle ZTL di Torino non solo è permesso ma è fortemente incoraggiato, grazie ai numerosi vantaggi che offre sia in termini di mobilità personale che di beneficio collettivo.

Piste Ciclabili di Torino: itinerari urbani e percorsi scenici (Aggiornato al 2024)

Torino continua a sviluppare e migliorare la sua rete di piste ciclabili, rendendo la città sempre più accessibile per i ciclisti. Ecco una panoramica aggiornata delle principali piste ciclabili, complete di dettagli sui percorsi, punti di interesse e lunghezza totale.

Piste ciclabili Torino: itinerari principali

Piste ciclabili della città di Torino
Piste ciclabili della città di Torino

Piste lungo il Po

  • Inizio: Parco del Valentino
  • Fine: Parco Colletta
  • Lunghezza: circa 15 km
  • Descrizione: Questo percorso segue le rive del fiume Po, offrendo viste panoramiche e passando attraverso parchi importanti come il Parco del Valentino, famoso per il suo castello, e il Parco Colletta. Ideale per chi desidera un tragitto tranquillo e scenografico.

Corso Francia

  • Inizio: Piazza Statuto
  • Fine: Collegno
  • Lunghezza: circa 8 km
  • Descrizione: un viale storico che collega il centro città con i sobborghi occidentali. Attraversa quartieri residenziali e commerciali, offrendo accesso a numerose piazze e aree verdi.

Percorso del Parco Ruffini

  • Inizio: Parco Ruffini
  • Fine: Parco della Pellerina
  • Lunghezza: circa 5 km
  • Descrizione: un percorso che collega due grandi parchi urbani attraverso corsi principali come Corso Monte Cucco e Corso Lecce, ideale per attività ricreative e spostamenti quotidiani.

Corona di Delizie

  • Lunghezza: 90 km
  • Descrizione: un circuito che collega le residenze reali sabaude e i parchi metropolitani. Include luoghi come la Reggia di Venaria, la Palazzina di Caccia di Stupinigi e il Castello del Valentino, offrendo un viaggio tra storia e natura.

Piste ciclabili Torino: itinerari secondari

Pista ciclabile di via Nizza

  • Inizio: Porta Nuova
  • Fine: Lingotto
  • Lunghezza: circa 4 km
  • Descrizione: collega il centro città con il quartiere Lingotto, noto per il Centro Congressi e il Museo dell’Automobile, attraversando una delle principali arterie commerciali di Torino.

Pista ciclabile di via Bologna

  • Inizio: Piazza della Repubblica
  • Fine: Parco della Colletta
  • Lunghezza: circa 5 km
  • Descrizione: offre un collegamento diretto tra il centro storico e il Parco della Colletta, passando per quartieri residenziali e aree commerciali.

Pista ciclabile di corso Regina Margherita

  • Inizio: Corso Tassoni
  • Fine: Parco della Pellerina
  • Lunghezza: circa 4 km
  • Descrizione: un percorso che attraversa diversi quartieri residenziali, offrendo accesso diretto al Parco della Pellerina, uno dei più grandi della città.

Parcheggi sicuri e infrastrutture per biciclette a Torino

Torino ha investito significativamente nelle infrastrutture per garantire la sicurezza delle biciclette e promuovere una mobilità sostenibile. La città, riconoscendo l’importanza del ciclismo urbano, ha implementato diverse soluzioni per facilitare l’uso della bicicletta sia per i residenti che per i turisti.

Bike sharing a Torino
Bike sharing a Torino

Una delle principali iniziative riguarda i parcheggi per biciclette, diffusi capillarmente in tutta la città. Questi parcheggi sono progettati per offrire strutture di fissaggio sicure presso scuole, uffici pubblici, stazioni ferroviarie e aree commerciali. Ad esempio, in prossimità delle scuole, i parcheggi permettono agli studenti di lasciare la propria bicicletta in un luogo sicuro, promuovendo l’uso della bici come mezzo di trasporto quotidiano fin dalla giovane età. Tuttavia, a causa della frequenza di furti di biciclette e delle loro parti, si consiglia di non lasciare biciclette costose in questi parcheggi. È preferibile utilizzare bici di basso valore, idealmente da circa 30 euro, senza componenti facilmente rimovibili. Inoltre, è fondamentale bloccare sia il telaio che le ruote per ridurre il rischio di furti.

Un altro elemento chiave delle infrastrutture ciclabili di Torino è il servizio di bike-sharing [TO]Bike. Questo sistema mette a disposizione numerose stazioni di bike-sharing distribuite strategicamente in tutta la città, facilitando l’accesso alle biciclette per brevi tragitti urbani. [TO]Bike rappresenta una soluzione pratica e conveniente per chi desidera muoversi velocemente senza preoccuparsi del parcheggio o della manutenzione della propria bicicletta. Tuttavia, è importante notare che il vandalismo è un problema significativo per le e-bike di questo servizio. Nonostante ciò, il bike-sharing favorisce l’uso della bicicletta anche tra coloro che non possiedono una bici, aumentando così il numero di ciclisti in città e contribuendo alla riduzione del traffico.

Le rastrelliere sono un’altra componente fondamentale del piano ciclistico di Torino. Disponibili in prossimità di scuole, uffici pubblici e stazioni ferroviarie, queste strutture offrono un modo sicuro per parcheggiare le biciclette durante la giornata. La loro presenza capillare rende il ciclismo una scelta pratica e sicura, incoraggiando più persone a utilizzare la bicicletta per i propri spostamenti quotidiani. Tuttavia, come per i parcheggi, è essenziale adottare precauzioni aggiuntive. Si consiglia di utilizzare bici economiche e di bloccare non solo il telaio ma anche le ruote per prevenire i furti di parti.

Per coloro che necessitano di un livello di sicurezza ancora maggiore, Torino offre depositi custoditi situati in diverse zone centrali e presso le principali stazioni ferroviarie, come Porta Susa e Porta Nuova. Questi depositi garantiscono una protezione superiore contro i furti, offrendo un ambiente controllato e monitorato dove lasciare la propria bicicletta. Questa soluzione è particolarmente apprezzata dai pendolari che lasciano la bicicletta per periodi prolungati e dai turisti che desiderano esplorare la città con meno preoccupazioni.

Le stazioni di servizio per biciclette rappresentano un ulteriore servizio di supporto per i ciclisti. In queste stazioni, i ciclisti possono effettuare piccole riparazioni, gonfiare le gomme e fare manutenzione alla propria bicicletta. La presenza di tali servizi facilita la gestione delle eventuali problematiche tecniche che possono sorgere durante l’uso quotidiano della bicicletta, aumentando la fiducia e la tranquillità dei ciclisti urbani.

In sintesi, Torino ha dimostrato un forte impegno nella promozione del ciclismo urbano attraverso l’implementazione di infrastrutture sicure e accessibili. Questi investimenti non solo migliorano la qualità della vita dei cittadini, ma attraggono anche turisti interessati a esplorare la città in modo sostenibile. Tuttavia, a causa della criminalità e degli spiacevoli atti di vandalismo, la sicurezza delle biciclette e la disponibilità delle ebike sono spesso compromesse, rendendo queste risorse meno affidabili tanto in città quanto nelle aree periferiche e nei paesi limitrofi.

Questa rete integrata di parcheggi, servizi di bike-sharing, rastrelliere, depositi custoditi e stazioni di servizio rende Torino un modello di eccellenza nella promozione della mobilità sostenibile, offrendo un’esperienza ciclistica sicura e piacevole per tutti.

I migliori percorsi ciclabili vicinissimi a Torino (ciclostrade e strade banche)

I seguenti percorsi ciclabili vicinissimi a Torino su ciclostrada e strade banche offrono un’ampia varietà di esperienze ciclistiche, dalle tranquille passeggiate in parco alle sfide più impegnative sulle colline e montagne circostanti. Ogni itinerario è pensato per valorizzare la bellezza naturale e storica del territorio torinese, permettendo ai ciclisti di esplorare la regione in modo sostenibile e salutare.

Parco del Valentino

  • Lunghezza: variabile, con molteplici percorsi interni
  • Inizio: Corso Massimo d’Azeglio
  • Fine: Corso Moncalieri
  • Descrizione: situato lungo le rive del Po, il Parco del Valentino è il parco cittadino più famoso di Torino. I percorsi ciclabili attraversano giardini ben curati, il suggestivo Borgo Medievale e il Castello del Valentino. È un luogo ideale per un’escursione rilassante e per godere della natura nel cuore della città.
  • Punti di Interesse: Borgo Medievale, Castello del Valentino, Giardini rocciosi, Orto Botanico.

Piazza Castello e il Centro Storico

  • Lunghezza: variabile
  • Inizio: Piazza Castello
  • Fine: Vari punti di interesse del centro storico
  • Descrizione: Piazza Castello è il cuore pulsante di Torino, circondata da edifici storici come Palazzo Reale e Palazzo Madama. Da qui, si possono esplorare in bicicletta i viali alberati e le numerose piazze del centro storico. È un punto di partenza ideale per scoprire la storia e la cultura di Torino.
  • Punti di Interesse: Palazzo Reale, Palazzo Madama, Teatro Regio, Via Roma, Piazza San Carlo.

Superga e la Collina Torinese

  • Lunghezza: Circa 8 km di salita
  • Inizio: Corso Casale
  • Fine: Basilica di Superga
  • Descrizione: la salita verso la Basilica di Superga è una sfida appassionante per i ciclisti. La basilica, situata sulla collina torinese, offre una vista spettacolare su Torino. Raggiungibile in bicicletta attraverso percorsi panoramici, è una meta imperdibile per chi ama le sfide in salita e i paesaggi mozzafiato.
  • Punti di Interesse: Basilica di Superga, Panorama di Torino, Sentieri naturalistici.

Strada delle Colline del Po

  • Inizio: Parco del Valentino, Torino
  • Fine: Superga
  • Lunghezza: circa 15 km
  • Descrizione: questo percorso inizia nel cuore di Torino, al Parco del Valentino, e segue il fiume Po verso est, attraversando parchi naturali e le suggestive colline del Po fino a raggiungere la Basilica di Superga. Il tragitto offre un mix di paesaggi urbani e naturali, con tratti panoramici che regalano viste spettacolari sulla città e sul fiume. È un percorso ideale per chi ama combinare l’escursionismo con l’esplorazione culturale e storica.
  • Punti di Interesse: Parco del Valentino, Borgo Medievale, Castello del Valentino, fiume Po, aree naturali lungo il Po, Basilica di Superga, viste panoramiche di Torino.

Torino - Collegno

  • Inizio: Torino
  • Fine: Collegno
  • Lunghezza: circa 8 km
  • Descrizione: il percorso ciclabile che collega Torino a Collegno è ideale per chi desidera un’escursione urbana tranquilla. Questa pista ciclabile ben segnalata attraversa diversi quartieri residenziali e aree verdi, offrendo un tragitto sicuro e piacevole. Collegno, con la sua ricca storia e le sue aree verdi, è una destinazione perfetta per una gita in bicicletta.
  • Punti di Interesse: Parco della Certosa Reale, Parco Generale dalla Chiesa, borgo antico di Collegno, Villaggio Leumann, numerose aree verdi e spazi ricreativi.

Ciclostrada Parco della Dora

  • Inizio: Collegno
  • Fine: Rivoli
  • Lunghezza: Circa 12 km
  • Descrizione: La ciclostrada del Parco della Dora offre un percorso piacevole e ben organizzato attraverso le aree urbane e verdi di Collegno, Pianezza, Alpignano e Rivoli. Questa pista ciclabile è ideale per i ciclisti di tutti i livelli, offrendo un tragitto sicuro e ben segnalato che attraversa parchi e lungo il fiume Dora Riparia. Il percorso è adatto sia per spostamenti quotidiani che per escursioni ricreative, fornendo accesso a diverse aree di interesse storico e naturale.

Torino - Alpignano

La cappella dei caduti di Alpignano
La cappella dei caduti di Alpignano
  • Inizio: Torino
  • Fine: Alpignano
  • Lunghezza: circa 10 km
  • Descrizione: Collegato a Torino attraverso piste ciclabili sicure, Alpignano è un punto di partenza ideale per esplorare le valli circostanti e godere di borghi e paesaggi unici.
  • Punti di Interesse: Collegamento diretto a Torino, punti panoramici, borghi nelle valli circostanti.

Venaria Reale

Venaria Reale
Venaria Reale
  • Lunghezza: variabile
  • Inizio: Centro di Venaria
  • Fine: Parco della Mandria
  • Descrizione: casa della Reggia di Venaria, questo percorso ciclabile offre la possibilità di esplorare uno dei complessi storici più belli del Piemonte. Il Parco della Mandria, che circonda la Reggia, offre aree di sosta, ampi giardini, aree picnic e la possibilità di avvistare animali selvatici.
  • Punti di Interesse: Reggia di Venaria, Parco della Mandria, Giardini e sentieri naturalistici.

Percorsi della Mandria

  • Lunghezza: Circa 20 km
  • Inizio: Venaria Reale
  • Fine: Parco della Mandria
  • Descrizione: questo percorso attraversa il vasto Parco della Mandria, collegando Venaria Reale con il Castello della Mandria. Ideale per chi ama pedalare immerso nella natura, il percorso offre viste panoramiche sui paesaggi naturali e storici del parco. Il Parco della Mandria è rinomato per i suoi ampi spazi verdi, aree picnic e la possibilità di avvistare animali selvatici. Durante il tragitto, i ciclisti possono godere di una varietà di flora e fauna, rendendo ogni viaggio unico e affascinante​.
  • Punti di Interesse: Reggia di Venaria, Castello della Mandria, aree naturalistiche, sentieri boschivi, punti di osservazione della fauna selvatica.

Corona di Delizie

  • Inizio e Fine: anello intorno a Torino
  • Lunghezza: più di 90 km
  • Descrizione: il percorso “Corona di Delizie” è un itinerario ciclabile che collega le residenze sabaude storiche attorno a Torino, inclusi luoghi come la Reggia di Venaria e il Castello di Rivoli. Il tracciato segue principalmente piste ciclabili esistenti, sentieri, strade rurali e greenways, attraversando paesaggi rurali e fluviali pittoreschi e patrimoni naturalistici, agricoli e storici. È adatto sia a ciclisti amatoriali che a famiglie, grazie alla sua sicurezza e tranquillità, rendendolo perfetto per godersi panorami sui parchi e le dimore storiche di Torino.
  • Punti di Interesse: Reggia di Venaria, Castello di Rivoli, paesaggi rurali e fluviali, patrimoni naturali e storici. Questo percorso fa parte del progetto strategico “Corona Verde”, realizzato dalla Regione Piemonte per valorizzare l’area metropolitana e collinare di Torino, migliorando la qualità della vita dei cittadini. Il percorso offre un’esperienza ciclistica sicura e piacevole, passando per le comunità dell’area occidentale di Torino come Rivoli, Alpignano, Pianezza, Druento, Collegno, Grugliasco e Venaria, che collaborano da anni su mobilità sostenibile e sviluppo locale. Per maggiori dettagli sul percorso e per aiutarti a pianificare meglio la tua gita, ti consiglio di utilizzare l’app mobile dedicata al percorso Corona di Delizie, che offre informazioni complete sui patrimoni culturali e naturali da visitare, sui servizi per i ciclisti, sull’ospitalità e sui prodotti locali.

Corona Verde Stura

Corona Verde Stura
Corona Verde Stura
  • Lunghezza: 26 km
  • Inizio: Torino
  • Fine: lungo il torrente Stura di Lanzo
  • Descrizione: un percorso che segue il torrente Stura di Lanzo, ideale per chi cerca un’escursione tra natura e storia. Attraversa aree verdi e zone di interesse storico, rendendolo perfetto per una gita giornaliera all’aperto.
  • Punti di Interesse: aree naturali lungo il torrente Stura, Parchi e riserve naturali.

Laghi di Avigliana

  • Lunghezza: circa 20 km
  • Inizio: Centro di Avigliana
  • Fine: Giro ad anello intorno ai laghi
  • Descrizione: un percorso circolare che circonda i laghi di Avigliana, ideale per un’escursione rilassante e panoramica. Perfetto per famiglie e ciclisti di tutti i livelli.
  • Punti di Interesse: Laghi di Avigliana, Parco Naturale dei Laghi di Avigliana.

Anello Ceronda Mountain Bike (ACM)

  • Lunghezza: circa 80 km
  • Inizio/Fine: varie località intorno alla Stura di Lanzo
  • Descrizione: un itinerario che attraversa i rilievi intorno alla Stura di Lanzo, offrendo viste panoramiche e un’esperienza varia per ciclisti esperti. È un percorso impegnativo che richiede una buona preparazione fisica.
  • Punti di Interesse: rilievi montuosi, panorami della Valle di Lanzo.

Valle di Susa (Torino - Moncenisio)

Valle di Susa
Valle di Susa
  • Lunghezza: circa 50 km
  • Inizio: Torino
  • Fine: Moncenisio
  • Descrizione: questo percorso inizia da Torino e attraversa Collegno, Alpignano, Caselette, Almese, Condove, Susa e Moncenisio. Ideale per chi ama le escursioni in bicicletta immersi nella natura e nella storia, offre una combinazione di strade asfaltate e sentieri sterrati, permettendo di esplorare paesaggi mozzafiato e borghi storici lungo il percorso.
  • Punti di Interesse: sentieri storici, paesaggi rurali, antichi borghi, Sacra di San Michele, città di Susa, paesaggi alpini del Moncenisio.

Torino - Collegno

Il parco dell'ex manicomio di Collegno
Il parco dell'ex manicomio di Collegno
  • Inizio: Torino
  • Fine: Collegno
  • Lunghezza: circa 8 km
  • Descrizione: il percorso ciclabile che collega Torino a Collegno è ideale per chi desidera un’escursione urbana tranquilla. Questa pista ciclabile ben segnalata attraversa diversi quartieri residenziali e aree verdi, offrendo un tragitto sicuro e piacevole. Collegno, con la sua ricca storia e le sue aree verdi, è una destinazione perfetta per una gita in bicicletta.
  • Punti di Interesse: Parco della Certosa Reale, Parco Generale dalla Chiesa, borgo antico di Collegno, numerose aree verdi e spazi ricreativi.

Val della Torre - La Mandria

  • Inizio: Val della Torre
  • Fine: Parco Naturale La Mandria (Venaria Reale)
  • Lunghezza: circa 18 km
  • Descrizione: questo percorso ciclabile su strada bianca attraversa le campagne tra Val della Torre, Brione, Pianezza, Druento o i boschi di Givoletto (a seconda del percorso che si sceglie) e il Parco Naturale La Mandria, da cui è eventualmente possibile proseguire fino a Torino. È perfetto per chi cerca un’esperienza immersa nella natura, con tratti di strada non asfaltata che offrono un senso di avventura e isolamento.
  • Punti di Interesse: paesaggi rurali, fauna locale, Parco Naturale La Mandria, Reggia di Venaria.

Val della Torre - Monte Musinè

Val della Torre
Val della Torre
  • Inizio: Val della Torre
  • Fine: Monte Musinè (Caselette)
  • Lunghezza: circa 10 km
  • Descrizione: questo percorso collega Val della Torre con il Monte Musinè attraverso strade bianche e sentieri sterrati. È ideale per gli amanti della mountain bike che cercano un itinerario impegnativo con splendide vedute panoramiche.
  • Punti di Interesse: viste panoramiche dal Monte Musinè, sentieri naturali, flora e fauna locale.

Val della Torre - Givoletto

  • Inizio: Val della Torre
  • Fine: Givoletto
  • Lunghezza: circa 12 km
  • Descrizione: un percorso ciclabile che collega Val della Torre a Givoletto, attraversando campi e boschi. Ideale per chi cerca un’escursione tranquilla e immersiva nella natura.
  • Punti di Interesse: paesaggi rurali, boschi, vista su Givoletto.

Monte Musinè

Monte Musinè visto da Buttigliera Alta
Monte Musinè visto da Buttigliera Alta
  • Inizio/Fine: Caselette
  • Lunghezza: variabile, percorsi ad anello intorno al Monte Musinè
  • Descrizione: area perfetta per escursioni in bicicletta, con percorsi che si snodano ai piedi del Monte Musinè, offrendo sfide moderate e panorami spettacolari.
  • Punti di Interesse: Monte Musinè, sentieri naturali, aree per picnic, panorami mozzafiato.

Percorso delle Valli di Lanzo

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Lanzo Torinese
  • Fine: Usseglio
  • Lunghezza: Circa 80 km
  • Descrizione: Attraversa le Valli di Lanzo, offrendo una varietà di paesaggi montani, boschi e villaggi caratteristici. Il percorso è impegnativo ma molto gratificante, con numerose opportunità per esplorare la natura e le tradizioni locali.
  • Punti di Interesse:
    • Riserva Naturale delle Valli di Lanzo: con sentieri escursionistici e fauna selvatica.
    • Usseglio: un borgo montano con viste spettacolari sulle Alpi.
    • Ponti medievali: esempi di architettura storica lungo il percorso.

Itinerari ciclabili regionali e interregionali del Piemonte

Vie ciclabili che collegano Torino con altre province del Piemonte.

La Ciclovia del Po (Torino - Veneto)

Percorso: Provincia di Torino, Provincia di Vercelli, Provincia di Alessandria, Regione Lombardia, Regione Emilia-Romagna, Regione Veneto

Descrizione La Ciclovia del Po fa parte della rete ciclabile nazionale Bicitalia e segue il corso del fiume Po attraverso il Piemonte. Questo percorso immersivo attraversa territori ricchi di biodiversità e borghi storici, offrendo ai ciclisti la possibilità di esplorare la natura e la cultura locale.

Percorso Completo
  1. Partenza da Torino: inizia dal centro di Torino lungo Corso Moncalieri seguendo il fiume Po.
  2. Torino - Chivasso: utilizza principalmente la Strada Statale 11 (SS11), seguendo le rive del Po.
  3. Chivasso - Casale Monferrato: prosegue lungo il fiume, attraversando ambienti naturali e borghi pittoreschi via la Strada Statale 31 (SS31).
  4. Casale Monferrato - Valenza: continua seguendo la Strada Provinciale 55 (SP55), attraversando paesaggi fluviali e storici.
  5. Valenza - Alessandria: conclude il percorso in Piemonte, dirigendosi verso Alessandria utilizzando la Strada Provinciale 30 (SP30).

Questo itinerario offre un percorso sicuro e piacevole, utilizzando piste ciclabili esistenti e strade locali, ideale per un’esperienza ciclistica rilassante e arricchente.

Il Canale Cavour (Torino - Vercelli - Novara)

Percorso: Provincia di Torino, Provincia di Vercelli, Provincia di Novara

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Chivasso
  • Fine: Novara
  • Descrizione: Il percorso segue il Canale Cavour, uno dei canali irrigui più importanti d’Italia. Attraversa paesaggi agricoli ricchi e piccoli borghi tra Chivasso e Novara, offrendo una vista unica sui territori coltivati del Piemonte. Questo percorso ciclabile è ideale per chi desidera esplorare la campagna piemontese, con una serie di tratti ben collegati che offrono sicurezza e belle viste panoramiche.
Percorso Completo
  1. Chivasso - Crescentino: il tratto inizia a Chivasso seguendo il Canale Cavour, passando attraverso campagne e piccole comunità rurali.
  2. Crescentino - Vercelli: continua lungo il canale, immerso in una vasta area agricola, ideale per chi cerca tranquillità e paesaggi naturali.
  3. Vercelli - Novara: conclude il percorso a Novara, seguendo sempre il canale attraverso le risaie tipiche della regione fino alla storica città di Novara.

La Ciclovia del Ticino (Piemonte - Pavia)

Percorso: Provincia di Pavia, Regione Lombardia, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Pavia
  • Fine: Sesto Calende (Varese)
  • Lunghezza: circa 120 km
  • Descrizione: La Ciclovia del Ticino segue il corso del fiume Ticino attraversando il Parco del Ticino, una delle aree naturali più importanti della Lombardia. Il percorso parte da Pavia e termina a Sesto Calende, passando per località di grande interesse storico e naturale come Somma Lombardo, Abbiategrasso e Vigevano. Lungo il tragitto, i ciclisti possono godere di paesaggi fluviali, boschi, e aree agricole. La pista ciclabile è in gran parte pianeggiante e adatta a ciclisti di tutti i livelli, offrendo anche numerosi punti di sosta e aree picnic.

La Ciclovia del Lago Maggiore (Novara - Lombardia - Svizzera)

Percorso: Provincia di Varese, Provincia di Novara, Regione Lombardia, Regione Piemonte, Regione Svizzera

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Sesto Calende
  • Fine: Laveno
  • Lunghezza: Circa 193.9 km
  • Descrizione: La Ciclovia del Lago Maggiore è un esteso percorso ciclabile che offre viste spettacolari lungo uno dei più grandi laghi d’Italia. Il percorso passa per note località turistiche come Stresa, Verbania, e Arona, e permette di esplorare attrazioni come giardini botanici e ville storiche. È un itinerario ideale per chi desidera combinare bellezze naturali con attrazioni culturali, circondato dai panorami mozzafiato del lago e delle montagne circostanti.
  • Punti di Interesse: Stresa, Verbania, Arona, panorami del lago, giardini botanici, e ville storiche.

La Ciclovia delle Risaie (Vercelli - Lombardia)

Percorso: Provincia di Vercelli, Provincia di Pavia, Regione Lombardia

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Vercelli
  • Fine: Pavia
  • Lunghezza: circa 70 km
  • Descrizione: La Ciclovia delle Risaie collega Vercelli a Pavia attraversando una delle aree agricole più importanti d’Italia, famosa per la coltivazione del riso. Il percorso è principalmente pianeggiante e si snoda tra campi di riso, canali irrigui e piccoli villaggi agricoli. Lungo la ciclovia, i ciclisti possono apprezzare l’importanza storica e culturale del riso nella regione, con la possibilità di visitare cascine storiche e musei dedicati all’agricoltura. La pista è adatta a tutti i livelli di ciclisti e offre numerose aree di sosta e punti di interesse naturale.

La Ciclovia della Val Sesia (Novara - Vercelli)

Percorso: Provincia di Vercelli, Provincia di Novara

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Varallo
  • Fine: Romagnano Sesia
  • Lunghezza: Circa 90 km
  • Descrizione: Questo percorso segue il corso del fiume Sesia, partendo da Varallo e terminando a Romagnano Sesia. Il tragitto offre un mix di paesaggi fluviali, boschi e villaggi caratteristici, rendendo il viaggio un’esperienza immersiva nella natura e nella cultura locale. Il terreno varia tra asfaltato e sterrato, con alcune sezioni in salita.
  • Punti di Interesse:
    • Varallo: sede del Sacro Monte di Varallo, patrimonio UNESCO.
    • Borgosesia: città con numerosi edifici storici e ponti medievali.
    • Riserva Naturale delle Baragge: un’area protetta che ospita una ricca biodiversità e paesaggi unici.

La Ciclovia del Toce (Verbania)

Percorso: Provincia di Verbania

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Fondotoce
  • Fine: Domodossola
  • Lunghezza: circa 48-49 km
  • Descrizione: La Ciclovia del Toce è un itinerario ciclabile che attraversa la Val d’Ossola, costeggiando il fiume Toce fino a raggiungere il Lago Maggiore. Il percorso parte dalla stazione ferroviaria di Fondotoce, attraversa diversi comuni e aree naturali protette, e termina a Domodossola. Lungo il tragitto si possono ammirare panorami variati che includono borghi storici, boschi, e campi fioriti, particolarmente spettacolari in primavera quando azalee, rododendri e camelie sono in piena fioritura. La pista ciclabile alterna tratti asfaltati a tratti sterrati, rendendola adatta a biciclette da montagna (MTB). Il percorso è di facile difficoltà e offre diverse attrazioni naturali e culturali, tra cui la Riserva Naturale Speciale di Fondotoce, l’Oasi Naturalistica Bosco Tenso, e borghi come Vogogna e Ornavasso.

La Ciclovia del Lago d’Orta (Novara)

Ciclovia del Lago d'Orta
Ciclovia del Lago d'Orta

Percorso: Provincia di Novara

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Orta San Giulio
  • Fine: Orta San Giulio (percorso ad anello)
  • Lunghezza: 40 km
  • Descrizione: Il percorso, noto come “Anello Azzurro”, offre viste panoramiche sul Lago d’Orta e i paesaggi circostanti. Partendo da Orta San Giulio, il percorso attraversa vari borghi tra cui Omegna, Pella, e ritorna a Orta San Giulio, toccando punti di interesse storico e naturalistico. È ideale per ciclisti di tutti i livelli, grazie alla sua combinazione di tratti asfaltati e sterrati, con qualche salita moderata.
  • Punti di Interesse:
    • Orta San Giulio: celebre per la sua piazza centrale e la Basilica di San Giulio, situata sull’Isola di San Giulio.
    • Omegna: nota per la Chiesa di San Bernardino e le passeggiate lungo il lago.
    • Villa Crespi: una villa in stile moresco situata a Orta, ora un rinomato ristorante.
    • Spiagge di Gozzano: ideali per una sosta rinfrescante.

La Ciclovia del Chisone (Torino)

La Ciclovia del Chisone (Torino)
La Ciclovia del Chisone (Torino)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Pinerolo
  • Fine: Sestriere
  • Lunghezza: Circa 70 km
  • Descrizione: Il percorso segue la valle del Chisone, partendo da Pinerolo e risalendo fino a Sestriere. Adatto per ciclisti esperti, presenta diverse salite e offre viste spettacolari sulle montagne circostanti.
  • Punti di Interesse:
    • Forte di Fenestrelle: una delle più grandi fortificazioni alpine d’Europa.
    • Borgo di Pragelato: con le sue case tradizionali e le piste da sci.
    • Stazione sciistica di Sestriere: una delle più famose località sciistiche italiane.

La Via delle Risorgive (Torino - Cuneo)

Percorso: Provincia di Torino, Provincia di Cuneo

  • Inizio: Airasca
  • Fine: Saluzzo
  • Lunghezza: circa 33 km
  • Descrizione: la Via delle Risorgive, seguendo l’ex tracciato ferroviario tra Airasca e Saluzzo, attraversa la campagna piemontese. È conosciuta per le sue risorgive, sorgenti naturali lungo il percorso, offrendo un’esperienza rilassante per gli amanti della natura. La pista è completamente asfaltata, adatta a tutti i tipi di biciclette.
  • Punti di Interesse: paesaggi agricoli, risorgive naturali, piccoli borghi e reperti della vecchia ferrovia.

La Ciclovia del Maira (Cuneo)

Ciclovia del Maira
Ciclovia del Maira

Percorso: Provincia di Cuneo

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Dronero
  • Fine: Acceglio
  • Lunghezza: Circa 80 km
  • Descrizione: Seguendo la valle del Maira, il percorso parte da Dronero e risale la valle fino a Acceglio. Offre paesaggi spettacolari e una ricca biodiversità, attraversando borghi antichi e aree naturali incontaminate.
  • Punti di Interesse:
    • Ponte del Diavolo a Dronero: un ponte storico con una vista incredibile.
    • Borgo di Acceglio: famoso per le sue case in pietra e la tranquillità.
    • Paesaggi alpini: con sentieri escursionistici e aree per il birdwatching.

La Ciclovia della Valle Stura (Cuneo)

Ciclovia Valle Stura
Ciclovia Valle Stura

Percorso: Provincia di Cuneo

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Cuneo
  • Fine: Demonte
  • Lunghezza: circa 35 km
  • Descrizione: La Ciclovia della Valle Stura si sviluppa lungo il fiume Stura di Demonte, partendo da Cuneo e terminando a Demonte. Il percorso attraversa paesaggi montani spettacolari, includendo boschi, prati e piccoli borghi caratteristici. È una pista ciclabile di difficoltà moderata, ideale per gli amanti della natura e della montagna, con la possibilità di fare deviazioni per esplorare sentieri escursionistici e punti panoramici lungo la valle.

La Via delle Bocchette (Cuneo)

La Via delle Bocchette (Cuneo)
La Via delle Bocchette (Cuneo)

Percorso: Provincia di Cuneo

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Entracque
  • Fine: Vinadio
  • Lunghezza: Circa 80 km
  • Descrizione: Un percorso alpino che attraversa le Bocchette, offrendo scenari spettacolari delle Alpi Marittime. Questo tracciato è impegnativo e richiede una buona preparazione fisica. È ideale per chi ama la montagna e i paesaggi mozzafiato.
  • Punti di Interesse:
    • Parco Naturale delle Alpi Marittime: con i suoi sentieri e rifugi.
    • Vinadio: con il suo forte e le terme.
    • Entracque: nota per i suoi laghi alpini e la flora e fauna selvatiche.

La Via del Sale

Percorso: Tra Piemonte e Liguria

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Limone Piemonte
  • Fine: Monesi di Triora
  • Lunghezza: Circa 120 km
  • Descrizione: La Via del Sale è un antico percorso che collegava le zone costiere della Liguria con l’entroterra piemontese, utilizzato storicamente per il trasporto del sale. Oggi, è una delle più spettacolari strade sterrate in alta quota, attraversando paesaggi mozzafiato e storici. Il percorso è prevalentemente su strade sterrate e chiuse al traffico motorizzato, rendendolo ideale per il ciclismo e il trekking.
  • Punti di Interesse:
    • Panorami alpini: vedute spettacolari delle Alpi Liguri.
    • Antiche strade militari: percorsi storici utilizzati per scopi strategici e commerciali.
    • Rifugi alpini: punti di ristoro lungo il percorso.
    • Biodiversità: fauna e flora tipiche delle alte quote.

La Via dei Mercanti (Torino - Liguria)

Percorso: Provincia di Torino, Provincia di Alessandria, Provincia di Asti, Regione Liguria

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Torino
  • Fine: Genova
  • Lunghezza: Circa 200 km
  • Descrizione: La Via dei Mercanti ripercorre le antiche vie commerciali che collegavano Torino a Genova, attraversando le colline del Monferrato e l’Appennino Ligure. Il percorso è ideale per chi ama la storia e l’avventura, offrendo una varietà di paesaggi rurali e urbani, con molte opportunità per degustare prodotti locali e visitare mercati tradizionali.
  • Punti di Interesse:
    • Torino: con il suo ricco patrimonio culturale e architettonico.
    • Monferrato: rinomato per i suoi vigneti e le sue cantine.
    • Genova: un’importante città portuale con un centro storico vibrante.

La Strada del Vino del Monferrato (Asti - Alessandria)

La Strada del Vino del Monferrato
La Strada del Vino del Monferrato

Percorso: Provincia di Asti, Provincia di Alessandria

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Asti
  • Fine: Casale Monferrato
  • Lunghezza: Variabile
  • Descrizione: Questo percorso enoturistico attraversa le colline del Monferrato, famose per i loro vigneti e cantine. Ideale per chi ama combinare ciclismo e degustazioni enogastronomiche, il percorso offre paesaggi mozzafiato e una ricca cultura vitivinicola. Si pedala tra dolci colline, borghi medievali e vigneti, godendo di panorami pittoreschi e opportunità di degustazioni di vini pregiati come il Barbera e il Moscato.
  • Punti di Interesse:
    • Asti: famosa per la produzione di spumanti e vini dolci, con numerose cantine da visitare.
    • Nizza Monferrato: centro vitivinicolo rinomato per il Barbera d’Asti.
    • Vignale Monferrato: borgo storico con una vista panoramica sulle colline circostanti.
    • Casale Monferrato: città con un ricco patrimonio culturale e architettonico, famosa per il Castello dei Paleologi e la Cattedrale di Sant’Evasio.

Percorso della Valle Bormida (Alessandria - Liguria)

Percorso della Valle Bormida
Percorso della Valle Bormida

Percorso: Provincia di Alessandria, Regione Liguria

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Acqui Terme
  • Fine: Savona
  • Lunghezza: Circa 70 km
  • Descrizione: Seguendo il fiume Bormida, il percorso si snoda tra Piemonte e Liguria, offrendo una combinazione di paesaggi fluviali e collinari. Il tragitto attraversa aree rurali e boschive, ideale per chi cerca una pedalata tranquilla immersa nella natura. Il percorso è adatto a ciclisti di tutti i livelli, grazie ai suoi tratti pianeggianti e lievi pendenze.
  • Punti di Interesse:
    • Acqui Terme: famosa per le sue terme romane e la Bollente, una fonte di acqua sulfurea calda.
    • Monastero Bormida: con il suo castello e il ponte romano.
    • Cairo Montenotte: borgo medievale con il Castello di Cairo.
    • Savona: città costiera con un ricco patrimonio storico, tra cui la Fortezza del Priamar e il centro storico.

La Ciclovia del Tanaro (Cuneo)

Percorso: Provincia di Cuneo

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Priola
  • Fine: Ponte di Nava
  • Lunghezza: 26.6 km
  • Descrizione: La Ciclovia del Tanaro è un percorso ciclo-pedonale che segue il corso del fiume Tanaro, partendo da Priola e arrivando a Ponte di Nava. Questa greenway è quasi interamente asfaltata, con due tratti ancora da completare. Il percorso presenta un lieve dislivello, rendendolo ideale per le famiglie e per chi cerca una pedalata rilassante e panoramica attraverso l’alta Valle del Tanaro.
  • Punti di Interesse: Il percorso passa attraverso Garessio, Ormea e altri piccoli borghi, offrendo viste sui paesaggi naturali e storici della regione, e include sorgenti panoramiche e punti sosta lungo il tragitto.

Ciclovia del Colle di Nava (Cuneo - Liguria)

Percorso: Regione Liguria, Provincia di Cuneo

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Imperia
  • Fine: Ormea
  • Lunghezza: Circa 100 km
  • Descrizione: Questo percorso montano parte dalla costa ligure di Imperia e attraversa il Colle di Nava, unendo il mare all’entroterra piemontese. È adatto a ciclisti esperti, grazie alla presenza di salite impegnative e tratti panoramici. Il percorso è caratterizzato da una natura selvaggia e incontaminata.
  • Punti di Interesse:
    • Imperia: con le sue spiagge e il porto antico.
    • Colle di Nava: famoso per i suoi panorami alpini.
    • Ormea: un piccolo borgo montano con un fascino storico unico.

Ciclovia della Valle del Lys (Valle d’Aosta)

Percorso: Regione Valle d’Aosta

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Pont-Saint-Martin
  • Fine: Gressoney-Saint-Jean
  • Lunghezza: Circa 60 km
  • Descrizione: Questo percorso segue il fiume Lys, partendo da Pont-Saint-Martin e risalendo la valle fino a Gressoney-Saint-Jean. Offre una combinazione di paesaggi fluviali e montani, attraversando villaggi pittoreschi e aree naturali protette.
  • Punti di Interesse:
    • Castello di Issogne: un esempio perfetto di architettura rinascimentale.
    • Gressoney-Saint-Jean: famosa per i suoi chalet in stile walser.
    • Monte Rosa: uno dei punti panoramici più suggestivi dell’intero arco alpino.

Strade ciclabili del Vino nelle Langhe

Strada del Barolo e dei Grandi Vini di Langa

Percorso: Provincia di Cuneo, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Alba
  • Fine: Monforte d’Alba
  • Lunghezza: Circa 45 km
  • Descrizione: Questo itinerario attraversa il cuore delle Langhe, famoso per i suoi vigneti di Barolo. Il percorso si snoda tra dolci colline e panorami mozzafiato, con soste in affascinanti borghi e cantine storiche. Ideale per gli amanti del vino e della natura.
  • Punti di Interesse:
    • Alba: Città nota per il tartufo bianco e le torri medievali.
    • Barolo: Borgo pittoresco con il famoso castello e il Museo del Vino.
    • La Morra: Punto panoramico con vista su vigneti e colline.
    • Monforte d’Alba: Caratteristico borgo medievale con un’ampia offerta enogastronomica.

Strada del Barbaresco

Strada del Barbaresco
Strada del Barbaresco

Percorso: Provincia di Cuneo, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Alba
  • Fine: Neive
  • Lunghezza: Circa 20 km
  • Descrizione: Questo percorso breve ma intenso si sviluppa tra i vigneti del Barbaresco. Offre paesaggi spettacolari e la possibilità di visitare cantine rinomate e assaporare vini pregiati.
  • Punti di Interesse:
    • Alba: Punto di partenza ricco di storia e cultura.
    • Barbaresco: Conosciuto per la torre medievale e i suoi vini.
    • Neive: Borgo storico con edifici in stile medievale e barocco.

Strada del Moscato d’Asti

Percorso: Provincia di Asti, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Asti
  • Fine: Canelli
  • Lunghezza: Circa 30 km
  • Descrizione: Un percorso dolce tra le colline astigiane, patria del Moscato d’Asti. Ideale per una pedalata rilassante tra vigneti e paesaggi pittoreschi.
  • Punti di Interesse:
    • Asti: Famosa per la Cattedrale di Santa Maria Assunta e la Torre Troyana.
    • Costigliole d’Asti: Borgo con un imponente castello.
    • Canelli: Nota per le sue cantine storiche, le “Cattedrali Sotterranee”.

Strada dei Vini d’Alba

Percorso: Provincia di Cuneo, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Alba
  • Fine: Grinzane Cavour
  • Lunghezza: Circa 15 km
  • Descrizione: Un breve ma affascinante itinerario che porta alla scoperta dei vini d’Alba, tra cui il Barolo e il Dolcetto. Perfetto per una mezza giornata di degustazioni e panorami incantevoli.
  • Punti di Interesse:
    • Alba: Centro vitale della regione vinicola.
    • Grinzane Cavour: Famosa per il castello che ospita l’Enoteca Regionale Piemontese.

Strada del Dolcetto di Dogliani

Percorso: Provincia di Cuneo, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Dogliani
  • Fine: Farigliano
  • Lunghezza: Circa 25 km
  • Descrizione: Questo percorso si snoda attraverso le colline del Dolcetto di Dogliani, offrendo un’esperienza immersiva tra vigneti e borghi storici. Perfetto per gli appassionati di enologia e cicloturismo.
  • Punti di Interesse:
    • Dogliani: Centro noto per il Dolcetto e per la Chiesa di San Quirico.
    • Belvedere Langhe: Punto panoramico con vista mozzafiato sulle Langhe.
    • Farigliano: Piccolo borgo con una tradizione vinicola di lunga data.

Altre strade ciclabili del vino del Piemonte

Strada del Vino Canavese (Torino)

Percorso: Provincia di Torino, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Ivrea
  • Fine: Caluso
  • Lunghezza: Circa 25 km
  • Descrizione: Un itinerario che si sviluppa nel cuore del Canavese, zona rinomata per la produzione di Erbaluce. Perfetto per una pedalata tra vigneti, colline e borghi antichi.
  • Punti di Interesse:
    • Ivrea: Città storica con il suo castello e il Carnevale.
    • Mazzè: Con il suo castello affacciato sul fiume Dora Baltea.
    • Caluso: Famosa per il vino Erbaluce e le sue cantine.

Strada del Vino Erbaluce (Torino)

Percorso: Provincia di Torino, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Caluso
  • Fine: Ivrea
  • Lunghezza: Circa 30 km
  • Descrizione: Questo percorso si sviluppa nella zona di produzione dell’Erbaluce di Caluso, un vino bianco dal gusto unico. Ideale per chi desidera scoprire i vini del Canavese immersi in un contesto naturale affascinante.
  • Punti di Interesse:
    • Caluso: Conosciuto per le sue cantine e il vino Erbaluce.
    • Candia Canavese: Località con il lago di Candia e riserve naturali.
    • Ivrea: Città storica famosa per il Carnevale e le battaglie delle arance.

Strada del Vino Freisa (Torino)

Percorso: Provincia di Torino, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Chieri
  • Fine: Moncalieri
  • Lunghezza: Circa 20 km
  • Descrizione: Un itinerario attraverso le colline torinesi, celebri per la produzione del Freisa. Offre una pedalata tra vigneti e antichi borghi, ideale per una giornata di relax.
  • Punti di Interesse:
    • Chieri: Con il suo Duomo e le vie storiche.
    • Pecetto Torinese: Famoso per la coltivazione delle ciliegie.
    • Moncalieri: Con il suo castello e il centro storico.

Strada del Vino Carema (Torino)

Percorso: Provincia di Torino, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Carema
  • Fine: Pont-Saint-Martin
  • Lunghezza: Circa 15 km
  • Descrizione: Questo breve itinerario porta alla scoperta del Carema, un vino rosso dal carattere forte e deciso. Ideale per una gita giornaliera tra vigneti terrazzati e paesaggi alpini.
  • Punti di Interesse:
    • Carema: Con i suoi vigneti terrazzati e il centro storico.
    • Pont-Saint-Martin: Famosa per il ponte romano e il Carnevale storico.

Strada Reale dei Vini Torinesi (Torino)

Strada Reale dei Vini Torinesi (Torino)
Strada Reale dei Vini Torinesi (Torino)

Percorso: Provincia di Torino, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Torino
  • Fine: Avigliana
  • Lunghezza: Circa 30 km
  • Descrizione: Questo percorso attraversa le aree vinicole attorno a Torino, offrendo la possibilità di scoprire vini locali come il Freisa e l’Erbaluce. Il tragitto si snoda tra colline e borghi storici, rendendolo ideale per una giornata di cicloturismo.
  • Punti di Interesse:
    • Torino: Con il suo ricco patrimonio storico e culturale.
    • Pino Torinese: Con il suo osservatorio astronomico.
    • Avigliana: Famosa per i laghi e il Parco Naturale dei Laghi di Avigliana.

Strada dei Vini Astigiani (Asti)

Percorso: Provincia di Asti, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Asti
  • Fine: Nizza Monferrato
  • Lunghezza: Circa 35 km
  • Descrizione: Un viaggio attraverso le colline del Monferrato, tra vigneti e borghi pittoreschi. Questo itinerario è perfetto per scoprire i vini tipici dell’astigiano, tra cui Barbera e Moscato.
  • Punti di Interesse:
    • Asti: Conosciuta per il suo centro storico e la tradizione vinicola.
    • Costigliole d’Asti: Con il suo castello e le sue cantine.
    • Nizza Monferrato: Cittadina famosa per il Barbera d’Asti e la cucina piemontese.

Strada del Vino Monferrato Astigiano (Asti)

Percorso: Provincia di Asti, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Asti
  • Fine: Casale Monferrato
  • Lunghezza: Circa 45 km
  • Descrizione: Questo percorso attraversa il cuore del Monferrato, noto per i suoi paesaggi collinari e la produzione vinicola di qualità. Ideale per chi desidera scoprire vini pregiati in un contesto storico e naturale.
  • Punti di Interesse:
    • Asti: Punto di partenza con un ricco patrimonio culturale.
    • Moncalvo: La città più piccola d’Italia, famosa per il tartufo.
    • Casale Monferrato: Città ricca di storia, con la Cattedrale di Sant’Evasio e il Castello dei Paleologi.

Strada del Ruché di Castagnole Monferrato (Asti)

Percorso: Provincia di Asti, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Asti
  • Fine: Castagnole Monferrato
  • Lunghezza: Circa 20 km
  • Descrizione: Un itinerario breve ma suggestivo, attraverso le colline del Ruché, un vino rosso aromatico tipico della zona. Ideale per un’escursione rilassante tra vigneti e degustazioni.
  • Punti di Interesse:
    • Asti: Centro di partenza con numerose attrazioni.
    • Castagnole Monferrato: Conosciuta per la produzione del Ruché e per i suoi paesaggi pittoreschi.

Strada del Vino Terre Alfieri (Asti)

Percorso: Provincia di Asti, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: San Damiano d’Asti
  • Fine: Cisterna d’Asti
  • Lunghezza: Circa 20 km
  • Descrizione: Un percorso che si snoda attraverso le Terre Alfieri, note per la produzione di vini pregiati. Ideale per una giornata di cicloturismo tra colline, vigneti e castelli.
  • Punti di Interesse:
    • San Damiano d’Asti: Con il suo centro storico e le cantine.
    • Cisterna d’Asti: Famosa per il suo castello e i panorami collinari.

Strada del Vino Astesana (Asti)

Percorso: Provincia di Asti, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Asti
  • Fine: Canelli
  • Lunghezza: Circa 25 km
  • Descrizione: Un percorso che attraversa l’Astesana, una delle zone vinicole più importanti del Piemonte. Ideale per scoprire vini come il Barbera e il Moscato in un contesto naturale affascinante.
  • Punti di Interesse:
    • Asti: Punto di partenza ricco di storia e cultura.
    • Costigliole d’Asti: Con il suo castello e le cantine.
    • Canelli: Famosa per le sue “Cattedrali Sotterranee” e il Moscato d’Asti.

Strada del Dolcetto di Ovada (Alessandria)

Percorso: Provincia di Alessandria, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Ovada
  • Fine: Acqui Terme
  • Lunghezza: Circa 30 km
  • Descrizione: Un itinerario che attraversa le colline ovadesi, celebri per il Dolcetto. Offre una combinazione di paesaggi naturali e storia locale.
  • Punti di Interesse:
    • Ovada: Centro vitivinicolo con numerose cantine.
    • Cremolino: Borgo con un antico castello.
    • Acqui Terme: Famosa per le sue terme romane e la Bollente.

Strada del Brachetto d’Acqui (Alessandria)

Percorso: Provincia di Alessandria, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Acqui Terme
  • Fine: Strevi
  • Lunghezza: Circa 15 km
  • Descrizione: Un percorso breve che consente di esplorare le terre del Brachetto d’Acqui, un vino dolce e aromatico. Ideale per chi desidera un’escursione tranquilla tra vigneti e colline.
  • Punti di Interesse:
    • Acqui Terme: Con le sue famose terme e la Bollente.
    • Strevi: Borgo noto per la produzione di vini dolci e spumanti.

Strada del Cortese di Gavi (Alessandria)

Percorso: Provincia di Alessandria, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Gavi
  • Fine: Serravalle Scrivia
  • Lunghezza: Circa 25 km
  • Descrizione: Un itinerario che attraversa le colline del Gavi, famoso per il vino bianco Cortese. Offre panorami suggestivi e la possibilità di visitare cantine storiche.
  • Punti di Interesse:
    • Gavi: Con il suo imponente forte e le cantine di vino.
    • Novi Ligure: Città con un affascinante centro storico e musei.
    • Serravalle Scrivia: Famosa per il suo outlet di lusso.

Strada del Vino Colli Tortonesi (Alessandria)

Percorso: Provincia di Alessandria, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Tortona
  • Fine: Volpedo
  • Lunghezza: Circa 35 km
  • Descrizione: Un percorso che attraversa le colline tortonesi, noto per la produzione di Timorasso, un vino bianco pregiato. Ideale per gli appassionati di enologia e cicloturismo.
  • Punti di Interesse:
    • Tortona: Con il suo Duomo e il Museo Diocesano.
    • Viguzzolo: Piccolo borgo con la Pieve di San Pietro.
    • Volpedo: Paese natale del pittore Giuseppe Pellizza da Volpedo.

Strada del Vino Alto Monferrato (Alessandria)

Percorso: Provincia di Alessandria, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Acqui Terme
  • Fine: Ovada
  • Lunghezza: Circa 30 km
  • Descrizione: Un itinerario che attraversa l’Alto Monferrato, noto per la produzione di vini come il Dolcetto e la Barbera. Perfetto per chi desidera una pedalata tra vigneti e borghi storici.
  • Punti di Interesse:
    • Acqui Terme: Con le sue terme e la Bollente.
    • Cremolino: Con il suo castello e i panorami mozzafiato.
    • Ovada: Centro vitivinicolo con numerose cantine.

Strada del Vino delle Colline Novaresi (Novara)

Percorso: Provincia di Novara, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Novara
  • Fine: Ghemme
  • Lunghezza: Circa 30 km
  • Descrizione: Un percorso che attraversa le colline novaresi, note per la produzione di vini come il Nebbiolo e il Vespolina. Ideale per chi desidera scoprire la tradizione vinicola locale in un contesto naturale affascinante.
  • Punti di Interesse:
    • Novara: Con la Basilica di San Gaudenzio e il centro storico.
    • Fara Novarese: Con il suo castello e le cantine storiche.
    • Ghemme: Famosa per il Nebbiolo e il borgo medievale.

Strada del Vino Valsesia (Vercelli)

Percorso: Provincia di Vercelli, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Varallo
  • Fine: Alagna Valsesia
  • Lunghezza: Circa 25 km
  • Descrizione: Un percorso che si snoda attraverso la Valsesia, conosciuta per la produzione di vini come il Nebbiolo. Ideale per una pedalata tra montagne, vigneti e borghi alpini.
  • Punti di Interesse:
    • Varallo: Con il Sacro Monte e il centro storico.
    • Scopello: Famoso per le sue piste da sci e il paesaggio montano.
    • Alagna Valsesia: Conosciuta per il Monte Rosa e le tradizioni walser.

Strada del Vino Lessona (Biella)

Percorso: Provincia di Biella, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Biella
  • Fine: Lessona
  • Lunghezza: Circa 20 km
  • Descrizione: Un percorso che si snoda tra le colline biellesi, famose per la produzione del vino Lessona. Ideale per una pedalata tra vigneti e paesaggi collinari.
  • Punti di Interesse:
    • Biella: Con il suo centro storico e il Santuario di Oropa.
    • Candelo: Famoso per il Ricetto, un borgo fortificato medievale.
    • Lessona: Conosciuta per il vino omonimo e i panorami mozzafiato.

Strada del Vino del Biellese (Biella)

Percorso: Provincia di Biella, Regione Piemonte

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Biella
  • Fine: Sostegno
  • Lunghezza: Circa 25 km
  • Descrizione: Un itinerario che attraversa le colline biellesi, offrendo la possibilità di scoprire vini locali e paesaggi naturali unici. Perfetto per una giornata di cicloturismo.
  • Punti di Interesse:
    • Biella: Con il suo centro storico e le attrazioni culturali.
    • Candelo: Con il Ricetto di Candelo, un borgo medievale ben conservato.
    • Sostegno: Conosciuto per i suoi vigneti e la tranquillità del paesaggio.

Parchi e laghi ciclabili della Provincia di Torino

Parco Naturale del Musinè e dei laghi di Caselette (15 km da Torino)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Caselette
  • Fine: Caselette
  • Lunghezza: Circa 11 km
  • Descrizione: Un itinerario circolare che permette di esplorare il Parco Naturale del Musinè e i laghi di Caselette. Il percorso offre una vista panoramica sulla valle e attraversa boschi e sentieri naturali, ideale per una giornata all’aperto. Adatto a ciclisti di tutti i livelli, con tratti facili e ben segnalati.
  • Punti di Interesse:
    • Lago di Caselette: un piccolo lago naturale circondato da vegetazione rigogliosa.
    • Monte Musinè: una montagna con una ricca storia e numerose leggende locali.
    • Rovine del Castello di Caselette: antica struttura medievale che offre una vista spettacolare sulla valle.

Parco Naturale di Stupinigi (20 km da Torino)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Nichelino
  • Fine: Nichelino
  • Lunghezza: Circa 14 km
  • Descrizione: Un percorso che si sviluppa attorno alla Palazzina di Caccia di Stupinigi, passando attraverso boschi e prati del parco naturale. Ideale per chi vuole combinare una passeggiata in bicicletta con la visita a uno dei più bei complessi architettonici della regione.
  • Punti di Interesse:
    • Palazzina di Caccia di Stupinigi: residenza sabauda e capolavoro barocco.
    • Parco Naturale di Stupinigi: area protetta con numerose specie di fauna e flora.
    • Borgo di Stupinigi: piccolo centro abitato con edifici storici e ristoranti tipici.

Parco Naturale dei Laghi di Avigliana (25 km da Torino)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Avigliana
  • Fine: Avigliana
  • Lunghezza: Circa 8 km
  • Descrizione: Un percorso che circonda i due laghi di Avigliana, offrendo paesaggi mozzafiato tra acque limpide e verdi colline. Ideale per una pedalata tranquilla con la possibilità di fare pause per pic-nic o nuotate estive.
  • Punti di Interesse:
    • Lago Grande e Lago Piccolo di Avigliana: due splendidi specchi d’acqua circondati da sentieri naturalistici.
    • Parco Naturale dei Laghi di Avigliana: area protetta con numerosi sentieri per escursioni a piedi e in bicicletta.
    • Centro storico di Avigliana: borgo medievale con vicoli pittoreschi e antiche chiese.

Riserva Naturale della Vauda (30 km da Torino)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Nole
  • Fine: Nole
  • Lunghezza: Circa 20 km
  • Descrizione: Un percorso che attraversa la Riserva Naturale della Vauda, caratterizzata da ampi spazi aperti e boschi di querce. Adatto a ciclisti esperti e amatoriali, il percorso offre un’esperienza immersiva nella natura.
  • Punti di Interesse:
    • Boschi della Vauda: estesi boschi con una ricca biodiversità.
    • Fiume Stura di Lanzo: affluente del Po, ideale per una pausa rinfrescante.
    • Antiche cascine: edifici rurali storici che punteggiano il paesaggio.

Riserva Naturale del Parco La Mandria (25 km da Torino)

Riserva Naturale del Parco La Mandria
Riserva Naturale del Parco La Mandria

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Venaria Reale
  • Fine: Venaria Reale
  • Lunghezza: Circa 18 km
  • Descrizione: Un percorso che si sviluppa all’interno della Riserva Naturale del Parco La Mandria, uno dei parchi più estesi d’Europa. Il percorso è ideale per famiglie e ciclisti di tutti i livelli, offrendo sentieri ben curati e una grande varietà di fauna selvatica.
  • Punti di Interesse:
    • Reggia di Venaria Reale: magnifico complesso barocco e sito UNESCO.
    • Boschi del Parco La Mandria: area verde con numerosi percorsi ciclabili e pedonali.
    • Cascine e residenze storiche: antiche residenze di caccia e cascine distribuite nel parco.

Percorso della doppia serra (da Azeglio a Zimone) (30 km da Torino)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Azeglio
  • Fine: Zimone
  • Lunghezza: Circa 15 km
  • Descrizione: Un percorso suggestivo che collega Azeglio a Zimone attraversando la Serra d’Ivrea, la più lunga morena d’Europa. Il tragitto offre viste spettacolari e attraversa piccoli borghi storici, ideale per ciclisti che amano le sfide e i paesaggi naturali.
  • Punti di Interesse:
    • Serra d’Ivrea: formazione geologica unica e punto panoramico.
    • Lago di Viverone: splendido lago naturale con possibilità di attività acquatiche.
    • Borghi di Azeglio e Zimone: piccoli centri storici con architetture medievali e rinascimentali.

Lago di Arignano (25 km da Torino)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Arignano
  • Fine: Arignano
  • Lunghezza: Circa 8 km
  • Descrizione: Un percorso tranquillo attorno al Lago di Arignano, ideale per una pedalata rilassante in mezzo alla natura. Il tragitto è adatto a famiglie e ciclisti di tutti i livelli.
  • Punti di Interesse:
    • Lago di Arignano: piccolo lago circondato da prati e boschi.
    • Centro storico di Arignano: borgo con edifici storici e una bella chiesa parrocchiale.
    • Sentieri naturalistici: numerosi sentieri che permettono di esplorare l’area circostante.

Lago di Candia (40 km da Torino)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Candia Canavese
  • Fine: Candia Canavese
  • Lunghezza: Circa 12 km
  • Descrizione: Un percorso che gira intorno al Lago di Candia, un’area protetta che offre paesaggi incantevoli e una ricca fauna avicola. Ideale per chi vuole immergersi nella natura e godere di una pedalata tranquilla.
  • Punti di Interesse:
    • Lago di Candia: riserva naturale con numerose specie di uccelli acquatici.
    • Parco Naturale del Lago di Candia: area protetta con sentieri ben segnalati e possibilità di birdwatching.
    • Centro storico di Candia Canavese: borgo pittoresco con edifici storici e ristoranti tipici.

    Parchi e laghi ciclabili della Provincia di Torino

Parco Naturale dei Laghi di Ivrea (50 km da Torino)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Ivrea
  • Fine: Ivrea
  • Lunghezza: Circa 23 km
  • Descrizione: Il Parco Naturale dei Laghi di Ivrea include cinque laghi di origine glaciale: Lago Sirio, Lago Pistono, Lago Nero, Lago Campagna e Lago San Michele. Questo percorso circolare collega i laghi attraverso sentieri panoramici e naturalistici, ideali per attività outdoor come il ciclismo e le escursioni a piedi.
  • Punti di Interesse:
    • Lago Sirio: il più grande dei cinque laghi, famoso per le attività acquatiche e i sentieri circostanti.
    • Lago Pistono: circondato da vigneti e boschi di castagni, con il Castello di Montalto in vista.
    • Lago Nero: noto per il suo aspetto selvaggio e le leggende locali.
    • Lago Campagna: un’oasi di pace con viste panoramiche su colline e castelli.
    • Lago San Michele: il più piccolo, con un centro di esperienze didattiche.

Lago di Viverone (60 km da Torino)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Viverone
  • Fine: Viverone
  • Lunghezza: Circa 10 km
  • Descrizione: Un percorso che circonda il Lago di Viverone, uno dei più grandi laghi del Piemonte, noto per le sue acque balneabili e le numerose attività ricreative. Il percorso è ideale per una giornata in famiglia e offre splendide viste sul lago e sulle colline circostanti.
  • Punti di Interesse:
    • Lago di Viverone: ideale per nuoto, canottaggio e picnic.
    • Area archeologica: resti di un antico villaggio palafitticolo.

Lago di Alice (50 km da Torino)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Alice Superiore
  • Fine: Alice Superiore
  • Lunghezza: Circa 5 km
  • Descrizione: Un tranquillo percorso attorno al Lago di Alice, perfetto per una pedalata rilassante in mezzo alla natura. Adatto a famiglie e ciclisti di tutti i livelli.
  • Punti di Interesse:
    • Lago di Alice: piccolo lago circondato da boschi e sentieri.
    • Centro storico di Alice Superiore: borgo con edifici storici e una chiesa parrocchiale.

Anello del Lago di Ravasanella / Rive Rossa (50 km da Torino)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Rive Rossa
  • Fine: Rive Rossa
  • Lunghezza: Circa 12 km
  • Descrizione: Un percorso suggestivo che circonda il Lago di Ravasanella e passa attraverso le colline di Rive Rossa. Ideale per ciclisti che amano i paesaggi naturali e le sfide moderate.
  • Punti di Interesse:
    • Lago di Ravasanella: lago pittoresco con acque limpide.
    • Colline di Rive Rossa: famose per i loro sentieri escursionistici e panoramici.

Lago di Bertignano (60 km da Torino)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Bertignano
  • Fine: Bertignano
  • Lunghezza: Circa 6 km
  • Descrizione: Un percorso rilassante attorno al Lago di Bertignano, ideale per una pedalata in mezzo alla natura. Adatto a ciclisti di tutti i livelli.
  • Punti di Interesse:
    • Lago di Bertignano: piccolo lago tranquillo perfetto per picnic e relax.
    • Sentieri naturalistici: vari sentieri che permettono di esplorare la zona circostante.

Lago di Meugliano (60 km da Torino)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Meugliano
  • Fine: Meugliano
  • Lunghezza: Circa 3 km
  • Descrizione: Un percorso breve e tranquillo attorno al Lago di Meugliano, ideale per famiglie e ciclisti principianti.
  • Punti di Interesse:
    • Lago di Meugliano: lago pittoresco circondato da boschi.
    • Area picnic: zone attrezzate per soste e picnic.

Valle Argentera (80 km da Torino)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Sauze di Cesana
  • Fine: Sauze di Cesana
  • Lunghezza: Circa 20 km
  • Descrizione: Un percorso spettacolare attraverso la Valle Argentera, nota per i suoi panorami alpini mozzafiato e la natura incontaminata. Adatto a ciclisti esperti.
  • Punti di Interesse:
    • Valle Argentera: vallata alpina con paesaggi spettacolari.
    • Cascate di Fontana: splendide cascate naturali.

Lago di Ceresole Reale (65 km da Torino)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Ceresole Reale
  • Fine: Ceresole Reale
  • Lunghezza: Circa 9 km
  • Descrizione: Un percorso che circonda il Lago di Ceresole Reale, situato nel Parco Nazionale del Gran Paradiso. Ideale per una giornata all’aperto con viste panoramiche sulle montagne.
  • Punti di Interesse:
    • Lago di Ceresole Reale: lago alpino con acque cristalline.
    • Parco Nazionale del Gran Paradiso: area protetta con una ricca fauna e flora.

Parchi e laghi ciclabili della Provincia di Cuneo

Parco Fluviale Gesso e Stura (80 km da Torino)

Percorso: Provincia di Cuneo

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Cuneo
  • Fine: Cuneo
  • Lunghezza: Circa 27 km
  • Descrizione: Il percorso si sviluppa lungo i fiumi Gesso e Stura, partendo dalla Casa del Fiume a Cuneo. L’itinerario attraversa zone di grande valenza naturalistica, passando per antichi canali, ponti e aree golenali. Il tragitto offre una varietà di superfici, inclusi tratti asfaltati e sterrati, ed è adatto a ciclisti di livello intermedio.
  • Punti di Interesse:
    • Ponte ciclopedonale “G. Vassallo”: attraversa il fiume Stura.
    • Centrale idroelettrica “F. Olivero”: accessibile tramite una breve deviazione.
    • Bosco della Crocetta e area relax sotto il Santuario della Madonna degli Angeli.

Parco Naturale del Gran Bosco di Salbertrand (80 km da Torino)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Salbertrand
  • Fine: Salbertrand
  • Lunghezza: Circa 15 km
  • Descrizione: Questo percorso si snoda attraverso il Parco Naturale del Gran Bosco di Salbertrand, offrendo una vista mozzafiato sulle Alpi Cozie. Il tragitto è ideale per chi cerca un’esperienza immersiva nella natura, con sentieri ben segnalati attraverso boschi di conifere.
  • Punti di Interesse:
    • Riserva Naturale: area protetta con una ricca biodiversità.
    • Sentieri escursionistici: numerosi percorsi adatti a escursionisti e ciclisti.
    • Ruderi storici: lungo il percorso si possono trovare antichi resti di costruzioni.

Parco Naturale del Monviso (100 km da Torino)

Percorso: Provincia di Cuneo

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Pian del Re
  • Fine: Pian del Re
  • Lunghezza: Circa 20 km
  • Descrizione: Un percorso impegnativo che parte dal Pian del Re, ai piedi del Monviso, la montagna simbolo delle Alpi Cozie. Il percorso attraversa aree di alta montagna, offrendo panorami spettacolari e l’opportunità di osservare la fauna selvatica.
  • Punti di Interesse:
    • Fonte del Po: sorgente del fiume Po.
    • Rifugi alpini: punti di sosta per escursionisti e ciclisti.
    • Sentieri panoramici: vedute mozzafiato sulle valli circostanti.

Parco Naturale della Val Troncea (100 km da Torino)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Pragelato
  • Fine: Pragelato
  • Lunghezza: Circa 15 km
  • Descrizione: Un percorso che esplora la Val Troncea, con sentieri che attraversano paesaggi alpini incontaminati. Ideale per chi cerca tranquillità e natura selvaggia.
  • Punti di Interesse:
    • Mulini e antiche borgate: testimonianze della vita rurale alpina.
    • Fauna selvatica: possibilità di avvistare animali tipici delle Alpi.
    • Rifugi: punti di ristoro e pernottamento.

Parco Naturale del Bosco dell’Alevè (140 km da Torino)

Percorso: Provincia di Cuneo

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Casteldelfino
  • Fine: Casteldelfino
  • Lunghezza: Circa 10 km
  • Descrizione: Un percorso attraverso il Bosco dell’Alevè, il più grande bosco di pini cembri delle Alpi. Il tragitto è perfetto per una giornata immersa nella natura.
  • Punti di Interesse:
    • Bosco di pini cembri: un’area di grande valore naturalistico.
    • Sentieri ben segnalati: ideali per escursioni a piedi e in bicicletta.
    • Panorami alpini: viste spettacolari sulle montagne circostanti.

Parco Naturale delle Alpi Marittime (130 km da Torino)

Percorso: Provincia di Cuneo

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Entracque
  • Fine: Entracque
  • Lunghezza: Circa 25 km
  • Descrizione: Un percorso che si sviluppa all’interno delle Alpi Marittime, caratterizzato da una grande varietà di paesaggi, dalla montagna alpina alle praterie fiorite.
  • Punti di Interesse:
    • Lago delle Rovine: un pittoresco lago montano.
    • Fauna selvatica: area ricca di fauna alpina.
    • Rifugi alpini: strutture per ristoro e pernottamento lungo il percorso.

Parchi e laghi ciclabili della Provincia di Alessandria

Riserva Naturale della Palude di San Genuario (90 km da Torino)

Percorso: Provincia di Alessandria

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Fontanetto Po
  • Fine: Fontanetto Po
  • Lunghezza: Circa 15 km
  • Descrizione: Questo percorso attraversa la Riserva Naturale della Palude di San Genuario, un’area caratterizzata da ambienti palustri con una ricca biodiversità. Ideale per chi ama la natura e il birdwatching, il percorso offre l’opportunità di vedere diverse specie rare di uccelli e piante.
  • Punti di Interesse:
    • Specie rare: tarabuso, airone rosso e falco di palude.
    • Biodiversità: flora e fauna tipiche delle aree umide.
    • Centro EMYS Piemonte: dedicato alla conservazione della testuggine palustre (Emys orbicularis).

Riserva Naturale della Garzaia di Valenza (100 km da Torino)

Percorso: Provincia di Alessandria

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Valenza
  • Fine: Valenza
  • Lunghezza: Circa 10 km
  • Descrizione: Un percorso attraverso la Riserva Naturale della Garzaia di Valenza, nota per la presenza di numerose specie di aironi e altre specie avicole. Il tragitto è perfetto per una giornata all’aria aperta, con sentieri che attraversano boschi e zone umide.
  • Punti di Interesse:
    • Colonia di aironi: una delle più importanti della regione.
    • Sentieri naturalistici: percorsi segnalati attraverso ambienti boschivi e palustri.
    • Osservatori faunistici: punti di osservazione per birdwatching.

Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo (120 km da Torino)

Percorso: Provincia di Alessandria

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Bosio
  • Fine: Bosio
  • Lunghezza: Circa 20 km
  • Descrizione: Un percorso che attraversa il Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo, situato tra le colline dell’Appennino ligure e piemontese. Il tragitto offre viste panoramiche e una grande varietà di paesaggi naturali, dai boschi di querce alle praterie montane.
  • Punti di Interesse:
    • Laghetti delle Capanne: piccoli laghi montani ideali per una sosta.
    • Flora e fauna: ricca biodiversità tipica degli ambienti collinari e montani.
    • Sentieri escursionistici: percorsi ben segnalati per escursioni a piedi e in bicicletta.

Parchi e laghi ciclabili della Provincia di Novara

Parco Naturale della Palude di Casalbeltrame (100 km)

Percorso: Provincia di Novara

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Casalbeltrame
  • Fine: Casalbeltrame
  • Lunghezza: Circa 15 km
  • Descrizione: Un percorso attraverso la Riserva Naturale della Palude di Casalbeltrame, ideale per osservare la fauna avicola locale e migratoria. La riserva è un’area protetta che offre sentieri ben segnalati, adatta a tutti i ciclisti.
  • Punti di Interesse:
    • Osservatorio avifaunistico: capanno per l’osservazione degli uccelli.
    • Palude: habitat per molte specie di uccelli.
    • Sentieri naturalistici: percorsi immersi nella natura.

Parco Naturale del Monte Fenera (110 km)

Percorso: Provincia di Novara

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Borgosesia
  • Fine: Borgosesia
  • Lunghezza: Circa 20 km
  • Descrizione: Un percorso che si snoda attraverso il Parco Naturale del Monte Fenera, caratterizzato da foreste di latifoglie e faggete. Offre viste panoramiche e percorsi adatti a ciclisti esperti e amatoriali.
  • Punti di Interesse:
    • Monte Fenera: punto panoramico sulla valle.
    • Grotte e forre: aree carsiche di interesse geologico.
    • Flora e fauna: biodiversità del parco.

Parco Naturale dei Lagoni di Mercurago (110 km)

Percorso: Provincia di Novara

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Mercurago
  • Fine: Mercurago
  • Lunghezza: Circa 12 km
  • Descrizione: Un percorso che attraversa il Parco Naturale dei Lagoni di Mercurago, un’area protetta con laghi e boschi. Ideale per una pedalata rilassante in un ambiente naturale.
  • Punti di Interesse:
    • Lagoni: piccoli laghi immersi nel verde.
    • Sentieri naturalistici: percorsi tra boschi e prati.
    • Siti archeologici: resti preistorici della civiltà di Golasecca.

Parchi e laghi ciclabili della Provincia di Vercelli

Parco Naturale della Bessa (60 km)

Percorso: Provincia di Vercelli

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Vermogno
  • Fine: Vermogno
  • Lunghezza: Circa 10 km
  • Descrizione: Il percorso attraversa l’antica miniera d’oro romana, con cumuli di ciottoli e fossati. È ideale per chi ama la storia e la geologia, immersi in un paesaggio unico.
  • Punti di Interesse:
    • Miniere d’oro romane: cumuli di ciottoli e resti storici.
    • Sentieri naturalistici: percorsi attraverso la flora e fauna locale.
    • Centro Visite di Vermogno: esposizioni su attività di estrazione dell’oro e aspetti naturalistici.

Riserva Naturale Speciale della Partecipanza di Trino (70 km)

Percorso: Provincia di Vercelli

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Trino
  • Fine: Trino
  • Lunghezza: Circa 10.5 km
  • Descrizione: Il percorso si sviluppa attraverso un bosco storico, con sentieri che permettono di esplorare flora e fauna tipiche della zona. Ideale per escursioni in bicicletta e a piedi.
  • Punti di Interesse:
    • Bosco storico: antica foresta preservata dai tempi romani.
    • Fioriture primaverili: narcisi e mughetti.
    • Fauna locale: ricca biodiversità.

Parco Naturale del Bosco delle Sorti della Partecipanza di Trino (70 km)

Percorso: Provincia di Vercelli

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Cascina Guglielmina
  • Fine: Cascina Guglielmina
  • Lunghezza: Circa 10.5 km
  • Descrizione: Un percorso che attraversa uno degli ultimi boschi planiziali rimasti, salvaguardato dal 1275. Offre un’esperienza immersiva nella natura con viste panoramiche.
  • Punti di Interesse:
    • Bosco delle Sorti: bosco storico con flora e fauna variegate.
    • Sentieri ben segnalati: ideali per escursioni a piedi e in bicicletta.
    • Punti panoramici: vedute spettacolari del bosco e della pianura.

Riserva Naturale del Parco Lame del Sesia (70 km)

Percorso: Provincia di Vercelli

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Albano Vercellese
  • Fine: Albano Vercellese
  • Lunghezza: Circa 12 km
  • Descrizione: Il percorso attraversa l’area protetta delle Lame del Sesia, caratterizzata da zone umide e ricca biodiversità. Adatto a chi ama la natura e il birdwatching.
  • Punti di Interesse:
    • Zone umide: habitat per numerose specie di uccelli.
    • Sentieri naturalistici: percorsi tra le lame e lungo il fiume Sesia.
    • Fauna e flora: ricca biodiversità locale.

Riserva Naturale delle Baragge (70 km)

Percorso: Provincia di Vercelli

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Baraggia di Rovasenda
  • Fine: Baraggia di Rovasenda
  • Lunghezza: Circa 15 km
  • Descrizione: Un percorso attraverso le Baragge, caratterizzato da praterie e boschi. Ideale per chi ama esplorare paesaggi naturali variegati.
  • Punti di Interesse:
    • Praterie e boschi: paesaggi naturali unici.
    • Sentieri escursionistici: ben segnalati e adatti a tutti i livelli.
    • Osservazione fauna: possibilità di avvistare diverse specie animali.

Riserva Naturale Speciale del Sacro Monte di Belmonte (80 km)

Percorso: Provincia di Vercelli

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Belmonte
  • Fine: Belmonte
  • Lunghezza: Circa 8 km
  • Descrizione: Il percorso si sviluppa su un colle panoramico con siti storici e naturalistici di grande interesse, inclusi i Sacri Monti del Piemonte.
  • Punti di Interesse:
    • Sacro Monte di Belmonte: sito storico e religioso.
    • Sentieri storici: percorsi tra le cappelle e la via Crucis.
    • Panorami mozzafiato: viste spettacolari delle colline circostanti.

Parchi e laghi ciclabili della Provincia di Biella

Parco Naturale del Lago di Viverone (70 km)

Percorso: Provincia di Biella

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Viverone
  • Fine: Viverone
  • Lunghezza: Circa 10.5 km
  • Descrizione: Il percorso si sviluppa attorno al Lago di Viverone, offrendo viste panoramiche e attraversando colline moreniche. Ideale per una pedalata rilassante con punti di interesse archeologico e naturalistico.
  • Punti di Interesse:
    • Lago di Viverone: famoso per la sua fauna avicola e la storia archeologica delle palafitte.
    • Sentieri: percorsi ben segnalati tra vigneti e boschi.
    • Attività ricreative: pesca, nuoto e noleggio di barche.

Riserva Naturale Speciale del Parco Burcina “Felice Piacenza” (90 km)

Percorso: Provincia di Biella

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Pollone
  • Fine: Pollone
  • Lunghezza: Circa 8 km
  • Descrizione: Un percorso che attraversa il parco storico, noto per la sua collezione di rododendri e la varietà di flora esotica. Ideale per escursioni a piedi e in bicicletta.
  • Punti di Interesse:
    • Giardino botanico: collezione di rododendri e flora esotica.
    • Sentieri panoramici: viste mozzafiato sulla pianura e sulle Alpi.
    • Laghetto artificiale: punto di sosta per picnic e relax.

Riserva Naturale di Fontana Gigante (90 km)

Percorso: Provincia di Biella

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Netro
  • Fine: Netro
  • Lunghezza: Circa 6 km
  • Descrizione: Un percorso tranquillo attraverso una riserva naturale, caratterizzata da sorgenti e cascate. Ideale per famiglie e amanti della natura.
  • Punti di Interesse:
    • Sorgente di Fontana Gigante: principale attrazione della riserva.
    • Cascate naturali: spettacolari cascate immerse nel verde.
    • Sentieri naturalistici: percorsi che attraversano boschi e prati.

Parchi e laghi ciclabili della Provincia del Verbano-Cusio-Ossola

Parco Naturale della Val Grande (140 km)

Percorso: Provincia del Verbano-Cusio-Ossola

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Cicogna
  • Fine: Cicogna
  • Lunghezza: Circa 25 km
  • Descrizione: Il percorso attraversa la più grande area wilderness d’Italia, con paesaggi incontaminati e natura selvaggia. Adatto a ciclisti esperti.
  • Punti di Interesse:
    • Val Grande: area wilderness con fauna e flora protette.
    • Sentieri escursionistici: percorsi impegnativi e panoramici.
    • Rifugi alpini: punti di ristoro e pernottamento.

Lago di Mergozzo (140 km)

Percorso: Provincia del Verbano-Cusio-Ossola

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Mergozzo
  • Fine: Mergozzo
  • Lunghezza: Circa 5 km
  • Descrizione: Un percorso breve e rilassante attorno al Lago di Mergozzo, noto per le sue acque cristalline e la tranquillità. Ideale per famiglie e ciclisti di tutti i livelli.
  • Punti di Interesse:
    • Lago di Mergozzo: lago balneabile con acque limpide.
    • Borgo di Mergozzo: pittoresco villaggio con ristoranti e bar.
    • Sentieri naturalistici: percorsi facili e ben segnalati.

Riserva Naturale Speciale del Fondo Toce (150 km)

Percorso: Provincia del Verbano-Cusio-Ossola

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Verbania
  • Fine: Verbania
  • Lunghezza: Circa 8 km
  • Descrizione: Un percorso che attraversa la riserva, famosa per la sua ricca biodiversità e le zone umide. Adatto a chi ama il birdwatching e le passeggiate nella natura.
  • Punti di Interesse:
    • Zona umida del Fondo Toce: habitat per numerose specie di uccelli.
    • Sentieri naturalistici: percorsi attraverso prati e canneti.
    • Osservatori faunistici: punti di osservazione per birdwatching.

Parco Naturale dell’Alpe Veglia e dell’Alpe Devero (180 km)

Percorso: Provincia del Verbano-Cusio-Ossola

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Alpe Veglia
  • Fine: Alpe Devero
  • Lunghezza: Circa 20 km
  • Descrizione: Un percorso spettacolare che collega due alpeggi, attraverso valli alpine e paesaggi mozzafiato. Adatto a ciclisti esperti.
  • Punti di Interesse:
    • Alpe Veglia: alpeggio con panorami alpini.
    • Alpe Devero: area naturale con percorsi escursionistici.
    • Sentieri panoramici: viste spettacolari sulle montagne.

Parchi e laghi ciclabili della Provincia di Asti

Parco Naturale del Sacro Monte di Crea (70 km)

Percorso: Provincia di Asti

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Serralunga di Crea
  • Fine: Serralunga di Crea
  • Lunghezza: Circa 12 km
  • Descrizione: Il percorso si sviluppa attorno al Sacro Monte di Crea, un importante sito storico e religioso inserito in un contesto naturale di grande bellezza. Il tragitto è ideale per ciclisti di livello intermedio e offre vedute panoramiche e una varietà di flora tipica del Piemonte.
  • Punti di Interesse:
    • Sacro Monte di Crea: sito UNESCO con numerose cappelle.
    • Sentieri panoramici: vedute spettacolari sul Monferrato.
    • Flora locale: querce, faggi e piante fiorite in primavera.

Grandi itinerari ciclabili che passano per il Piemonte

Ciclovia del Po (Torino - Veneto)

Percorso: Torino, Vercelli, Alessandria, Regione Lombardia, Regione Emilia-Romagna, Regione Veneto

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Torino
  • Fine: vicino al Mar Adriatico, probabilmente terminando nell’area del Delta del Po
  • Lunghezza: l’intero percorso della Ciclovia del Po può estendersi per centinaia di chilometri mentre segue il corso del fiume Po attraverso il nord Italia.
  • Descrizione: questo percorso offre un’esperienza ciclistica completa, combinando la bellezza naturale con l’esplorazione culturale, rendendolo adatto ai ciclisti di lunga distanza e a coloro interessati a scoprire i diversi paesaggi e il patrimonio del nord Italia. Parte della rete ciclabile nazionale Bicitalia, la Ciclovia del Po attraversa le regioni del Piemonte, Lombardia e Emilia-Romagna, seguendo il fiume mentre scorre verso est. Questo percorso passa attraverso importanti zone agricole, città storiche e offre viste panoramiche sul fiume più lungo d’Italia. I ciclisti possono godere di una varietà di paesaggi e siti culturali, dalle campagne rurali e parchi naturali alle vibranti città.
  • Punti di Interesse: le principali città e paesi lungo il percorso includono Pavia, Cremona e Ferrara. La rotta è anche conosciuta per la sua vicinanza a parchi naturali e aree faunistiche, in particolare nella regione del Delta del Po, dove il fiume incontra il Mar Adriatico.

La Ciclovia VenTo (Torino - Veneto)

Percorso: Torino, Vercelli, Alessandria, Regione Lombardia, Regione Emilia-Romagna, Regione Veneto

  • Inizio: Torino
  • Fine: Venezia (Veneto)
  • Descrizione:
    • Piemonte: il percorso inizia a Torino e segue il corso del fiume Po. Attraversa paesaggi fluviali e tocca località come Chivasso, Casale Monferrato, e Valenza, offrendo una varietà di paesaggi naturali e culturali.
    • Lombardia: entra in Lombardia, proseguendo verso Pavia e attraversando la città storica di Cremona.
    • Emilia Romagna: continua verso sud-est, passando per Ferrara e seguendo il corso del Po.
    • Veneto: arriva in Veneto, passando per Rovigo e Chioggia, per poi terminare a Venezia.
    • Progetto: il completamento della Ciclovia VenTo è previsto per il 2028 e mira a collegare Torino a Venezia con un percorso di oltre 700 km, attraversando numerose località storiche e naturalistiche lungo il fiume Po.

EuroVelo 7 / Strada del Sole (Malta - Italia - Norvegia)

Percorso: Regione Trentino-Alto Adige, Regione Veneto, Regione Emilia-Romagna, Regione Toscana, Regione Lazio, Norvegia, Finlandia, Svezia, Danimarca, Germania, Repubblica Ceca, Austria, Malta

  • Inizio: Capo Nord (Norvegia)
  • Fine: Malta
  • Descrizione:
    • Italia:
      • Trentino-Alto Adige: attraversa la regione da nord a sud, passando per la Valle dell’Adige.
      • Veneto: entra in Veneto, toccando città come Verona e Padova.
      • Emilia Romagna: continua verso sud, passando per Bologna.
      • Toscana: attraversa la regione Toscana, toccando Firenze e Siena.
      • Lazio: termina il tratto italiano a Roma, proseguendo poi verso il sud dell’Europa.
    • Collegamento con Torino: attraverso la Ciclovia VenTo, la EuroVelo 7 sarà collegata a Torino, offrendo un ulteriore punto di accesso a questa importante rete ciclabile europea. Questo permetterà ai ciclisti di viaggiare da Torino lungo un percorso continuo fino a Malta o fino a Capo Nord.

La Via Francigena della Val di Susa (Torino - Regno Unito)

Percorso: Torino, Francia, Regno Unito

Dettagli del Percorso in Italia

  • Inizio: Colle del Moncenisio o Colle del Monginevro (confine con la Francia)
  • Fine: Torino
  • Lunghezza: Variabile a seconda del punto di inizio scelto
  • Descrizione: Questo segmento della Via Francigena attraversa la Val di Susa, partendo dai passi alpini del Moncenisio o del Monginevro. Il percorso si snoda attraverso paesaggi montani e aree ricche di storia, toccando città e paesi come Susa, Chiusa di San Michele e Rivoli, per concludere a Torino. Lungo il cammino, i ciclisti possono ammirare monumenti storici come la Sacra di San Michele, un importante sito spirituale e architettonico.
  • Punti di Interesse: Paesaggi montani, Sacra di San Michele, città di Susa, Chiusa di San Michele, Rivoli.

Estensione internazionale (Francia e Regno Unito)

  • Inizio: Colle del Monginevro o Moncenisio, confine con l’Italia
  • Fine: Canterbury, Regno Unito (con tappa intermedia a Calais, Francia)
  • Descrizione: La Via Francigena inizia ai Colli del Monginevro o Moncenisio, attraversa la Francia e termina a Canterbury, nel Regno Unito. Il percorso offre un viaggio affascinante attraverso la storia medievale e rinascimentale della Francia, concludendosi nella storica città di Canterbury, famosa per la sua cattedrale. I ciclisti attraversano città come Langres, Reims e Arras, e poi proseguono da Calais a Canterbury.

  • Punti di Interesse in Francia:
    • Colle del Monginevro o Moncenisio: Punti di partenza spettacolari con viste panoramiche e accesso ai paesaggi alpini.
    • Langres: Città circondata da antiche mura con una ricca storia medievale.
    • Reims: Celebre per la sua cattedrale gotica, patrimonio mondiale dell’UNESCO.
    • Arras: Famosa per i suoi monumenti storici e le piazze medievali.
    • Calais: Porta d’uscita della Via Francigena in Francia, con accesso diretto al Regno Unito.

Questo itinerario permette di esplorare la Francia da sud a nord, offrendo ai ciclisti un’esperienza ricca di storia, cultura e paesaggi mozzafiato prima di proseguire verso altre destinazioni europee.

  • Punti di Interesse nel Regno Unito:
    • Dover: Prima città britannica dopo l’arrivo in traghetto da Calais, nota per le sue bianche scogliere.
    • Canterbury: Destinazione finale del percorso nel Regno Unito, famosa per la sua cattedrale, un importante sito di pellegrinaggio.

    Il tratto del Regno Unito della Via Francigena parte da Dover, attraversando la campagna del Kent, nota per i suoi paesaggi pittoreschi e i suoi villaggi storici, fino a raggiungere Canterbury. Questo itinerario permette di esplorare una parte significativa della storia europea, combinando esperienze culturali e paesaggistiche sia in Francia che nel Regno Unito.

La Via Francigena del Passo del Gran San Bernardo (Torino - Regno Unito)

Percorso: Torino, Francia, Regno Unito

Dettagli del Percorso in Italia

  • Inizio: Passo del Gran San Bernardo (confine con la Svizzera)
  • Fine: Roma
  • Lunghezza: variabile, il percorso attraversa diverse regioni italiane
  • Descrizione:
    • Valle d’Aosta: dal Gran San Bernardo ad Aosta, poi verso Pont-Saint-Martin.
    • Piemonte: prosegue da Pont-Saint-Martin attraversando Ivrea e Vercelli fino a Mortara.
    • Lombardia: da Mortara a Pavia, proseguendo poi per Piacenza.
    • Emilia-Romagna: da Piacenza a Fidenza e Fornovo di Taro.
    • Toscana: dalla Cisa a Pontremoli, Lucca, San Gimignano, Siena e Radicofani.
    • Lazio: da Acquapendente a Bolsena, Montefiascone, Viterbo, Sutri, e infine Roma.
  • Punti di Interesse: varie città storiche, paesaggi di montagna e di pianura, siti culturali e religiosi lungo il percorso.

Estensione Internazionale (Svizzera)

  • Inizio: Passo del Gran San Bernardo
  • Fine: Martigny
  • Lunghezza: Circa 50 km
  • Descrizione: Questo segmento della Via Francigena inizia al Passo del Gran San Bernardo e si dirige verso Martigny. Attraversa paesaggi alpini mozzafiato, con una discesa costante che offre viste panoramiche sulle montagne circostanti. Questo percorso è noto per la sua bellezza naturale e la sua importanza storica, seguendo uno degli antichi percorsi utilizzati dai pellegrini diretti a Roma. I ciclisti possono godere di una combinazione di sfide fisiche e paesaggi spettacolari.
  • Punti di Interesse: Vista panoramica sulle Alpi, monumenti storici lungo il percorso, paesaggi alpini, Martigny.

Questo itinerario permette di vivere un’esperienza unica attraverso i suggestivi scenari delle Alpi svizzere, combinando la storia con la natura, mentre si segue uno dei più antichi percorsi di pellegrinaggio europeo.

Conclusione

Riassunto dei punti principali

La Guida al ciclismo a Torino e in Piemonte ha evidenziato l’importanza del ciclismo nella regione, analizzandone i benefici per la salute, l’ambiente, l’economia e la società. Abbiamo esplorato le iniziative europee e i finanziamenti UE che supportano la crescita delle infrastrutture ciclistiche locali. Inoltre, abbiamo approfondito l’uso della bicicletta nel contesto urbano e come mezzo per il tempo libero e le vacanze, promuovendo un turismo sostenibile e autentico. Le zone a traffico limitato (ZTL) di Torino, insieme alle piste ciclabili urbane e ai percorsi scenici, offrono opportunità straordinarie per i ciclisti di ogni livello. Infine, abbiamo presentato una panoramica delle piste ciclabili principali e secondarie di Torino, nonché dei migliori percorsi ciclabili vicini alla città e delle grandi vie ciclabili regionali e interregionali del Piemonte.

Consigli finali per il ciclista

  1. Preparazione e Pianificazione: Prima di partire, assicurati di pianificare il tuo percorso e di controllare le condizioni meteo. Utilizza le mappe interattive e le app di navigazione per scegliere l’itinerario migliore.
  2. Sicurezza: Indossa sempre il casco e utilizza le luci di segnalazione, soprattutto se pedali in orari di scarsa visibilità. Rispetta le regole del codice della strada e sii sempre attento agli altri utenti della strada.
  3. Equipaggiamento Adeguato: Porta con te una borraccia d’acqua, un kit di riparazione, una pompa per pneumatici e indumenti adatti alle condizioni climatiche. Se intendi affrontare percorsi più lunghi, considera di portare con te anche uno spuntino energetico.
  4. Rispetto per l’Ambiente: Pedala sempre su percorsi segnalati e rispettosi dell’ambiente. Non lasciare rifiuti e rispetta la flora e la fauna locali.
  5. Manutenzione della Bicicletta: Effettua regolarmente la manutenzione della tua bicicletta per garantirne il corretto funzionamento. Controlla frequentemente i freni, le gomme e la catena.

Percorsi consigliati dal sito ufficiale della Città di Torino

Mappa cicloturistica

E’ possibile consultare la mappa cicloturistica sul sito della Città Metropolitana di Torino.

Da ponte a ponte nel Parco fluviale del Po

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: San Mauro Torinese
  • Fine: Stazione ferroviaria di Chivasso
  • Lunghezza: Circa 20 km
  • Descrizione: L’itinerario collega il centro storico di San Mauro Torinese con la stazione ferroviaria di Chivasso, attraversando vari comuni e strade di campagna. Il percorso, che include tratti di piste ciclabili e strade sterrate, offre viste panoramiche e un’esperienza immersiva nel Parco Fluviale del Po. Adatto per ciclisti amatoriali, esclusi i periodi piovosi.
    Punti di Interesse
  • Ponte Vittorio Emanuele III: storico ponte inaugurato nel 1912.
  • Centro storico di San Raffaele Cimena: comune di origine romana.
  • Chiesa collegiata di Santa Maria Assunta: noto come Duomo di Chivasso, risalente al 1415.
  • Spiaggia fluviale presso il ponte sull’Orco: area popolare per relax e pic-nic.
  • Confluenza Po-Orco-Malone: area naturale protetta, raggiungibile con una variante di 3 km.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Dall’aeroporto alla stazione passando per i campi

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Stazione di Caselle Torinese
  • Fine: Stazione di Volpiano
  • Lunghezza: Circa 17 km
  • Descrizione: L’itinerario collega la stazione di Caselle T.se con la stazione di Volpiano, attraversando i comuni di Mappano e Leinì. Un percorso vario che combina piste ciclabili, strade provinciali poco trafficate e strade bianche immerse in una campagna suggestiva. Perfetto per gli spostamenti quotidiani e l’interscambio modale treno-bicicletta.
    Punti di Interesse:
  • Chiesa dei Battuti: barocco piemontese del 1720 a Caselle T.se.
  • Centro storico di Leinì: con la Torre dell’Ammiraglio e la Chiesa dei Ss. Pietro e Paolo.
  • Volpiano: centro storico con la Chiesa di San Rocco.
  • Cascine storiche: distribuite lungo il percorso.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Dalla città alla Venaria Reale

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Torino
  • Fine: Venaria Reale
  • Lunghezza: Circa 32 km
  • Descrizione: Parte dell’anello “Corona di Delizie”, questo itinerario collega Torino a Venaria, attraversando San Mauro T.se, Settimo T.se e Borgaro T.se. Un percorso che unisce piste ciclabili, strade provinciali poco trafficate, percorsi di campagna e le anse del Po e della Stura.
    Punti di Interesse
  • Punto Panoramico di San Mauro: vista sulla città e il fiume.
  • Palazzo Birago a Borgaro: architettura storica.
  • Parco Cascina Castelverde a Settimo: area verde e storica.
  • Reggia di Venaria: magnifico complesso architettonico e giardini storici.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

La Ciclostura tra storia e natura

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Stazione di Borgaro Torinese
  • Fine: Stazione di Ciriè
  • Lunghezza: Circa 14 km
  • Descrizione: L’itinerario attraversa Caselle T.se e San Maurizio Canavese, includendo piste ciclabili e percorsi in aree protette. Una variante più naturalistica di 17 km offre un’immersione nella vegetazione lungo la Stura.
    Punti di Interesse
  • Cappella sulla ciclostrada a Ciriè.
  • Piazza Boschiassi a Caselle: con edifici di pregio come il castello e le chiese.
  • Palazzo d’Oria a Ciriè: villa storica della “corona di delizie”.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Dalla Dora ai piedi del Musinè (Anello Pianezza)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Pianezza
  • Fine: Pianezza
  • Lunghezza: Circa 23 km
  • Descrizione: Un anello che attraversa Pianezza, Alpignano e Caselette, con un percorso vario tra piste ciclabili, sterrati e strade provinciali. Offre viste panoramiche sul Monte Musinè e attraversa il verde della Dora Riparia.
    Punti di Interesse*
  • Pieve di San Pietro a Pianezza: storico luogo di culto.
  • Ecomuseo Sogno di luce ad Alpignano.
  • Centro storico di Caselette: con i castelli Cays di Pierlas e Camerletto.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Anello naturalistico periurbano (Anello Collegno)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Parco della Certosa di Collegno
  • Fine: Parco della Certosa di Collegno
  • Lunghezza: Circa 20 km
  • Descrizione: Un anello che attraversa Collegno, Pianezza, Druento e Savonera. Il percorso combina piste ciclabili, strade poco trafficate e sterrati, attraversando aree naturali e verdi lungo la Dora Riparia.
    Punti di Interesse
  • Parco della Certosa di Collegno.
  • Centro storico di Druento.
  • Strada Comunale dei Pasturanti: percorso sterrato storico.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Anello della collina morenica (Anello Rivoli)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Rivoli
  • Fine: Rivoli
  • Lunghezza: Circa 29 km
  • Descrizione: Un anello che attraversa Rivoli, Rosta, Buttigliera Alta, Reano, Villarbasse e Rivalta. Combina strade provinciali, sterrati e piste ciclabili, passando per aree rurali e centri storici.
    Punti di Interesse
    • Centro storico di Rivoli: con il Castello di Rivoli.
    • Villarbasse: con il centro storico e la bealera di Rivalta.
    • Torrente Sangone: area verde lungo il fiume.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Tra boschi e centri storici (Rosta - Rivalta)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Rosta
  • Fine: Rivalta
  • Lunghezza: Circa 10 km
  • Descrizione: Il percorso unisce Rosta e Rivalta, passando per Villarbasse. Attraversa boschi morenici e centri storici, offrendo un collegamento tra gli itinerari O3 e O5.
    Punti di Interesse
    • Centro storico di Villarbasse: di origine medievale.
    • Itinerario dei Tre Truc: percorso panoramico nei boschi.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

La via dei Pellegrini (Rivoli - Buttigliera Alta)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Rivoli
  • Fine: Buttigliera Alta
  • Lunghezza: Circa 12 km
  • Descrizione: L’itinerario attraversa la collina morenica tra Rivoli e Buttigliera Alta, seguendo il sentiero “Via dei Pellegrini”. Un percorso suggestivo con boschi cedui, torrenti e massi erratici del periodo quaternario. Il tracciato offre viste panoramiche e attraversa aree di interesse storico e naturalistico.
    Punti di Interesse
    • Stagno Pessina: area attrezzata per pic-nic.
    • Centro storico di Buttigliera Alta: con edifici storici e massi erratici.
    • Percorso Via dei Pellegrini: itinerario storico e naturalistico.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Corona Ovest (Grugliasco - Venaria)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Venaria Reale
  • Fine: Grugliasco
  • Lunghezza: Circa 33 km
  • Descrizione: Parte dell’anello “Corona di Delizie”, questo percorso unisce Venaria, Druento, San Gillio, Pianezza, Alpignano, Rivoli, Grugliasco e Collegno. Il tracciato offre una combinazione di piste ciclabili, strade provinciali poco trafficate e sentieri lungo le anse della Dora Riparia, con numerosi siti di interesse storico e naturalistico.
    Punti di Interesse
    • Reggia di Venaria: magnifico complesso architettonico.
    • Villaggio Leumann a Collegno: quartiere operaio in stile Liberty.
    • Lago Fontaney: conca morenica rinaturalizzata.
    • Castello di Rivoli: sede del Museo d’Arte Contemporanea.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Tra boschi e centri storici (Rosta - Rivalta)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Rosta
  • Fine: Rivalta
  • Lunghezza: Circa 10 km
  • Descrizione: L’itinerario unisce Rosta e Rivalta, attraversando Villarbasse e il bosco morenico tra Rivoli e Avigliana. Il percorso include strade comunali e sterrati, offrendo un collegamento naturale tra gli itinerari O3 e O5.
    Punti di Interesse
    • Centro storico di Villarbasse: borgo medievale.
    • Itinerario dei Tre Truc: percorso panoramico nei boschi.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Anello naturalistico periurbano (Anello Collegno)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Parco della Certosa di Collegno
  • Fine: Parco della Certosa di Collegno
  • Lunghezza: Circa 20 km
  • Descrizione: Un anello che attraversa Collegno, Pianezza, Druento e Savonera. Il percorso combina piste ciclabili, strade poco trafficate e sterrati, attraversando aree naturali e verdi lungo la Dora Riparia.
    Punti di Interesse
    • Parco della Certosa di Collegno.
    • Centro storico di Druento.
    • Strada Comunale dei Pasturanti: percorso sterrato storico.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Salita al Monte San Giorgio

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Ca’ Dorina
  • Fine: Ca’ Dorina
  • Lunghezza: Circa 13 km
  • Descrizione: Un anello principalmente su fondo sterrato, con tratti di salita impegnativi che raggiungono la cima del Monte San Giorgio (837 m). Il percorso offre viste panoramiche e attraversa il Parco Naturale Provinciale.
    Punti di Interesse
    • Cappella di San Giorgio: stile romanico, costruita in pietra prima dell’anno 1000.
    • Chiesa di San Vito: di origine romanica, con facciata barocca.
    • Colle della Serva e Colle di Pré: punti panoramici lungo il percorso.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Dai Monti Pelati al Lago di Candia

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Riserva Naturale Provinciale dei Monti Pelati
  • Fine: Parco Naturale Provinciale Lago di Candia
  • Lunghezza: Circa 25 km
  • Descrizione: Percorso prevalentemente sterrato che attraversa l’Anfiteatro Morenico di Ivrea, passando per diversi comuni e ambienti naturali unici.
    Punti di Interesse
    • Cappella San Giacomo Apostolo: del secolo XI.
    • Chiesa di Santo Stefano del Monte: architettura romanica del Canavese.
    • Area Naturalistica “Pianezze”: con aree umide e fontane.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

I Monti Pelati

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Castellamonte
  • Fine: Castellamonte
  • Lunghezza: Circa 10,5 km
  • Descrizione: Anello su fondo sterrato che attraversa la Riserva Naturale dei Monti Pelati e i boschi limitrofi, offrendo un paesaggio caratterizzato dalla scarsità di vegetazione e affioramenti rocciosi.
    Punti di Interesse
    • Torre Cives: del XII secolo.
    • Lago Gurzia: bacino idroelettrico.
    • Riserva Naturale dei Monti Pelati: con paesaggi “lunari”.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Da Chivasso a Candia

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Chivasso
  • Fine: Parco Naturale Provinciale Lago di Candia
  • Lunghezza: Circa 20 km
  • Descrizione: Percorso principalmente asfaltato, con l’ultimo tratto sterrato, attraverso le campagne e le colline del Canavese, passando per la Mandria di Chivasso e il Castello di Mazzè.
    Punti di Interesse
    • Mandria di Chivasso: tenuta storica.
    • Castello di Mazzè: risalente al XIV secolo.
    • Aurifodina di Casale di Mazzè: antica miniera d’oro.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Anello tra lago e colline

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Parco Naturale Provinciale Lago di Candia
  • Fine: Parco Naturale Provinciale Lago di Candia
  • Lunghezza: Circa 15,2 km
  • Descrizione: Itinerario ad anello su fondo sterrato che circonda il Lago di Candia, attraversando le colline dell’Erbaluce e i campi coltivati.
    Punti di Interesse
    • Colline dell’Erbaluce: rinomati vigneti.
    • Lago di Candia: importante zona umida e Sito di Importanza Comunitaria.
    • Area Naturalistica “Pianezze”: con scorci panoramici.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Pedalando intorno al Lago di Candia

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Parco Naturale Provinciale Lago di Candia
  • Fine: Parco Naturale Provinciale Lago di Candia
  • Lunghezza: Circa 10,2 km
  • Descrizione: Un anello attorno al Lago di Candia, prevalentemente su fondo sterrato, attraversando il Parco Naturale e le colline circostanti.
    Punti di Interesse
    • Lago di Candia: zona umida con specie avifaunistiche rare.
    • Sentiero delle Pietre Bianche: percorso storico-naturalistico.
    • Colline dell’Erbaluce: zona vinicola rinomata.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Chieri - Riva presso Chieri - S. Giovanni di Riva - Chieri

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Chieri
  • Fine: Chieri
  • Lunghezza: Circa 22,7 km
  • Descrizione: Un itinerario pianeggiante su asfalto, che segue i percorsi della centuriazione romana, con tratti immersi nella campagna tra Chieri, Riva e Buttigliera. Adatto a tutti i ciclisti e percorribile in ogni stagione. Varianti su sterrato per MTB o bici ibride.
    Punti di Interesse
    • Campagna del Chierese: paesaggi agricoli.
    • Statua di San Domenico Savio.
    • Santuario della Madonna della Fontana: area picnic.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Chieri - Riva presso Chieri - Poirino - Isolabella - Villanova - Chieri

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Chieri
  • Fine: Chieri
  • Lunghezza: Circa 53 km
  • Descrizione: Itinerario circolare nel Pianalto Astigiano, noto per gli asparagi e le peschiere. Toccando Poirino, Isolabella e Villanova d’Asti, si attraversano centri agricoli con edifici medievali.
    Punti di Interesse
    • Torre astense a Riva presso Chieri.
    • Chiesa di Santa Croce a Poirino.
    • Torre dell’orologio a Villanova d’Asti.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Chieri - Torino (Parco delle Vallere)

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Chieri
  • Fine: Torino (Parco delle Vallere)
  • Lunghezza: Circa 16,2 km (14,5 km per la variante)
  • Descrizione: Un itinerario di collegamento che evita le salite della collina, ideale per raggiungere Torino da Chieri su strade secondarie. Variante più breve con tratti di strada bianca.
    Punti di Interesse
    • Campi coltivati a Chieri.
    • Chiesetta della Natività di Maria a Cambiano.
    • Vista di Torino da Moncalieri.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Chieri - Pessione - Riva presso Chieri - Chieri

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Chieri
  • Fine: Chieri
  • Lunghezza: Circa 14,6 km
  • Descrizione: Itinerario circolare, quasi totalmente su pista ciclabile, per una breve passeggiata fuori porta. Include il Museo Martini di Storia dell’Enologia a Pessione e Palazzo Grosso a Riva presso Chieri.
    Punti di Interesse
    • Percorso ciclabile nei campi a Chieri.
    • Palazzo Grosso a Riva presso Chieri.
    • Museo Martini a Pessione.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Chieri - Carmagnola - Chieri

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Chieri
  • Fine: Chieri
  • Lunghezza: Circa 56,8 km
  • Descrizione: Itinerario circolare che porta a Carmagnola passando per Cambiano, Santena, Villastellone e Borgo Cornalese. Include punti di interesse storico come Villa del Maistre, il centro storico di Carmagnola e la Villa Cavour a Santena.
    Punti di Interesse
    • Percorso ciclabile nel Chierese.
    • Abbazia di Casanova a Carmagnola.
    • Campagna tra Chieri e Carmagnola.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Chieri - Riva presso Chieri - Pralormo

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Inizio: Chieri
  • Fine: Pralormo
  • Lunghezza: Circa 23,8 km
  • Descrizione: Itinerario nord-sud attraverso il Pianalto Astigiano, includendo piccole borgate e punti di interesse storico come Palazzo Grosso a Riva presso Chieri e la Torre Valgorrera a Pralormo.
    Punti di Interesse
    • Strada sterrata Borgata Tamagnone.
    • Chiesa parrocchiale di San Donato a Pralormo.
    • Cascina nella campagna di Pralormo.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Itinerario Carmagnola-Racconigi-Carmagnola

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Partenza: Piazza Manzoni, Carmagnola
  • Arrivo: Piazza Manzoni, Carmagnola
  • Lunghezza: Circa 35,33 km
  • Asfalto: 23,97 km (68%)
  • Sterrato: 11,36 km (32%)
  • Difficoltà: facile
  • Bici consigliata: MTB, cicloturismo
  • Periodo consigliato: Aprile-Ottobre

Descrizione dell’itinerario: Percorso ad anello tra le campagne di Carmagnola, Caramagna e Racconigi. Adatto a tutti i ciclisti.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Itinerario Carmagnola-Villastellone-Carignano

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Partenza: Piazza Manzoni, Carmagnola
  • Arrivo: Piazza S. Giovanni, Carignano
  • Lunghezza: Circa 13,12 km
  • Asfalto: 7,42 km (57%)
  • Sterrato: 5,70 km (43%)
  • Difficoltà: facile
  • Bici consigliata: MTB, cicloturismo
  • Periodo consigliato: Aprile-Ottobre

Descrizione dell’itinerario: Percorso pianeggiante tra Carmagnola, Villastellone e Carignano, attraversando cascine, borgate e ambienti naturalistici.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Itinerario Carignano-Vinovo-La Loggia-Moncalieri

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Partenza: Piazza S. Giovanni, Carignano
  • Arrivo: C.so Trieste, Moncalieri
  • Lunghezza: Circa 21,5 km
  • Asfalto: 16,35 km (76%)
  • Sterrato: 5,15 km (24%)
  • Difficoltà: facile
  • Bici consigliata: MTB, cicloturismo
  • Periodo consigliato: Aprile-Ottobre

Descrizione dell’itinerario: Percorso pianeggiante attraversando le campagne di Carignano, Vinovo, La Loggia e Moncalieri, fino al Parco delle Vallere.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Itinerario Carignano-Santena

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Partenza: Piazza S. Giovanni, Carignano
  • Arrivo: Piazza Visconti Venosta, Santena
  • Lunghezza: Circa 14,56 km
  • Asfalto: 10,37 km (71%)
  • Sterrato: 4,19 km (29%)
  • Difficoltà: facile
  • Bici consigliata: MTB, cicloturismo
  • Periodo consigliato: Aprile-Ottobre

Descrizione dell’itinerario: Percorso pianeggiante tra le zone rurali di Carignano e Santena, passando per spazi coltivati e laghi di cave attive o dismesse.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Itinerario Carignano-Villastellone-Carmagnola-Poirino

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Partenza: Piazza S. Giovanni, Carignano
  • Arrivo: Via Cesare Rossi, Poirino
  • Lunghezza: Circa 22,25 km
  • Asfalto: 10,91 km (50%)
  • Sterrato: 11,34 km (50%)
  • Difficoltà: facile
  • Bici consigliata: MTB, cicloturismo
  • Periodo consigliato: Aprile-Ottobre

Descrizione dell’itinerario: Percorso pianeggiante tra Carignano, Villastellone, Carmagnola e Poirino, attraversando campagne e ambienti rurali.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Itinerario Santena-Cambiano-Pecetto Torinese

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Partenza: Piazza Visconti Venosta, Santena
  • Arrivo: Piazza della Parrocchia, Pecetto Torinese
  • Lunghezza: Circa 17,46 km
  • Asfalto: 12,84 km (74%)
  • Sterrato: 4,62 km (26%)
  • Difficoltà: media
  • Bici consigliata: MTB, cicloturismo
  • Periodo consigliato: Aprile-Ottobre

Descrizione dell’itinerario: Itinerario pianeggiante nella prima parte e collinare nella seconda, attraverso Santena, Cambiano e Pecetto Torinese.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Itinerario Santena-Cambiano-Chieri

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Partenza: Piazza Visconti Venosta, Santena
  • Arrivo: Piazza Duomo, Chieri
  • Lunghezza: Circa 17,48 km
  • Asfalto: 8,87 km (51%)
  • Sterrato: 8,61 km (49%)
  • Difficoltà: facile
  • Bici consigliata: MTB, cicloturismo
  • Periodo consigliato: Aprile-Ottobre

Descrizione dell’itinerario: Percorso precollinare tra Santena, Cambiano, Trofarello e Chieri, adatto a tutti i ciclisti.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Itinerario Pecetto Torinese-Pino Torinese-Chieri

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Partenza: Via Circonvallazione e Strada Eremo, Pecetto Torinese
  • Arrivo: Chiesa di San Giorgio, Chieri
  • Lunghezza: Circa 15,56 km
  • Asfalto: 9,99 km (64%)
  • Sterrato: 5,57 km (36%)
  • Difficoltà: media
  • Bici consigliata: MTB, cicloturismo
  • Periodo consigliato: Aprile-Ottobre

Descrizione dell’itinerario: Percorso ondulato e panoramico tra le colline di Pecetto Torinese, Pino Torinese e Chieri, con viste mozzafiato.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Itinerario Chieri-Riva presso Chieri-Poirino

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Partenza: Piazza San Giorgio, Chieri
  • Arrivo: Via Rossi (davanti al Municipio), Poirino
  • Lunghezza: Circa 22,70 km
  • Asfalto: 14,63 km (64%)
  • Sterrato: 8,07 km (36%)
  • Difficoltà: facile
  • Bici consigliata: MTB, cicloturismo
  • Periodo consigliato: Aprile-Ottobre

Descrizione dell’itinerario: Percorso perlopiù pianeggiante che attraversa la campagna tra Chieri e Poirino, ideale per ciclisti di tutti i livelli.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Itinerario Riva presso Chieri-Arignano-Marentino

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Partenza: Piazza Parrocchia (davanti a Palazzo Grosso), Riva presso Chieri
  • Arrivo: Via San Carlo (davanti al Municipio), Marentino
  • Lunghezza: Circa 13,93 km
  • Asfalto: 10,20 km (73%)
  • Sterrato: 3,73 km (27%)
  • Difficoltà: facile fino al km 12, poi impegnativa
  • Bici consigliata: MTB, cicloturismo
  • Periodo consigliato: Aprile-Ottobre

Descrizione dell’itinerario: Percorso lievemente mosso, pianeggiante al 90% con un tratto finale collinare, attraversando la campagna di Riva presso Chieri, Arignano e Marentino, con punti di interesse storico e panoramici.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Itinerario Poirino-Pralormo

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Partenza: Via Cesare Rossi (davanti al Palazzo Comunale), Poirino
  • Arrivo: Piazza Vittorio Emanuele (davanti alla Parrocchia), Pralormo
  • Lunghezza: Circa 15,37 km
  • Asfalto: 10,89 km (71%)
  • Sterrato: 4,48 km (29%)
  • Difficoltà: facile
  • Bici consigliata: MTB, cicloturismo
  • Periodo consigliato: Aprile-Ottobre

Descrizione dell’itinerario: Percorso praticamente pianeggiante che si snoda sul Pianalto di Poirino, tra cascine, peschiere e borghi storici.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Itinerario Pralormo-Poirino-Carmagnola

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Partenza: Piazza Vittorio Emanuele II (davanti alla chiesa di San Donato), Pralormo
  • Arrivo: Piazza Manzoni (davanti alla chiesa di San Filippo), Carmagnola
  • Lunghezza: Circa 25,90 km
  • Asfalto: 17,36 km (67%)
  • Sterrato: 8,54 km (33%)
  • Difficoltà: facile
  • Bici consigliata: MTB, cicloturismo
  • Periodo consigliato: Aprile-Ottobre

Descrizione dell’itinerario: Percorso lievemente mosso tra le campagne di Pralormo, Poirino e Carmagnola, ideale per una pedalata tranquilla immersa nella natura.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Anello Cavour - Bibiana

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Partenza: Via Roma, Cavour
  • Arrivo: Via Roma, Cavour
  • Lunghezza: Circa 18,6 km
  • Difficoltà: facile
  • Bici consigliata: MTB, cicloturismo
  • Periodo consigliato: Tutte le stagioni
  • Descrizione dell’itinerario: Percorso ad anello tra Cavour e Bibiana, passando per Campiglione Fenile. Attraversa la campagna pinerolese su strade asfaltate poco trafficate con segnaletica per ciclisti.
  • Sosta “picnic”: Non presenti aree attrezzate. Fontane: Cavour, Bibiana, Fenile, Campiglione Fenile

Punti di Interesse:

  • Castello dei Conti Battaglia: Risalente al XIX secolo.
  • Villa Luserna: Struttura neoclassica.
  • Parrocchiale di San Giovanni Battista: Risalente al 1339 con affreschi ottocenteschi.

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Anello Cavour - Villafranca Piemonte

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Partenza: Via Roma, Cavour
  • Arrivo: Via Roma, Cavour
  • Lunghezza: Circa 28,5 km
  • Difficoltà: facile
  • Bici consigliata: MTB, cicloturismo
  • Periodo consigliato: Tutte le stagioni
  • Descrizione dell’itinerario: Percorso ad anello tra Cavour e Villafranca Piemonte, attraversando la campagna pinerolese con tappe di interesse storico-artistico.
  • Sosta “picnic”: Nei pressi della Cappella della Missione, Area Naturalistica. Fontane: Cavour, Santuario di Cantogno, Villafranca Piemonte

Punti di Interesse:

  • Abbazia di Santa Maria: Fondata nel 1037.
  • Sepolcreto di Sonnaz
  • Santuario di Cantogno
  • Cappella della Missione
  • Castello di Marchierù

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Stupinigi - Cavour

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Partenza: Parco Naturale di Stupinigi
  • Arrivo: Parco Naturale della Rocca di Cavour
  • Lunghezza: Circa 35 km + 15 km itinerario CA1
  • Difficoltà: facile
  • Bici consigliata: MTB
  • Periodo consigliato: Tutte le stagioni
  • Descrizione dell’itinerario: Collegamento tra Stupinigi e Cavour, attraverso strade a basso traffico e piste ciclabili. Attraversa parchi naturali e aree agricole.
  • Sosta “picnic”: Parco Naturale di Stupinigi, Cercenasco. Fontane: Stupinigi, Borgaretto, Villafranca Piemonte, Santuario di Cantogno, Cavour

Punti di Interesse:

  • Palazzina di Caccia di Stupinigi
  • Parco Naturale di Stupinigi
  • Rocca di Cavour

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

La Rocca di Cavour

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Partenza: Parco Naturale della Rocca di Cavour
  • Arrivo: Parco Naturale della Rocca di Cavour
  • Lunghezza: Circa 5 km (anello più salita e discesa per la Rocca)
  • Difficoltà: facile attorno alla Rocca, media la salita e discesa
  • Bici consigliata: MTB
  • Periodo consigliato: Tutte le stagioni
  • Descrizione dell’itinerario: Percorso attorno alla Rocca di Cavour con possibilità di salita e discesa per ammirare la vista panoramica della pianura pinerolese.
  • Sosta “picnic”: Area attrezzata sulla vetta della Rocca. Fontane: Cavour, sulla strada che sale alla Rocca

Punti di Interesse:

  • Abbazia di Santa Maria
  • Museo Archeologico di Caburrum
  • Rocca di Cavour

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Anello Cavour - Campiglione Fenile

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Partenza: Via Roma, Cavour
  • Arrivo: Via Roma, Cavour
  • Lunghezza: Circa 13,8 km
  • Difficoltà: facile
  • Bici consigliata: MTB, cicloturismo
  • Periodo consigliato: Tutte le stagioni
  • Descrizione dell’itinerario: Percorso ad anello tra Cavour e Campiglione Fenile, attraversando la campagna pinerolese su strade asfaltate poco trafficate.
  • Sosta “picnic”: Non presenti aree attrezzate. Fontane: Cavour, Campiglione Fenile

Punti di Interesse:

  • Castello dei Conti Battaglia
  • Villa Luserna
  • Parrocchiale di San Giovanni Battista

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Anello Campiglione Fenile - Cavour

Percorso: Provincia di Torino

Dettagli del Percorso

  • Partenza: Campiglione Fenile
  • Arrivo: Campiglione Fenile
  • Lunghezza: Circa 8,1 km dell’anello, più 9,2 km A/R di collegamento a Cavour
  • Difficoltà: facile
  • Bici consigliata: MTB, cicloturismo
  • Periodo consigliato: Tutte le stagioni
  • Descrizione dell’itinerario: Percorso ad anello nella campagna pinerolese collegando Campiglione Fenile, Bibiana e Fenile.
  • Sosta “picnic”: Non presenti aree attrezzate. Fontane: Bibiana, Fenile, Campiglione Fenile

Punti di Interesse:

  • Castello dei Conti Martin Montù Beccaria
  • Mulino Moriena
  • Chiesa Parrocchiale di San Gervasio e Protasio

Maggiori informazioni e guida: Itinerario ciclabile della Provincia di Torino

Appendice

Mappe dettagliate dei percorsi

Nell’appendice, troverai mappe dettagliate dei principali percorsi ciclabili a Torino e in Piemonte. Queste mappe includono informazioni su lunghezza, livello di difficoltà, punti di interesse e servizi di supporto lungo il percorso.

Suggerimenti per la manutenzione della bicicletta

  1. Controllo Periodico: Effettua controlli periodici delle principali componenti della bicicletta, come i freni, le gomme, la catena e il cambio.
  2. Lubrificazione: Mantieni sempre la catena e le parti mobili ben lubrificate per garantire un funzionamento fluido.
  3. Pneumatici: Controlla regolarmente la pressione dei pneumatici e sostituisci quelli usurati per evitare forature.
  4. Freni: Verifica che i freni siano sempre efficaci. Sostituisci le pastiglie dei freni quando necessario.
  5. Pulizia: Mantieni la bicicletta pulita per prevenire l’accumulo di sporco e ruggine.

Seguendo questi suggerimenti e utilizzando le risorse fornite, potrai godere appieno delle tue avventure in bicicletta a Torino e in Piemonte, vivendo esperienze indimenticabili all’insegna della sostenibilità e del benessere.

Ringraziamenti

Grazie per aver letto la nostra Guida al ciclismo a Torino e in Piemonte. Ci auguriamo che le informazioni fornite siano state utili e abbiano ispirato la tua prossima avventura su due ruote.

Se hai trovato questa guida interessante e informativa, ti invitiamo a condividerla con amici, familiari e altri appassionati di ciclismo. Condividere le conoscenze è un modo meraviglioso per sostenere una comunità ciclistica forte e coesa, promuovendo al contempo uno stile di vita sano e sostenibile.

Che tu sia un ciclista esperto o un principiante, pedalare attraverso le meravigliose strade e percorsi del Piemonte offre esperienze uniche e indimenticabili.

Ti auguriamo una buona pedalata e un felice viaggio per il Piemonte e oltre!

Condividi su
Author Alex Avatar
Alessandro

Ti sei mai chiesto cosa significhi vivere una vita all'insegna dell'avventura e dell'autosufficienza, sfidando i confini del possibile? Permettimi di portarti nel mio mondo, dove passione e professione si fondono con la scoperta e l'innovazione.

Sono un esploratore, vanlifer, cicloturista, mountain biker e kayak tourer per vocazione. Come consulente aziendale e fotografo di professione, ho il privilegio di unire il lavoro alla mia innata passione per la scrittura. Dopo anni trascorsi come digital nomad, vagando per il mondo e assaporando ogni sfumatura della libertà, ho scelto di abbracciare uno stile di vita off the grid, dedicato all'autosufficienza.

Amo viaggiare, muovermi e trascorrere le vacanze su mountain bike, kayak e altri mezzi autocostruiti a propulsione umana. La mia dedizione alla creazione, progettazione e produzione di oggetti innovativi è l'essenza del mio essere maker.

Scrivo guide dettagliate e coinvolgenti per coloro che condividono la mia passione, basandomi sui miei studi in ingegneria, meccanica, elettronica, informatica e diritto, nonché sulle mie competenze da viaggiatore e progettista. Il mio intento è di offrire esperienze e conoscenze pratiche a chi desidera avventure autentiche e sostenibili, infondendo in ogni lettore il coraggio di esplorare nuovi orizzonti e vivere la vita nella sua forma più pura e libera.

Ti invito a unirti a me in questo viaggio straordinario, dove ogni pagina è una porta aperta verso mondi inesplorati e ogni parola un invito all'avventura.

Iscriviti alla newsletter

Ricevi le ultime notizie e aggiornamenti direttamente nella tua casella di posta elettronica. Iscriviti ora!