Scopri Asti e l'astigiano tra Langhe, Roero e Monferrato

Leggi questo post in un'altra lingua:
Autore Alessandro 9 Giugno 2024
Blog Cover

Contenuti

  1. La mappa di Asti e della sua provincia
  2. Visitare Asti e l’Astigiano
    1. Storia di Asti: breve storia dell’Astigiano
    2. Visitare Asti: i luoghi più incantevoli dell’Astigiano
      1. Langhe e Monferrato
      2. Castello di Costigliole d’Asti
      3. Parco Naturale di Rocchetta Tanaro
      4. Abbazia di Vezzolano
      5. San Sebastiano da Po
      6. Cisterna d’Asti
      7. Vigneti e Cantine
      8. Lago di Codana
      9. Piazza Alfieri di Asti
  3. I borghi più belli dell’Astigiano
    1. Cocconato
    2. Moncalvo
    3. Castagnole Monferrato
    4. Mombaldone
    5. Montemagno
    6. Grazzano Badoglio
    7. Moasca
    8. Montechiaro d’Asti
    9. Tonco
    10. Vigliano d’Asti
  4. I borghi medievali dell’Astigiano
    1. Castelnuovo Don Bosco
    2. Cortazzone
    3. Cisterna d’Asti
    4. Bubbio
    5. Costigliole d’Asti
    6. Montiglio Monferrato
    7. San Martino Alfieri
    8. Passerano Marmorito
    9. Monastero Bormida
    10. Castagnole delle Lanze
  5. Edifici storici dell’Astigiano
    1. I palazzi e gli edifici civili più importanti dell’Astigiano
      1. Palazzo Mazzetti (Asti)
      2. Palazzo Alfieri (Asti)
      3. Palazzo Ottolenghi (Asti)
      4. Palazzo del Comune (Asti)
      5. Palazzo Gazelli di Rossana (Asti)
      6. Palazzo Zoya (Asti)
      7. Palazzo Malabaila (Asti)
      8. Palazzo Catena (Asti)
      9. Palazzo Amico di Castell’Alfero (Castell’Alfero)
    2. I più importanti castelli dell’Astigiano
      1. Castello di Costigliole d’Asti
      2. Castello di Montemagno
      3. Castello di Calosso
      4. Castello di Govone
      5. Castello di Piea
      6. Castello di Cisterna d’Asti
      7. Castello di Monastero Bormida
      8. Castello di Scurzolengo
      9. Castello di Moasca
      10. Castello di Castell’Alfero
      11. Castello di Burio
      12. Castello di San Martino Alfieri
    3. Torri e fortificazioni dell’Astigiano
      1. Torre Troyana (Asti)
      2. Torre Rossa di San Secondo (Asti)
      3. Torre De Regibus (Asti)
      4. Torre Quartero (Asti)
      5. Torre Guttuari (Asti)
      6. Torre Natta (Asti)
    4. Asti sacra: abbazie, monasteri, cattedrali, chiese e conventi dell’Astigiano
      1. Abbazia di Santa Maria di Vezzolano (Albugnano)
      2. Abbazia di Santa Fede (Cavagnolo)
      3. Cattedrale di Santa Maria Assunta (Asti)
      4. Collegiata di San Secondo (Asti)
      5. Santuario della Beata Vergine del Portone (Asti)
      6. Chiesa di San Pietro in Consavia (Asti)
      7. Chiesa di Santa Caterina (Asti)
      8. Chiesa di Santa Maria Nuova (Asti)
      9. Chiesa di San Paolo (Asti)
      10. Chiesa di San Silvestro (Asti)
      11. Chiesa di San Secondo (Cortazzone)
      12. Chiesa di Sant’Andrea (Camerano Casasco)
    5. Le ville storiche di Asti e dell’Astigiano
      1. Villa Cossetti (Incisa Scapaccino)
      2. Villa Loreto (Costigliole d’Asti, XVIII secolo)
      3. Villa Poggio (Costigliole d’Asti, XVIII secolo)
    6. Altri edifici storici dell’Astigiano
      1. Cripta e museo di Sant’Anastasio
      2. Teatro Alfieri
  6. Aree archeologiche nell’astigiano
    1. Parco paleontologico astigiano
    2. Domus romana di Asti
  7. Parchi e natura dell’Astigiano
    1. I parchi della Città di Asti
      1. Parco della Resistenza
      2. Parco Rio Crosio
    2. I parchi naturali dell’Astigiano
      1. Parco Naturale di Rocchetta Tanaro (Asti) [1.290 ettari]
      2. Riserva Naturale Speciale della Valle Andona, Valle Botto e Valle Grande (Asti) [930 ettari]
      3. Riserva Naturale Speciale della Val Sarmassa (Asti) [231 ettari]
      4. Fiume Tanaro
  8. Itinerari cicloturistici nell’Astigiano
    1. La Strada del Vino dell’Astigiano (70 km)
    2. L’Anello del Monferrato Astigiano (60 km)
    3. Il Percorso del Tanaro (50 km)
    4. La Via Francigena del Monferrato Astigiano
    5. L’Anello di Costigliole d’Asti (40 km)
    6. Il Percorso delle Colline Alfieri (50 km)
    7. L’Anello dei Castelli Astigiani (80 km)
    8. Il Percorso della Strada Romantica delle Langhe e del Roero (60 km)
    9. L’Anello di Villanova d’Asti (40 km)
    10. Il Percorso del Castello di Cisterna d’Asti (30 km)
  9. Tour e attrazioni da non perdere nell’Astigiano
    1. I musei dell’Astigiano
      1. Il Museo di Arte e Storia di Casale Monferrato
      2. Il Museo Paleontologico di Asti
      3. Il Museo del Risorgimento di Asti
      4. Il Museo del Giocattolo di Asti
    2. Villa del Foro
    3. Enoteche e Cantine Vinicole
  10. Visitare Asti e l’Astigiano: Un viaggio sostenibile e autentico
    1. Bicicletta con roulotte
    2. Altri modi per esplorare l’Astigiano
    3. Collegamenti principali
  11. Aree di Sosta per Camper Gratuite ad Asti e nell’Astigiano
  12. Un viaggio da ricordare
  13. Un ringraziamento al lettore

Benvenuti in questa guida dedicata a chi desidera visitare Asti e scoprire l’Astigiano, un territorio ricco di storia, cultura e bellezze naturali. Se stai pianificando un weekend ad Asti o delle vacanze nell’Astigiano, sei nel posto giusto. Questa guida è pensata per offrirti tutte le informazioni necessarie su cosa vedere ad Asti e cosa vedere nell’Astigiano, garantendoti un’esperienza indimenticabile.

visitare Asti e l'Astigiano
visitare Asti e l'Astigiano

Visitare Asti significa immergersi in una città che ha conservato il suo fascino medievale, con i suoi vicoli stretti, le torri antiche e le maestose chiese. Passeggiando per le strade di Asti, potrai scoprire monumenti storici come la Cattedrale di Santa Maria Assunta, il Palazzo Mazzetti e la Torre Troyana, che ti racconteranno la ricca storia di questa città. Non mancano poi le occasioni per gustare la prelibata cucina locale e i famosi vini dell’Astigiano, che renderanno il tuo weekend ad Asti ancora più speciale.

Ma Asti è solo l’inizio. Scoprire l’Astigiano significa esplorare una provincia piena di sorprese, dove ogni borgo ha una storia da raccontare e ogni collina offre panorami mozzafiato. Tra i luoghi imperdibili, segnaliamo Nizza Monferrato, con il suo mercato antico, e Canelli, famosa per le sue cattedrali sotterranee del vino, un patrimonio UNESCO. Non perdere l’occasione di visitare le affascinanti colline del Monferrato, perfette per una passeggiata o una degustazione di vini.

Se ti stai chiedendo cosa vedere ad Asti e cosa vedere nell’Astigiano, questa guida ti offrirà una panoramica completa delle principali attrazioni, dei migliori ristoranti e delle esperienze più autentiche da vivere. Che tu stia organizzando una breve fuga o una vacanza più lunga, troverai suggerimenti e consigli utili per pianificare al meglio il tuo soggiorno.

Le vacanze ad Asti e le vacanze nell’Astigiano sono l’occasione perfetta per staccare dalla routine quotidiana e immergersi in un’atmosfera rilassante e accogliente. Che tu sia un amante della storia, della natura, della buona tavola o del vino, questo territorio saprà conquistarti e lasciarti ricordi indelebili.

Unisciti a noi in questo viaggio e scopri con i tuoi occhi le meraviglie di Asti e dell’Astigiano. Lasciati guidare alla scoperta di luoghi incantevoli, sapori autentici e tradizioni millenarie. Buona lettura e buon viaggio!

Introduzione

Benvenuti ad Asti e nell’Astigiano, terra ricca di storia, cultura e tradizioni enogastronomiche.

Situata nel cuore del Piemonte, questa regione storica offre un affascinante mix di città storiche, pittoreschi borghi medievali e splendidi paesaggi collinari. Conosciuta a livello internazionale per i suoi vini pregiati e la sua deliziosa cucina, Asti è il luogo ideale per chi cerca un’esperienza autentica e immersiva.

Paesaggi dell'Astigiano
Paesaggi dell'Astigiano

In questa guida, esploreremo i punti salienti di questa meravigliosa regione, dai borgi più belli, ai monumenti storici, alle delizie culinarie, offrendo consigli utili per una visita indimenticabile di Asti e dell Astigiano.

Visitare Asti e l'astigiano: note sul copyright

Tutti i contenuti della presente guida (Visitare Asti e l’astigiano) sono protetti da copyright e sono di proprietà esclusiva di Alessandro Lussi, ad eccezione dei contenuti di terzi, il cui utilizzo nella presente guida è fatto in conformità alle leggi. È vietata qualsiasi riproduzione, distribuzione, trasmissione, pubblicazione o utilizzo non autorizzato, totale o parziale, dei testi, delle immagini e di qualsiasi altro materiale quì presente, senza il preventivo consenso scritto del titolare del copyright. Qualsiasi violazione sarà perseguibile ai sensi delle leggi vigenti in materia di tutela dei diritti d’autore. Per richieste di autorizzazione o ulteriori informazioni, si prega di contattare il titolare dei diritti di copyright: Alessandro Lussi[www.alessandrlussi.it].

La mappa di Asti e della sua provincia

Per facilitare la tua visita di Asti e dell’Astigiano, abbiamo creato una mappa interattiva che raccoglie tutte le destinazioni trattate in questa guida. Questa mappa ti aiuterà a pianificare il tuo viaggio e ad orientarti tra le varie tappe dell’itinerario.

Nella mappa allegata sono stati indicati i borghi, i castelli, le torri, gli edifici religiosi, i parchi naturali e gli altri punti di interesse oltre ai parcheggi per camper e van attrezzati che risultano aperti. Le informazioni che ti forniamo, accurate oggi, possono cambiare.

La mappa dei punti di interesse di Asti e dell’Astigiano ti permetterà di visualizzare la posizione esatta di castelli, abbazie, borghi e altre attrazioni. Ogni segnaposto ha un nome identificativo.

Usare la mappa è semplice:

  1. Zoom: puoi ingrandire e rimpicciolire per vedere più da vicino le varie aree e i dettagli.
  2. Segnaposti: ogni segnaposto rappresenta uno dei luoghi misteriosi descritti nella guida. Cliccando su di essi, troverai informazioni utili e curiosità sul sito.
  3. Itinerari: potrai visualizzare percorsi suggeriti per un viaggio più organizzato e fluido, collegando i vari punti di interesse in modo logico e accessibile.

Prepara il tuo spirito avventuroso e lasciati guidare attraverso i percorsi dell’Astigiano. Buon viaggio!

Visitare Asti e l’Astigiano

Visitare Asti e l’Astigiano significa immergersi in un territorio dove la storia e la modernità si fondono armoniosamente. La Città di Asti, famosa per il suo Palio e i suoi vini, offre numerosi punti di interesse, tra cui la Cattedrale di Santa Maria Assunta, la Torre Troyana e il Museo Paleontologico.

il Palio di Asti
il Palio di Asti

Nei dintorni, gli splendidi borghi - tra cui spiccano Moncalvo, Costigliole d’Asti e Nizza Monferrato offrono un’esperienza autentica con le loro stradine acciottolate, le cantine vinicole e le viste mozzafiato sulle colline.

Che siate amanti dell’arte, della storia, della natura o della buona tavola, l’Astigiano saprà conquistarvi con il suo fascino e la sua ospitalità.

Sei appassionato di misteri? Leggi anche la nostra guida sui luoghi più misteriosi e inquietanti della provincia di Asti

Storia di Asti: breve storia dell’Astigiano

Asti, situata nel cuore del Piemonte, vanta una storia millenaria che ha visto il passaggio di numerose civiltà e il susseguirsi di eventi storici di grande rilevanza. Le origini della città risalgono all’epoca romana, quando era conosciuta come Hasta Pompeia. Fondata come colonia romana nel II secolo a.C., Asti divenne rapidamente un importante nodo commerciale grazie alla sua posizione strategica lungo la Via Fulvia, che collegava Tortona a Torino.

Nel Medioevo, Asti si affermò come uno dei comuni più prosperi dell’Italia settentrionale. La città acquisì importanza economica e politica, diventando un libero comune nel XII secolo. Asti divenne famosa per i suoi banchieri e mercanti, che commerciavano non solo in Italia, ma in tutta Europa. Questo periodo fu caratterizzato da frequenti conflitti con le città vicine e da alleanze strategiche, come quella con Milano.

La potenza economica di Asti nel Medioevo è testimoniata dalla presenza di numerose torri e palazzi nobiliari, molti dei quali ancora visibili oggi. Tra i monumenti più significativi dell’epoca vi è la Torre Troyana, una delle meglio conservate della città, e la Cattedrale di Santa Maria Assunta, un magnifico esempio di architettura gotica.

La torre Troyana ad Asti
La torre Troyana ad Asti

Asti raggiunse il suo apice nel XIII secolo, quando la città divenne un centro bancario di primo piano. I banchieri astigiani finanziarono re e imperatori, accrescendo ulteriormente la ricchezza e l’influenza della città. Tuttavia, il XIV secolo segnò l’inizio di un periodo di declino, dovuto a lotte interne e alla crescente influenza dei Visconti di Milano, che nel 1342 riuscirono a imporre il loro controllo su Asti.

Nel 1575, Asti passò sotto il dominio dei Savoia, entrando a far parte del Ducato di Savoia: questo segnò l’inizio di una nuova fase di sviluppo per la città, che vide un rinnovato interesse per l’architettura e l’urbanistica. Durante questo periodo furono infatti costruiti numerosi edifici barocchi, tra cui il Palazzo Mazzetti e il Palazzo Ottolenghi.

Il XVIII secolo vide Asti coinvolta nelle guerre di successione europee, che portarono a saccheggi e distruzioni. Nonostante ciò, la città riuscì a mantenere la sua importanza economica e culturale e nel XIX secolo - con l’Unità d’Italia - divenne un importante centro agricolo e vinicolo, noto soprattutto per la produzione dell’Asti Spumante e del Moscato d’Asti.

Il XX secolo portò ulteriori cambiamenti, con lo sviluppo industriale e l’espansione urbana. Durante la Seconda Guerra Mondiale, Asti fu occupata dalle forze tedesche e subì bombardamenti, ma riuscì a riprendersi rapidamente nel dopoguerra, diventando un importante centro agricolo e industriale del Piemonte.

Oggi, Asti è una città che combina la ricca eredità storica con una vivace vita culturale e un’economia dinamica. Le sue tradizioni, come il famoso Palio di Asti, continuano ad attrarre visitatori da tutto il mondo, rendendo la città un luogo unico dove il passato e il presente si incontrano.

Visitare Asti: i luoghi più incantevoli dell’Astigiano

L’Astigiano, situato nel cuore del Piemonte, è una terra ricca di storia, cultura e tradizioni enogastronomiche. Questa affascinante regione offre una varietà di luoghi incantevoli e romantici, perfetti per vivere momenti speciali con il proprio partner, la propria famiglia, i propri amici o anche in solitaria. I paesaggi collinari, i borghi medievali, le antiche abbazie e le cantine storiche fanno dell’Astigiano una meta ideale per chi cerca bellezza e tranquillità. Che si tratti di una passeggiata tra i vigneti, una visita a un castello medievale, un pic-nic in un parco naturale o una degustazione di vini, ogni angolo di questa regione sa offrire esperienze indimenticabili.

vigneti dell'Astigiano
vigneti dell'Astigiano

Langhe e Monferrato

Le colline delle Langhe e del Monferrato sono celebri per i loro vigneti ordinati, i panorami mozzafiato e i pittoreschi borghi medievali. Questi scenari offrono l’ambiente ideale per passeggiate romantiche e degustazioni di vini in cantine storiche. Le Langhe, in particolare, sono famose per la produzione di vini di alta qualità come il Barolo e il Barbaresco, mentre il Monferrato è noto per il Barbera e il Moscato d’Asti.

I tramonti sulle colline, con le vigne che si estendono a perdita d’occhio, creano un’atmosfera magica e suggestiva, perfetta per momenti indimenticabili.

Castello di Costigliole d’Asti

Questo imponente castello medievale, situato nel cuore delle colline dell’Astigiano, è circondato da eleganti giardini e sale storiche che offrono un’atmosfera da favola.

Castello di Costigliole d'Asti
Castello di Costigliole d'Asti

Costruito nel XIII secolo, il castello è un luogo ideale per una visita romantica, grazie anche alle sue numerose leggende e storie locali. Oggi il castello ospita eventi culturali e manifestazioni enogastronomiche che permettono ai visitatori di immergersi nella storia e nella cultura del territorio.

Parco Naturale di Rocchetta Tanaro

Il Parco Naturale di Rocchetta Tanaro è una gemma nascosta dell’Astigiano per gli amanti della natura. Con i suoi sentieri immersi nel verde, il parco offre l’opportunità di passeggiare mano nella mano e fare pic-nic romantici. La tranquillità del parco, insieme alla ricca flora e fauna, lo rende un rifugio perfetto per le coppie in cerca di serenità. Il parco ospita inoltre eventi stagionali e attività didattiche per chi desidera conoscere meglio la biodiversità locale.

Abbazia di Vezzolano

L’Abbazia di Vezzolano, situata tra le colline di Albugnano, è uno dei luoghi più suggestivi della regione. Questo magnifico esempio di architettura romanica, risalente al XII secolo, è circondato da un paesaggio collinare incantevole. La tranquillità e la bellezza architettonica dell’abbazia, con i suoi chiostri e affreschi, creano un’atmosfera intima e romantica, ideale per una visita rilassante e contemplativa.

Abbazia di Vezzolano
Abbazia di Vezzolano

San Sebastiano da Po

San Sebastiano da Po offre panorami spettacolari sul fiume Po e le colline circostanti. Questo borgo pittoresco è perfetto per passeggiate romantiche tra le sue stradine acciottolate e gli angoli pittoreschi. I numerosi punti panoramici permettono di ammirare la bellezza naturale della regione, rendendo ogni passeggiata un’esperienza indimenticabile. È un luogo ideale per chi ama la fotografia e vuole catturare momenti speciali con il proprio partner.

San Sebastiano da Po
San Sebastiano da Po

Cisterna d’Asti

Cisterna d’Asti è un borgo medievale affascinante, con il suo imponente castello e il Museo delle Arti e dei Mestieri di un Tempo. Passeggiare per le vie storiche del borgo, tra antiche case in pietra e vicoli stretti, può essere un’esperienza molto romantica. Il castello, che domina il paesaggio circostante, offre viste panoramiche mozzafiato e ospita eventi culturali che permettono di immergersi nella storia locale.

Vigneti e Cantine

Le cantine storiche dell’Astigiano, come quelle di Nizza Monferrato, offrono visite guidate e degustazioni di vini pregiati. Concludere la giornata con una degustazione di vini locali in un ambiente rustico ma elegante è un’esperienza indimenticabile. I vigneti, con le loro file ordinate di viti e i paesaggi collinari, creano un’atmosfera romantica e rilassante, perfetta per coppie che desiderano condividere momenti speciali.

Cantine dell'Astigiano
Cantine dell'Astigiano

Lago di Codana

Il Lago di Codana, situato vicino a Montiglio Monferrato, è un luogo sereno e pittoresco. Perfetto per una passeggiata romantica lungo le rive o per un pic-nic, il lago offre un ambiente tranquillo e rilassante. Le acque calme del lago, circondate da una natura rigogliosa, creano un’atmosfera ideale per trascorrere del tempo in coppia, lontano dal trambusto della vita quotidiana.

Piazza Alfieri di Asti

Piazza Alfieri è il cuore pulsante di Asti, con i suoi caffè storici e l’architettura affascinante. Ideale per una passeggiata serale, la piazza offre un ambiente vivace ma allo stesso tempo intimo. Sedersi in uno dei caffè storici, magari assaporando un bicchiere di vino locale, e osservare il mondo che passa può essere un momento di intimità e relax. La piazza è anche sede di eventi e manifestazioni che animano la vita cittadina, rendendo ogni visita un’esperienza unica.

Piazza Alfieri di Asti
Piazza Alfieri di Asti

Questi luoghi offrono l’ambiente perfetto per creare ricordi speciali tra paesaggi mozzafiato, storia e cultura.

I borghi più belli dell’Astigiano

L’Astigiano incanta per i suoi paesaggi mozzafiato e per la ricchezza del suo patrimonio storico e culturale. Questo territorio, noto soprattutto per i suoi vigneti e per la produzione di vini pregiati come il Barbera e il Moscato, offre anche una sorprendente varietà di borghi affascinanti. Piccoli centri, arroccati su colline panoramiche e circondati da distese di vigneti, che conservano intatte tradizioni antiche e storie secolari che si respirano passeggiando tra le vie acciottolate, le piazze pittoresche e i castelli medievali.

I borghi più belli dell'Astigiano
I borghi più belli dell'Astigiano

In questi borghi, il tempo sembra essersi fermato, permettendo ai visitatori di immergersi in un’atmosfera unica e autentica. Oltre alla bellezza architettonica e paesaggistica, l’Astigiano è celebre per le sue tradizioni enogastronomiche, che rendono ogni visita un’esperienza sensoriale indimenticabile. Dai palazzi storici alle chiese affrescate, dalle sagre di paese alle degustazioni di vini, ogni angolo di questa terra racconta una storia e offre un’occasione per scoprire il fascino autentico del Piemonte.

Ecco alcuni tra i borghi più belli dell’Astigiano: veri e propri gioielli nascosti, pronti a sorprendere e a incantare chiunque decida di visitarli.

Cocconato

Spesso definito “la Riviera del Monferrato” per il suo clima mite, Cocconato è un borgo medievale a circa 30 km da Asti, caratterizzato da case colorate, portici e stretti vicoli. La sua storia è legata ai conti Radicati, che lo governarono fino al 1450, rendendolo quasi uno stato autonomo con propria giurisdizione e moneta.

Tra le attrazioni principali ci sono la Chiesa della Santissima Trinità, edificata nel 1617, e il Palazzo Comunale, un raro esempio di edificio civile gotico in Piemonte.

Il borgo di Cocconato è famoso inoltre per il Palio degli Asini - una rievocazione storica che si tiene ogni anno l’ultima domenica di settembre, in cui gli otto borghi del paese si sfidano in una corsa di asini accompagnata da un corteo storico - e per i suoi eventi enogastronomici come CoccoCheese e la Camminata enogastronomica.

Moncalvo

Conosciuta come “la più piccola città d’Italia”, Moncalvo è un borgo affascinante situato nel cuore delle colline del Monferrato. Il suo centro storico offre una splendida vista panoramica e numerose attrazioni. La Chiesa di San Francesco, tra le principali del borgo, vanta affreschi e opere d’arte di notevole interesse. Il Teatro Comunale di Moncalvo, costruito nel 1878, è un piccolo gioiello architettonico che ospita eventi culturali e spettacoli teatrali.

Il paesaggio di Moncalvo
Il paesaggio di Moncalvo

Moncalvo è anche sede di importanti manifestazioni enogastronomiche, come la Fiera del Tartufo, che attira visitatori da tutta Italia.

Castagnole Monferrato

Questo borgo - famoso per la produzione del Ruché, un vino rosso autoctono dal profumo intenso e dal gusto raffinato - vanta un centro storico pittoresco, con la Chiesa Parrocchiale di San Martino che conserva affreschi e opere d’arte di grande valore. Il Museo del Vino offre un’interessante panoramica sulla storia vitivinicola di Castagnole Monferrato e della regione, con esposizioni di antichi strumenti e tecniche di vinificazione. Il borgo è anche conosciuto per le sue feste e sagre dedicate al vino e ai prodotti locali.

Vino Ruché Castagnole Monferrato
Vino Ruché Castagnole Monferrato

Mombaldone

L’unico borgo dell’Astigiano incluso nell’elenco de “i Borghi più belli d’Italia”, Mombaldone è un piccolo gioiello medievale. Circondato da mura, il borgo conserva torri e porte storiche, con stretti vicoli che conducono alla piazza principale. Le sue origini risalgono al periodo romano, e il borgo ha mantenuto intatta la sua struttura medievale, rendendolo una meta ideale per chi ama immergersi nella storia. Mombaldone è anche famoso per il suo Festival Medievale, che si tiene ogni anno ad agosto, con rievocazioni storiche, mercatini e spettacoli di musica e danza.

il borgo di Mombaldone Asti
il borgo di Mombaldone Asti

Montemagno

Montemagno è noto per il suo imponente castello e per le sue antiche chiese. Il borgo offre un’atmosfera unica con le sue strade acciottolate e le case in pietra. La Chiesa di San Martino è una delle principali attrazioni, con affreschi e opere d’arte che raccontano la storia religiosa del borgo. Il Castello di Montemagno, con le sue torri merlate e i suoi ampi giardini, è un luogo perfetto per passeggiate romantiche e visite culturali. Il borgo ospita anche numerosi eventi e manifestazioni, tra cui la Sagra del Tartufo e la Fiera del Vino.

Questi borghi rappresentano solo una parte del ricco patrimonio culturale e storico dell’Astigiano e meritano una visita per chiunque sia interessato a scoprire la bellezza e l’autenticità di questa regione.

Grazzano Badoglio

Fondata dal condottiero medievale Aleramo, Grazzano Badoglio è un borgo dell’Astigiano che vanta una ricca storia e un patrimonio culturale di grande interesse. Situato tra le colline del Monferrato, offre scorci affascinanti e testimonianze storiche significative.

Grazzano Badoglio
Grazzano Badoglio

Tra le principali attrazioni di Grazzano Badoglio vi è l’Abbazia di San Salvatore, fondata da Aleramo nel X secolo. In seguito Chiesa Parrocchiale dei Santi Vittore e Corona, conserva importanti opere d’arte e reperti storici, tra cui una lapide funeraria romana del II secolo d.C. e affreschi attribuiti a Guglielmo Caccia (detto il Moncalvo). L’abbazia ha subito numerosi rimaneggiamenti nel corso dei secoli, ma continua a rappresentare un importante centro spirituale e culturale.

Un’altra attrazione imperdibile è il Palazzo dei Marchesi Badoglio, che testimonia l’importanza della famiglia Badoglio nella storia del borgo. Oltre a essere una residenza storica, il palazzo ospita eventi culturali e manifestazioni che celebrano la storia e la cultura locale.

Il Museo Storico Badogliano è dedicato alla figura del maresciallo Pietro Badoglio, nato a Grazzano nel 1871. Il museo, situato nella casa natale del maresciallo, offre un interessante percorso espositivo che racconta la vita e le imprese di uno dei personaggi più influenti della storia italiana del XX secolo.

Moasca

Moasca è un borgo affascinante che offre viste panoramiche spettacolari sulle colline del Monferrato. Dominato dal suo imponente castello, il borgo è un luogo ideale per chi cerca tranquillità e bellezze naturali. Il Castello di Moasca, oggi sede di eventi culturali e manifestazioni, è una struttura storica di grande fascino. La torre del castello offre una vista mozzafiato sulla campagna circostante, rendendolo un luogo perfetto per passeggiate e momenti di relax.

Montechiaro d’Asti

Montechiaro d’Asti è un borgo caratteristico, noto per la sua antica torre medievale. Passeggiando per le sue strette vie e le piazze pittoresche, si può respirare l’atmosfera autentica del passato. La Chiesa Parrocchiale di San Nazario è uno degli edifici più importanti del borgo, con la sua architettura affascinante e le opere d’arte custodite al suo interno. Montechiaro è un luogo ideale per chi ama esplorare borghi storici e scoprire angoli suggestivi.

Montechiaro d'Asti
Montechiaro d'Asti

Tonco

Tonco è un borgo immerso nel verde delle colline del Monferrato, famoso per la sua Torre Civica e le sue tradizioni enogastronomiche. Il borgo conserva l’antica struttura medievale con vicoli stretti e case in pietra, offrendo un’atmosfera affascinante e autentica. Tonco è noto anche per le sue sagre e feste dedicate ai prodotti locali, che attirano visitatori da tutta la regione.

Vigliano d’Asti

Questo piccolo borgo è conosciuto per le sue tradizioni rurali e per la produzione di vino. La Chiesa di San Pietro e il centro storico ben conservato offrono un’atmosfera autentica del Monferrato.

Vigliano d’Asti è un luogo perfetto per chi cerca un’esperienza autentica e vuole scoprire le tradizioni e i sapori di questa affascinante regione.

Questi borghi rappresentano solo una parte del ricco patrimonio culturale e storico dell’Astigiano.

I borghi medievali dell’Astigiano

L’Astigiano è una regione ricca di borghi medievali che offrono un viaggio indietro nel tempo, permettendo ai visitatori di immergersi in atmosfere suggestive e ricche di storia. Questi borghi, spesso arroccati su colline panoramiche e circondati da vigneti, conservano intatte le loro strutture medievali e le tradizioni locali, offrendo un’esperienza autentica e affascinante.

I borghi medievali dell'Astigiano
I borghi medievali dell'Astigiano

Passeggiando per le sue vie acciottolate dell’Astigiano, i visitatori possono ammirare antiche mura, castelli imponenti e chiese secolari che raccontano storie di un tempo lontano. I borghi medievali dell’Astigiano sono autentici scrigni di storia, ognuno con le proprie peculiarità e tesori nascosti. Le colline che li circondano offrono panorami mozzafiato, creando un connubio perfetto tra natura e architettura storica. I vigneti che disegnano il paesaggio producono alcuni dei vini più pregiati d’Italia, aggiungendo un elemento enogastronomico di eccellenza alla visita.

Visitare i borghi medievali dell’Astigiano significa immergersi in un’atmosfera unica, dove il tempo sembra essersi fermato. Ogni borgo ha la sua storia da raccontare, spesso legata a eventi storici significativi e a famiglie nobiliari che hanno lasciato un’impronta indelebile. Le tradizioni locali, i festival e le sagre che animano questi borghi durante tutto l’anno offrono un’opportunità unica di vivere la cultura e la convivialità del luogo. Non è raro imbattersi in rievocazioni storiche che riportano in vita episodi e personaggi del medioevo, rendendo la visita ancora più coinvolgente.

Le chiese, spesso ricche di affreschi e opere d’arte, i palazzi nobiliari e i castelli rappresentano un patrimonio architettonico di inestimabile valore. Ogni angolo di questi borghi è una scoperta: dalle piazze principali, che un tempo erano il cuore pulsante della vita cittadina, ai vicoli più nascosti, che raccontano storie di vita quotidiana e di antiche tradizioni. La conservazione di questi luoghi è frutto di un amore e di una cura che si tramandano di generazione in generazione, rendendo possibile un tuffo autentico nel passato.

I borghi medievali di Asti
I borghi medievali di Asti

Gli amanti della storia e dell’arte troveranno nei borghi medievali un’infinita fonte di ispirazione, tra musei, mostre e monumenti storici. Gli appassionati di enogastronomia potranno degustare i prodotti tipici della zona, partecipando a tour enogastronomici che conducono alla scoperta delle cantine e dei produttori locali. Gli amanti della natura potranno godere di passeggiate tra i vigneti e le colline, respirando l’aria pura e ammirando i panorami incontaminati. E per chi cerca un momento di relax, i borghi offrono un’accoglienza calorosa, con strutture ricettive di charme che permettono di vivere un soggiorno indimenticabile.

Castelnuovo Don Bosco

Castelnuovo Don Bosco è noto per essere il luogo di nascita di San Giovanni Bosco. Questo borgo, situato su una collina, è un gioiello storico che offre un’immersione profonda nella cultura e nella spiritualità piemontese.

La Basilica di Don Bosco, situata sul Colle Don Bosco, è una delle principali attrazioni del borgo ed è circondata da numerosi luoghi di interesse legati alla vita del santo, tra cui la Casa Natale e il Santuario di San Giovanni Bosco, il Museo della Civiltà Contadina dell’Ottocento e il Museo Etnologico Missionario Don Bosco.

Il centro storico medievale di Castelnuovo Don Bosco è ben conservato e caratterizzato da stradine strette e case in pietra. Tra gli edifici di rilievo si trovano la Chiesa della Confraternita di San Bartolomeo e la Chiesa di Sant’Andrea Apostolo. A pochi passi si possono visitare anche la Villa Filippello, in stile Liberty, e il Palazzo dei Rivalba. Il borgo ospita anche diverse chiese romaniche, come la Chiesa di Santa Maria di Cornareto e la Chiesa di Sant’Eusebio.

Inoltre, il borgo offre un panorama spettacolare e numerose attrazioni naturali, come il sito naturalistico dei Boschi di Muscandia, dove è situata la Casa di San Domenico Savio, il Castello dei Turco e la Chiesa di Santa Maria e San Giacomo.

Castelnuovo Don Bosco è un luogo ricco di storia e spiritualità, ideale per chi desidera unire cultura e natura in un unico viaggio.

Cortazzone

Cortazzone è famoso per la Chiesa di San Secondo, un capolavoro dell’architettura romanica piemontese, situata in una posizione panoramica che offre viste mozzafiato sulla campagna circostante. Il borgo è caratterizzato da un’atmosfera tranquilla e autentica, con edifici storici che testimoniano la sua lunga storia.

Chiesa di San Secondo Cortazzone
Chiesa di San Secondo Cortazzone

Cisterna d’Asti

Cisterna d’Asti è dominato dal suo imponente castello, che ospita il Museo delle Arti e dei Mestieri di un Tempo. Questo borgo conserva intatte molte delle sue strutture medievali, offrendo ai visitatori un’esperienza unica e affascinante. Passeggiando per le sue vie, si possono ammirare edifici storici che raccontano la storia e la cultura del luogo.

Bubbio

Bubbio, situato nella Valle del fiume Bormida, è un borgo medievale rinomato per il suo castello ben conservato e una serie di edifici storici. Il Castello di Bubbio, risalente al XIII secolo, offre oggi un’esperienza unica con le sue camere eleganti e le viste mozzafiato sulle colline circostanti. Il borgo conserva anche la Chiesa di San Giovanni Battista, un importante edificio religioso.

Costigliole d’Asti

Costigliole d’Asti è famosa per il suo imponente castello del XIII secolo, che domina il panorama locale. Questo borgo è rinomato per la produzione di vino, con numerose cantine che offrono degustazioni e visite guidate. Passeggiando per le vie del centro storico, si possono scoprire edifici di grande valore storico e una vivace cultura enogastronomica che attira visitatori da tutto il mondo.

Panorama di Costigliole d’Asti con castello
Panorama di Costigliole d’Asti con castello

Montiglio Monferrato

Montiglio Monferrato è noto per le sue antiche torri medievali e la Chiesa Parrocchiale di San Michele, che conserva affreschi del XV secolo. Il borgo offre un’atmosfera autentica con molti edifici storici ben conservati. Le torri, un tempo parte delle fortificazioni, e la chiesa, con i suoi preziosi affreschi, testimoniano il passato glorioso di Montiglio e rappresentano un’attrazione imperdibile per gli appassionati di storia e architettura.

San Martino Alfieri

San Martino Alfieri è conosciuto per il suo castello barocco e i suoi giardini all’italiana, che offrono un panorama splendido e un’atmosfera tranquilla. Il castello, con la sua architettura raffinata e i giardini ben curati, rappresenta un esempio perfetto dell’arte e della cultura del Monferrato. Il borgo è ricco di strutture storiche e offre un’esperienza culturale immersiva per i visitatori.

Passerano Marmorito

Passerano Marmorito è un piccolo borgo, conosciuto per il suo affascinante castello medievale e le sue stradine acciottolate che offrono un’esperienza autentica del medioevo piemontese. Il Castello di Passerano, che domina il borgo, ha una storia ricca e complessa. La sua struttura attuale risale al XIV secolo, ma le sue origini si attestano all’Alto Medioevo. Il castello ha subito numerosi ampliamenti e restauri nel corso dei secoli, soprattutto durante il XVII secolo, quando Alessandro Radicati intraprese un importante progetto di ristrutturazione.

Oltre al castello, Passerano Marmorito offre altre attrazioni come la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo e la Chiesa di San Lorenzo, che arricchiscono il notevole patrimonio storico e artistico del borgo.

Passerano Marmorito Chiesa dei Santi Pietro e Paolo
Passerano Marmorito Chiesa dei Santi Pietro e Paolo

Monastero Bormida

Monastero Bormida è un borgo pittoresco caratterizzato dalla sua torre medievale e dal ponte romanico che attraversa il fiume Bormida. Il borgo ha conservato molti edifici storici che risalgono al periodo medievale, offrendo un’atmosfera suggestiva e tranquilla. La torre medievale è una delle principali attrazioni, mentre il ponte romanico, con le sue arcate ben conservate, aggiunge un tocco di antichità al paesaggio circostante. Monastero Bormida ospita inoltre eventi culturali e tradizionali che permettono ai visitatori di immergersi nella cultura locale.

Ponte romanico di Monastero Bormida
Ponte romanico di Monastero Bormida

Castagnole delle Lanze

Castagnole delle Lanze è un borgo noto per il suo centro storico ben conservato e il castello medievale che offre panorami mozzafiato sulle colline circostanti. Il borgo è anche famoso per le sue numerose cantine vinicole, che offrono degustazioni e visite guidate, rendendolo una meta ideale per gli amanti del vino. La struttura urbana del borgo, con le sue stradine acciottolate e le piazze pittoresche, conserva l’atmosfera del passato, permettendo ai visitatori di fare un vero e proprio viaggio nel tempo. Castagnole delle Lanze ospita inoltre vari eventi e sagre durante l’anno, che celebrano i prodotti tipici e le tradizioni locali.

I borghi medievali dell’Astigiano offrono un viaggio indietro nel tempo, permettendo ai visitatori di immergersi nella storia e nella cultura di questa affascinante regione. Ogni borgo ha la sua unicità e le sue storie per un esperienza unica e indimenticabile.

Edifici storici dell’Astigiano

I palazzi e gli edifici civili più importanti dell’Astigiano

L’Astigiano è una regione storica ricca di edifici storici che raccontano la storia e la cultura della zona. Tra questi, spiccano numerosi palazzi che testimoniano l’importanza della nobiltà e della borghesia locale nel corso dei secoli. Questi edifici, molti dei quali risalgono al periodo medievale e rinascimentale, sono oggi utilizzati come musei, sedi istituzionali e luoghi di eventi culturali. Ecco una panoramica dei palazzi più importanti.

Palazzo Mazzetti (Asti)

Palazzo Mazzetti è un palazzo barocco situato nel cuore di Asti. Costruito dalla nobile famiglia Mazzetti nel XVII secolo, il palazzo è noto per le sue raffinate decorazioni barocche. Oggi ospita il Museo Civico e la Pinacoteca, con collezioni di arte antica e moderna, tra cui dipinti, sculture e manufatti orientali. Il palazzo ha accolto illustri visitatori come Giacomo Stuart III e Napoleone I. È un importante centro culturale che ospita mostre nazionali e internazionali​.

Palazzo Mazzetti Asti
Palazzo Mazzetti Asti

Palazzo Alfieri (Asti)

Palazzo Alfieri è la casa natale di Vittorio Alfieri, celebre poeta e drammaturgo italiano. Situato ad Asti, l’edificio è ora un museo dedicato alla vita e alle opere di Alfieri. Il palazzo conserva mobili originali, documenti e manoscritti dell’autore, offrendo ai visitatori un’immersione nella cultura e nella letteratura del XVIII secolo. La struttura architettonica del palazzo riflette lo stile barocco tipico dell’epoca.

Palazzo Alfieri Asti
Palazzo Alfieri Asti

Palazzo Ottolenghi (Asti)

Situato nel centro di Asti, Palazzo Ottolenghi è un elegante edificio storico che oggi ospita il Museo degli Arazzi Scassa. Questo museo espone una straordinaria collezione di arazzi moderni, realizzati con tecniche tradizionali, offrendo un affascinante viaggio attraverso l’arte tessile. Il palazzo stesso è un esempio di architettura barocca, con interni riccamente decorati​.

Palazzo del Comune (Asti)

Il Palazzo del Comune di Asti, noto anche come Palazzo Civico, è la sede del municipio della città. L’edificio storico, situato in Piazza San Secondo, è un punto di riferimento amministrativo e architettonico. La sua costruzione risale al periodo medievale, con successive modifiche e ampliamenti che ne hanno arricchito l’aspetto.

Palazzo Gazelli di Rossana (Asti)

Palazzo Gazelli di Rossana è un maestoso edificio barocco situato nel centro di Asti. Il palazzo è noto per i suoi interni lussuosi e i dettagli architettonici raffinati. Attualmente è utilizzato per eventi culturali e cerimonie, mantenendo viva la tradizione storica della famiglia Gazelli che lo ha posseduto per secoli​.

Palazzo Zoya (Asti)

Palazzo Zoya è un edificio medievale situato ad Asti. Questo palazzo rappresenta uno degli esempi meglio conservati di architettura medievale nella regione. I suoi spazi interni, caratterizzati da soffitti a volta e affreschi antichi, offrono un’affascinante panoramica sulla vita nobiliare del Medioevo.

Palazzo Malabaila (Asti)

Palazzo Malabaila è un edificio rinascimentale situato nel centro di Asti. Il palazzo è noto per le sue eleganti facciate e gli interni decorati. Oggi ospita mostre e eventi culturali, mantenendo vivo il suo ruolo di centro culturale della città​.

Palazzo Catena (Asti)

Situato ad Asti, Palazzo Catena è un edificio storico con una lunga tradizione. Il palazzo è famoso per la sua architettura e i suoi dettagli decorativi, rappresentando un’importante testimonianza del patrimonio storico della città​.

Palazzo Amico di Castell’Alfero (Castell’Alfero)

Situato a Castell’Alfero, Palazzo Amico è un edificio storico che risale al XVI secolo. Il palazzo, circondato da giardini all’italiana, conserva affreschi e arredi d’epoca. È un esempio significativo di architettura rinascimentale e un importante centro culturale per la comunità locale​.

Gli edifici storici dell'astigiano: un Patrimonio da Scoprire

I palazzi e gli edifici civili dell’Astigiano rappresentano un patrimonio storico e culturale di inestimabile valore. Ogni edificio, con la sua architettura unica e le sue storie, contribuisce a creare un affascinante mosaico che racconta secoli di storia. Visitare questi palazzi non significa solo ammirare la bellezza delle loro strutture, ma anche immergersi nelle vicende delle famiglie nobiliari che li hanno abitati e delle personalità che li hanno frequentati.

Oggi, molti di questi palazzi ospitano musei, collezioni d’arte, eventi culturali e cerimonie, continuando a svolgere un ruolo centrale nella vita culturale della regione. Che si tratti delle eleganti decorazioni barocche di Palazzo Mazzetti, della storia letteraria di Palazzo Alfieri, o delle suggestive architetture medievali di Palazzo Zoya ogni visita offre un’opportunità unica di esplorare il ricco patrimonio dell’Astigiano.

Per gli appassionati di storia, arte e architettura, l’Astigiano offre una vasta gamma di esperienze da vivere e scoprire. I palazzi storici della regione sono testimonianze viventi di un passato glorioso e rappresentano un ponte tra le epoche, capace di affascinare e ispirare i visitatori di oggi.

Che siate turisti curiosi, studiosi appassionati o semplicemente amanti del bello, non perdete l’occasione di esplorare questi gioielli architettonici e di lasciarvi incantare dalle loro storie. L’Astigiano vi aspetta con il suo patrimonio di arte, cultura e storia, pronto a offrirvi un viaggio indimenticabile nel cuore del Piemonte.

I più importanti castelli dell’Astigiano

Tra gli edifici storici dell’Astigiano, oltre ai palazzi spiccano per magnificenza gli splendidi castelli. Manieri che raccontano storie di antiche famiglie nobiliari e battaglie e che anche panorami spettacolari e un’immersione nella cultura locale.

Ogni castello ha la sua unicità e il proprio fascino che attirano visitatori da tutto il mondo che desiderano esplorare il patrimonio architettonico e storico della regione. Ecco una panoramica dei castelli più importanti dell’Astigiano.

Castello di Costigliole d’Asti

Tra i più grandi castelli del Piemonte, il Castello di Costigliole d’Asti ha una storia ricca e affascinante che risale al Medioevo. Il castello, con le sue torri imponenti e le mura robuste, domina il paesaggio circostante e offre una vista spettacolare sulle colline del Monferrato. È noto per le sue sale affrescate e i giardini ben curati, e ospita numerosi eventi culturali e manifestazioni enogastronomiche.

Castello di Costigliole d'Asti
Castello di Costigliole d'Asti

Castello di Montemagno

Il Castello di Montemagno è famoso per la sua imponente struttura e per la vista panoramica sulla campagna circostante. Questo castello medievale dell’Astigiano, con le sue torri e mura possenti, offre una suggestiva immersione nella storia. Le sale interne conservano affreschi e arredi d’epoca, rendendo la visita un vero e proprio viaggio nel tempo.

Castello di Montemagno Asti
Castello di Montemagno Asti

Castello di Calosso

Il Castello di Calosso è conosciuto per il suo antico borgo e le storiche cantine. Situato in una posizione panoramica, il castello offre una vista mozzafiato sui vigneti circostanti. Le cantine storiche sono aperte ai visitatori per degustazioni, offrendo un’esperienza unica che combina storia e enogastronomia.

Castello di Govone

Elegante castello settecentesco, il Castello di Govone è noto per i suoi interni barocchi riccamente decorati. Costruito su un’antica fortezza medievale, il castello è circondato da un parco all’inglese ed è famoso per la sua collezione di arazzi e dipinti. È anche sede di eventi culturali e manifestazioni.

Castello di Piea

Il Castello di Piea, avvolto da leggende e racconti di fantasmi che aggiungono un tocco di mistero alla sua lunga storia, ha sale affrescate e giardini ben curati lo rendono una meta affascinante per i visitatori. Ogni anno, il castello ospita mostre e eventi che attirano appassionati di storia e curiosi.

Castello di Cisterna d’Asti

Il Castello di Cisterna d’Asti - utilizzato come rifugio durante vari conflitti, incluso il periodo delle guerre mondiali - ospita il Museo di Arti e Mestieri di un Tempo, che offre una panoramica sulla vita contadina e artigianale del passato. La struttura del castello, con le sue torri e mura medievali, è ben conservata e offre un’esperienza unica di immersione nella storia locale.

Castello di Monastero Bormida

Il Castello di Monastero Bormida sorge accanto a un ponte medievale sul fiume Bormida, ha una lunga storia e offre una vista panoramica sulla valle circostante. È una delle attrazioni principali della zona, conosciuto per la sua architettura storica e il suo ambiente pittoresco.

Castello di Monastero Bormida
Castello di Monastero Bormida

Castello di Scurzolengo

Conosciuto per la sua torre e la vista panoramica, il Castello di Scurzolengo è un affascinante esempio di architettura medievale. Situato su una collina, il castello offre viste mozzafiato sui vigneti e sulle colline del Monferrato, rendendolo una meta ideale per gli amanti della natura e della storia.

Castello di Moasca

Il Castello di Moasca è un luogo dinamico che ospita eventi e manifestazioni culturali durante tutto l’anno. Le sue antiche mura e torri offrono una vista spettacolare sulla campagna circostante. Il castello è un punto di riferimento per la comunità locale e un’attrazione turistica importante.

Castello di Castell’Alfero

Il Castello di Castell’Alfero è noto per la sua ricca storia e i suoi affascinanti giardini all’italiana. Questo edificio storico, risalente al XVI secolo, è un esempio perfetto di architettura rinascimentale. Oggi, il castello è un centro culturale che ospita eventi, mostre e cerimonie.

Castello di Burio

Un piccolo ma affascinante castello, il Castello di Burio offre una vista panoramica e una storia interessante. Situato vicino a Costigliole d’Asti, il castello è noto per le sue strutture ben conservate e per le visite guidate che ne raccontano la storia e le leggende locali.

Castello di San Martino Alfieri

Un elegante castello con giardini all’italiana, il Castello di San Martino Alfieri è noto per la sua storia affascinante e l’architettura raffinata. Circondato da vigneti, il castello è un luogo ideale per esplorare la cultura enogastronomica del Piemonte.

I castelli dell'Astigiano: un patrimonio da preservare

Esplorare i castelli dell’Astigiano significa fare un viaggio nel tempo immergendosi nelle epoche passate di questa regione storica del piemonte. Questi manieri, disseminati tra le colline del Monferrato - straordinari esempi di architettura medievale e rinascimentale - raccontano storie di nobili famiglie, battaglie e misteri che affascinano ancora oggi.

I castelli dell’Astigiano sono testimonianze viventi del ricco passato della regione. Molti di questi edifici sono stati restaurati e trasformati in musei, centri culturali o sedi di eventi, offrendo ai visitatori la possibilità di esplorare la storia locale attraverso affreschi, arredi d’epoca e collezioni d’arte. Il Castello di Costigliole d’Asti, uno dei più grandi del Piemonte, è noto per i suoi interni affrescati e i giardini che ospitano eventi culturali e manifestazioni enogastronomiche.

Molti dei castelli dell’Astigiano sono oggi sedi di eventi e manifestazioni che attirano turisti da tutto il mondo. Il Castello di Moasca è un punto di riferimento per la comunità locale e un luogo dinamico che ospita eventi culturali durante tutto l’anno, mentre il Castello di Piea è famoso per le sue mostre e per le leggende di fantasmi che affascinano i visitatori.

L’Astigiano non è solo storia e architettura, ma anche una terra di eccellenze enogastronomiche. Molti castelli, come il Castello di Calosso, sono infatti circondati da vigneti e offrono visite guidate e degustazioni di vini, permettendo ai visitatori di scoprire i sapori locali e la tradizione vitivinicola del Monferrato. Queste esperienze enogastronomiche arricchiscono ulteriormente la visita, offrendo un connubio perfetto tra cultura e piaceri della tavola oltre a viste panoramiche spettacolari. Situati su colline che dominano la valle del Tanaro, come il Castello di Rocca d’Arazzo, questi edifici permettono di ammirare il paesaggio collinare punteggiato da vigneti e borghi medievali donando panorami mozzafiato perfetti per passeggiate storiche e momenti di relax in mezzo alla natura.

Ogni castello dell’Astigiano rappresenta un esempio unico di architettura e design, riflettendo le diverse epoche e stili che si sono susseguiti nel corso dei secoli. Come il Castello di San Martino Alfieri, con i suoi giardini all’italiana e la sua architettura raffinata, è un perfetto esempio di eleganza e raffinatezza, allo stesso modo, il Castello di Cisterna d’Asti offre un interessante viaggio nella vita contadina e artigianale del passato grazie al Museo di Arti e Mestieri di un Tempo ospitato al suo interno.

Cisterna d'Asti e castello
Cisterna d'Asti e castello

Visitare i castelli dell’Astigiano è un’esperienza immersiva che va oltre la semplice esplorazione architettonica: è un’opportunità per immergersi nella cultura, nelle tradizioni e nella storia di una regione che ha saputo preservare e valorizzare il proprio patrimonio. Ogni castello racconta una storia, ogni pietra porta con sé secoli di storia e ogni sala conserva l’eco di un passato affascinante che continua a vivere grazie alla cura e all’amore dei suoi custodi.

I castelli dell’Astigiano rappresentano un patrimonio inestimabile che merita di essere scoperto e valorizzato. Che siate appassionati di storia, architettura o enogastronomia, questi manieri offrono un’esperienza unica che unisce cultura, tradizione e bellezza. Un viaggio tra i castelli dell’Astigiano vi permetterà di scoprire il cuore storico e culturale del Piemonte, regalandovi ricordi indimenticabili e panorami mozzafiato.

Torri e fortificazioni dell’Astigiano

Come per i palazzi e i castelli l’Astigiano vanta anche di numerose torri e fortificazioni che punteggiano il paesaggio e raccontano storie di potere, difesa e vita quotidiana.

Le torri medievali di Asti sono testimonianze del periodo in cui la città era un importante centro commerciale e bancario, con numerose famiglie nobiliari che costruirono le loro residenze fortificate per proteggere le proprie ricchezze e affermare il loro status sociale. Queste strutture, spesso integrate in complessi abitativi o difensivi, servivano non solo come punti di osservazione e difesa, ma anche come simboli di prestigio.

Molte di queste torri sono ancora ben conservate, offrendo ai visitatori la possibilità di esplorare un aspetto unico della storia medievale dell’Astigiano. Tra le più note, la Torre Troyana, la Torre Comentina e la Torre Rossa di San Secondo spiccano per la loro imponenza e il loro stato di conservazione. Ognuna di queste torri ha una storia affascinante che merita di essere scoperta.

Torre Troyana (Asti)

La Torre Troyana, anche conosciuta come Torre dell’Orologio di Asti, risale al XIII secolo ed è uno dei simboli più riconoscibili di Asti. Situata in Piazza Medici, questa torre offre una vista panoramica mozzafiato sulla città e sulla campagna circostante. La salita dei suoi 199 scalini permette ai visitatori di immergersi nella storia medievale e di godere di un panorama unico.

La torre Troyana ad Asti
La torre Troyana ad Asti

Torre Rossa di San Secondo (Asti)

La Torre Rossa è una delle testimonianze più antiche di Asti, con le sue origini che risalgono al periodo romano. Situata vicino alla Collegiata di San Secondo, questa torre a sedici lati è un simbolo della città e una delle strutture più imponenti, offrendo una prospettiva unica sulla storia e l’architettura di Asti.

La torre rossa di San Secondo ad Asti
La torre rossa di San Secondo ad Asti

Torre De Regibus (Asti)

La Torre De Regibus è un esempio significativo di architettura medievale, appartenente alla famiglia De Regibus. Questa torre è una delle molte che caratterizzano il profilo urbano di Asti, riflettendo l’importanza delle famiglie nobiliari nella storia della città.

Torre Quartero (Asti)

Situata nel centro storico di Asti, la Torre Quartero è un’importante testimonianza dell’epoca medievale. La sua struttura solida e la posizione strategica offrono uno sguardo affascinante sulla vita e la difesa nel medioevo.

Torre Guttuari (Asti)

La Torre Guttuari, appartenente alla famiglia Guttuari, è una delle torri meglio conservate di Asti. Questa struttura imponente, situata vicino al centro cittadino, rappresenta un’importante parte del patrimonio architettonico della città.

Torre Natta (Asti)

La Torre Natta, appartenente alla famiglia Natta, è un’imponente struttura medievale che rappresenta uno dei punti di riferimento storici della città di Asti. La torre, con la sua architettura caratteristica, è un simbolo del potere e della ricchezza della famiglia che l’ha costruita.

Asti sacra: abbazie, monasteri, cattedrali, chiese e conventi dell’Astigiano

L’Astigiano è una terra di grande spiritualità e bellezza architettonica, caratterizzata da una ricca presenza di edifici religiosi che raccontano secoli di storia. Ogni abbazia, monastero, cattedrale, chiesa e convento in questa regione costituisce un prezioso scrigno di arte e cultura. Tra le abbazie più rinomate, l’Abbazia di Santa Maria di Vezzolano ad Albugnano spicca per la sua straordinaria architettura romanica, risalente all’XI secolo. Un altro gioiello del romanico è l’Abbazia di Santa Fede a Cavagnolo, vicinissima al confine con la provincia di Asti.

L’Abbazia di San Giusto ad Azzano d’Asti è un sito di grande importanza storica, mentre il Convento di San Francesco ad Asti custodisce un ricco patrimonio di affreschi e testimonianze storiche. A Moncalvo, il Convento di Sant’Antonio è noto per il suo chiostro affrescato. Il Monastero di Sant’Agostino di Asti e il Monastero di Santa Chiara a Castelnuovo Don Bosco affascinano invece per la loro storia e architettura.

La Cattedrale di Santa Maria Assunta e la Collegiata di San Secondo sono tra i principali edifici religiosi di Asti, rappresentando il culmine dell’architettura gotica e romanica piemontese. La Chiesa di San Pietro in Consavia, con il suo suggestivo complesso templare, e il Santuario della Madonna di Valbona a Villanova d’Asti sono tappe imperdibili per chi desidera esplorare la ricchezza spirituale e artistica di questa regione.

Cattedrale Santa Maria Assunta
Cattedrale Santa Maria Assunta

Tutti questi luoghi sacri offrono un rifugio di pace e contemplazione e un viaggio affascinante nella storia e nella cultura dell’Astigiano.

Abbazia di Santa Maria di Vezzolano (Albugnano)

L’Abbazia di Santa Maria di Vezzolano, situata nel comune di Albugnano, è uno dei più importanti esempi di architettura romanica in Piemonte. Fondata, secondo la leggenda, da Carlo Magno nell’VIII secolo, in realtà risale all’XI secolo. L’abbazia è famosa per la sua facciata bicromatica in mattoni rossi e arenaria bianca, e per il magnifico chiostro interno. Attualmente, è gestita dal Polo Museale del Piemonte e ospita numerose mostre ed eventi culturali durante l’anno.

Abbazia di Vezzolano
Abbazia di Vezzolano

Abbazia di Santa Fede (Cavagnolo)

L’Abbazia di Santa Fede si trova a Cavagnolo, nella provincia di Torino, ma molto vicina al confine con la provincia di Asti. Edificata nel XII secolo dai monaci benedettini di Saint-Foy-de-Conques (Francia), rappresenta uno straordinario esempio di architettura romanica. La chiesa è caratterizzata da una facciata decorata con sculture e rilievi, inclusi un Cristo Pantocratore e angeli. Gli interni, divisi in tre navate, sono impreziositi da capitelli scolpiti con motivi vegetali e zoomorfi. Oggi, l’abbazia è un luogo di raccoglimento e spiritualità, gestito dalla comunità Siloe.

Cattedrale di Santa Maria Assunta (Asti)

La Cattedrale di Santa Maria Assunta, situata nel cuore di Asti, è uno dei più significativi esempi di architettura gotica piemontese. La cattedrale è stata costruita tra il XIII e il XIV secolo su una precedente struttura romanica. La facciata, realizzata in cotto e pietra arenaria, presenta tre rosoni e una serie di sculture raffiguranti santi, inclusi San Pietro e San Paolo. La cattedrale è famosa per il suo campanile romanico, costruito nel 1266, e per il mosaico pavimentale del XII secolo che raffigura scene bibliche come le storie di Sansone.

L’interno della cattedrale è decorato con numerosi affreschi e dipinti di artisti locali, tra cui Gian Carlo Aliberti. Il coro ligneo e le acquasantiere scolpite in arte longobarda sono altre caratteristiche di rilievo. La cattedrale ospita anche la statua marmorea della Madonna Assunta, circondata da angeli, collocata sulla facciata nel XV secolo.

La Cattedrale di Santa Maria Assunta non è solo un luogo di culto, ma anche un’importante attrazione turistica che attira visitatori da tutto il mondo, affascinati dalla sua bellezza architettonica e dalla ricca storia: un monumento imperdibile per chi visita Asti e vuole esplorare il patrimonio storico e artistico della regione.

Collegiata di San Secondo (Asti)

La Collegiata di San Secondo, situata nel cuore di Asti, è dedicata al santo patrono della città, San Secondo. Questa chiesa gotica, costruita tra il XIII e il XV secolo, sorge sul luogo dove, secondo la leggenda, il santo fu martirizzato nel 119 d.C. Famosa per la sua struttura a tre navate con archi e volte a crociera, per le opere d’arte che custodisce - tra cui il Polittico dei Magi di Gandolfino da Roreto - e per la cripta risalente al X secolo che conserva le reliquie del santo. La facciata attuale è frutto di lavori di ampliamento avvenuti tra il 1457 e il 1462.

Santuario della Beata Vergine del Portone (Asti)

Il Santuario della Beata Vergine del Portone, ad Asti, è dedicato alla Madonna ed è rinomato per il suo ricco patrimonio artistico. Costruito nel XVIII secolo, il santuario presenta una facciata barocca decorata e interni ornati da affreschi e opere d’arte sacra. Questo luogo di culto è un centro di devozione mariana e ospita numerose cerimonie religiose e festività durante l’anno.

Chiesa di San Pietro in Consavia (Asti)

Conosciuta anche come Battistero di San Pietro, la Chiesa di San Pietro in Consavia è un complesso templare medievale situato ad Asti. Risalente al XII secolo, questo complesso, costituito da quattro edifici, tra cui la rotonda, la cappella Valperga, il chiostro e la casa priorale, fu sede del Priorato Gerosolimitano della Lombardia. La cappella Valperga, aggiunta nel XV secolo, è nota per i suoi fregi in terracotta. Oggi, il complesso ospita il Museo Archeologico e Paleontologico di Asti, chiuso temporaneamente per restauro.

Chiesa di San Pietro in Consavia Asti
Chiesa di San Pietro in Consavia Asti

Chiesa di Santa Caterina (Asti)

Situata ad Asti, la Chiesa di Santa Caterina è rinomata per il suo imponente campanile barocco. Costruita nel XVII secolo, la chiesa è un esempio tipico dell’architettura barocca piemontese, con interni riccamente decorati e opere d’arte che testimoniano la sua lunga storia come centro di culto e cultura.

Chiesa di Santa Maria Nuova (Asti)

La Chiesa di Santa Maria Nuova, edificata nel XIII secolo ad Asti, è conosciuta per il suo stile gotico e i preziosi affreschi interni. Questa chiesa gotica rappresenta uno dei principali luoghi di culto della città, con una ricca storia di devozione e arte sacra.

Chiesa di San Paolo (Asti)

La Chiesa di San Paolo, situata ad Asti, è un esempio di architettura barocca. Costruita nel XVII secolo, questa chiesa è nota per i suoi interni decorati e per le opere d’arte che ospita .

Chiesa di San Silvestro (Asti)

La Chiesa di San Silvestro, situata ad Asti, è una chiesa gotica conosciuta per la sua architettura e per gli affreschi che adornano i suoi interni .

Chiesa di San Secondo (Cortazzone)

La Chiesa di San Secondo a Cortazzone è un piccolo gioiello romanico con affreschi ben conservati. Costruita nel XII secolo, questa chiesa è un esempio notevole di architettura religiosa medievale e un’importante testimonianza della storia locale.

Chiesa di San Secondo Cortazzone
Chiesa di San Secondo Cortazzone

Chiesa di Sant’Andrea (Camerano Casasco)

La Chiesa di Sant’Andrea a Camerano Casasco è famosa per il suo bel campanile romanico e per gli affreschi medievali che adornano i suoi interni. Questo edificio religioso risale al XII secolo e rappresenta un importante patrimonio storico e artistico della regione.

Le ville storiche di Asti e dell’Astigiano

L’Astigiano è ricco di ville storiche che testimoniano la bellezza architettonica e la ricca storia della regione. Queste dimore, spesso circondate da parchi e vigneti, offrono uno sguardo affascinante sulla vita delle famiglie nobiliari e dei personaggi illustri che le hanno abitate.

Villa Cossetti (Incisa Scapaccino)

Villa Cossetti, situata a Costigliole d’Asti, è circondata da un ampio parco e vigneti. Appartenente alla famiglia Cossetti, nota per la produzione vinicola, questa villa signorile rappresenta un importante esempio di architettura e cultura enologica della regione.

Villa Loreto (Costigliole d’Asti, XVIII secolo)

Villa Loreto, situata a Costigliole d’Asti, è conosciuta per il suo parco e l’architettura neoclassica. Utilizzata come residenza estiva da famiglie nobili, la villa conserva ancora oggi decorazioni e arredi originali, offrendo uno spaccato della vita nobiliare del passato.

Villa Poggio (Costigliole d’Asti, XVIII secolo)

Villa Poggio, situata a Costigliole d’Asti, è una residenza storica con un grande giardino e una struttura elegante. Originariamente appartenente a una famiglia aristocratica locale, oggi è utilizzata per eventi e cerimonie, mantenendo viva la sua tradizione storica.

Altri edifici storici dell’Astigiano

L’Astigiano non è solo rinomato per i suoi castelli, le sue torri, le sue splendide ville e le sue chiese, ma anche per una serie di altri edifici storici che raccontano la ricca e variegata storia della regione. Tra questi, la Cripta e Museo di Sant’Anastasio offre un affascinante sguardo sui resti archeologici e sulle testimonianze del passato religioso e civile di Asti.

Il Teatro Alfieri, costruito nel XIX secolo, rappresenta il cuore culturale della città, ospitando spettacoli e eventi che attirano visitatori da tutta Italia.

Cripta e museo di Sant’Anastasio

Situata nel centro storico di Asti, la Cripta di Sant’Anastasio è uno dei siti archeologici più affascinanti della città. Risalente all’epoca paleocristiana, questa cripta conserva i resti di una basilica del VII secolo. Oggi, il sito ospita un museo che espone reperti archeologici trovati durante gli scavi, offrendo una visione approfondita della storia antica di Asti.

Teatro Alfieri

Il Teatro Alfieri, inaugurato nel 1860, è uno dei simboli culturali di Asti. Nato per ospitare grandi rappresentazioni liriche, il teatro è stato un punto di riferimento per la vita culturale della città sin dalla sua apertura. Dopo una serie di restauri nel XX secolo, il teatro continua ad essere il cuore pulsante delle attività culturali di Asti, ospitando spettacoli di prosa, danza e musica che attirano spettatori da tutta Italia.

Teatro Alfieri Asti
Teatro Alfieri Asti

Aree archeologiche nell’astigiano

Parco paleontologico astigiano

Il Parco paleontologico astigiano è un’area di grande interesse per gli appassionati di paleontologia e archeologia. Situato nel cuore dell’Astigiano, il parco conserva numerosi reperti fossili, in particolare cetacei preistorici, che risalgono a milioni di anni fa, quando l’area era sommersa dal mare. Questo parco non solo offre una vista affascinante sulla storia naturale della regione, ma è anche un centro per attività educative e ricreative.

Attrazioni principali:

  • Fossili di cetacei preistorici: i resti di questi antichi mammiferi marini offrono preziose informazioni sull’evoluzione delle specie e sul cambiamento degli ecosistemi.
  • Attività didattiche: il parco organizza visite guidate e laboratori per approfondire la conoscenza della paleontologia.
  • Esposizioni temporanee: mostre tematiche arricchiscono l’esperienza dei visitatori, offrendo sempre nuovi spunti di interesse.

Domus romana di Asti

La Domus romana di asti è un sito archeologico situato nella zona settentrionale della città. Questa antica abitazione privata romana è rinomata per i suoi splendidi mosaici, che rappresentano una delle testimonianze più affascinanti della vita nell’antica Asti. I mosaici sono eccezionali per la loro conservazione e per la qualità artistica, mostrando scene mitologiche e geometriche che decoravano i pavimenti delle stanze.

Attrazioni principali:

  • Mosaici romani: i mosaici della Domus sono tra i migliori esempi di arte musiva romana, con intricate decorazioni che raccontano storie e miti.
  • Struttura abitativa: la disposizione della domus offre un’idea precisa dell’architettura residenziale romana e dello stile di vita dell’epoca.
  • Reperti archeologici: oltre ai mosaici, sono stati trovati vari oggetti di uso quotidiano che arricchiscono la conoscenza della vita domestica romana.

Parchi e natura dell’Astigiano

I parchi della Città di Asti

La Città di Asti vanta una ricca varietà di parchi urbani che offrono spazi verdi per il relax, lo svago e l’attività fisica. Questi parchi sono luoghi di bellezza naturale e anche spazi storici e culturali che testimoniano l’importanza della città nel corso dei secoli.

Parco della Resistenza

Situato nel centro della città di Asti, il Parco della Resistenza è un parco urbano dedicato alla memoria della Resistenza durante la Seconda Guerra Mondiale. Offre ampi spazi verdi per il relax e lo svago. Attività: Passeggiate, giochi per bambini, eventi comunitari.

Parco Rio Crosio

Il Parco Rio Crosio si trova nella zona nord di Asti ed è un parco urbano che offre percorsi pedonali, aree giochi per bambini e spazi per il fitness all’aperto. È ideale per chi cerca un luogo dove rilassarsi o fare attività fisica. Attività: Passeggiate, jogging, giochi per bambini.

I parchi naturali dell’Astigiano

Parco Naturale di Rocchetta Tanaro (Asti) [1.290 ettari]

Il Parco Naturale di Rocchetta Tanaro, situato lungo il fiume Tanaro, è un’area verde che offre molteplici attività ricreative, tra cui passeggiate, pic-nic e birdwatching. Con una superficie di 1.290 ettari, il parco è ideale per gli amanti della natura che desiderano esplorare i sentieri immersi nella tranquillità della campagna astigiana.

Descrizione: il Parco Naturale di Rocchetta Tanaro è perfetto per chi cerca una pausa rilassante immersa nella natura e ospita una varietà di fauna e flora che arricchisce l’esperienza dei visitatori. Accesso: gratuito Cani ammessi: sì, con guinzaglio Orario di accesso: sempre aperto

Riserva Naturale Speciale della Valle Andona, Valle Botto e Valle Grande (Asti) [930 ettari]

La Riserva Naturale Speciale della Valle Andona, Valle Botto e Valle Grande è stata istituita nel 1985 per proteggere il ricco patrimonio paleontologico della zona. Situata ad ovest di Asti, la riserva si estende per circa 930 ettari e include aree dei comuni di Asti, Settime, Cinaglio e Camerano Casasco. Tra le sue colline, si possono trovare fossili marini del Pliocene, conchiglie e resti di vertebrati, che rendono l’area un punto di riferimento per gli studiosi di paleontologia. La riserva offre numerosi sentieri escursionistici e visite guidate per esplorare gli affioramenti fossiliferi.

Descrizione: offre numerosi sentieri escursionistici e visite guidate. Accesso: gratuito Cani ammessi: sì, con guinzaglio Orario di accesso: sempre aperto

Riserva Naturale Speciale della Val Sarmassa (Asti) [231 ettari]

La Riserva Naturale Speciale della Val Sarmassa si estende per 250 ettari tra i comuni di Vinchio, Vaglio Serra e Cortiglione. È conosciuta per la sua biodiversità, che include una varietà di fauna come tassi, lepri e fagiani, e una flora composta da roveri e vigneti. La riserva offre sentieri escursionistici ideali per trekking e birdwatching.

Descrizione: questa riserva è nota per la sua biodiversità e per i sentieri che attraversano boschi, vigneti e prati. Offre un ambiente incontaminato con numerose specie floro-faunistiche, oltre a significativi affioramenti paleontologici. È un luogo ideale per il trekking e il birdwatching. Accesso: gratuito Cani ammessi: sì, con guinzaglio Orario di accesso: sempre aperto

Fiume Tanaro

Tra i principali corsi d’acqua della zona, il Tanaro offre diverse aree dove è possibile rinfrescarsi e rilassarsi. Le sue rive sono perfette per escursioni e attività ricreative all’aperto.

Fiume Tanaro
Fiume Tanaro

Itinerari cicloturistici nell’Astigiano

L’Astigiano, con i suoi paesaggi collinari, borghi storici e una rete di strade panoramiche, offre una vasta gamma di itinerari cicloturistici perfetti per gli amanti della bicicletta e del cicloturismo.

Itinerari cicloturistici nell'Astigiano
Itinerari cicloturistici nell'Astigiano

Esplorare la provincia di Asti in bicicletta permette di immergersi completamente nella bellezza naturale e culturale del territorio, attraversando vigneti, castelli, e riserve naturali. Le strade sinuose e i sentieri sterrati offrono sfide per i ciclisti di tutti i livelli, dai principianti agli esperti. Ogni percorso cicloturistico nell’Astigiano è un viaggio nel tempo, dove si possono scoprire le tradizioni locali, degustare vini pregiati e assaporare la cucina piemontese.

La Strada del Vino dell’Astigiano - tra i percorsi più celebri - attraversa alcuni dei vigneti più pregiati d’Italia. Questo percorso non solo offre l’opportunità di degustare vini locali come il Barbera e il Moscato, ma anche di visitare le cantine storiche e scoprire i segreti della vinificazione. La Via Francigena del Monferrato Astigiano, parte del famoso cammino di pellegrinaggio, conduce i ciclisti attraverso paesaggi rurali e borghi medievali, offrendo un’esperienza spirituale e culturale unica.

Itinerari in bicicletta nell'Astigiano
Itinerari in bicicletta nell'Astigiano

Per chi preferisce un’esperienza più naturalistica, il Percorso del Tanaro offre una pedalata lungo il fiume, attraverso riserve naturali e aree pic-nic, ideale per una o più giornate di relax all’aperto. Ogni itinerario cicloturistico nell’Astigiano è accuratamente segnalato, con punti di partenza accessibili e ben collegati, rendendo facile pianificare la propria avventura.

Con una combinazione di bellezze naturali, storiche e culturali, i percorsi cicloturistici dell’Astigiano sono destinazioni imperdibili per ogni appassionato di ciclismo.

La Strada del Vino dell’Astigiano (70 km)

La Strada del Vino dell’Astigiano è un percorso che attraversa i vigneti e le cantine della regione, offrendo la possibilità di degustare i vini locali e scoprire i segreti della vinificazione. Questo itinerario è ideale per gli amanti del vino e della buona cucina, con numerose tappe presso cantine e ristoranti tipici.

Distanza: circa 70 km. Attrazioni: vigneti, cantine vinicole, borghi storici come Nizza Monferrato e Canelli. Punti di partenza: Asti, Canelli.

L’Anello del Monferrato Astigiano (60 km)

L’Anello del Monferrato Astigiano è un itinerario circolare che esplora le colline del Monferrato, passando attraverso borghi medievali e paesaggi collinari. Questo percorso offre viste panoramiche mozzafiato e numerose opportunità per scoprire la storia e la cultura locali.

Distanza: circa 60 km. Attrazioni: colline del Monferrato, borghi storici come Moncalvo e Montemagno, castelli e torri medievali. Punti di partenza: Moncalvo, Montemagno.

L'Anello del Monferrato Astigiano
L'Anello del Monferrato Astigiano

Il Percorso del Tanaro (50 km)

Questo itinerario segue il corso del fiume Tanaro, offrendo una pedalata tranquilla attraverso paesaggi fluviali e aree naturali protette. È ideale per chi cerca un percorso rilassante immerso nella natura.

Distanza: circa 50 km. Attrazioni: fiume Tanaro, riserve naturali, aree picnic. Punti di partenza: Asti, Isola d’Asti.

Il Percorso del Tanaro
Il Percorso del Tanaro

La Via Francigena del Monferrato Astigiano

Parte del celebre cammino di pellegrinaggio che attraversa l’Europa, la Via Francigena nel Monferrato Astigiano offre un percorso ciclistico tra paesaggi rurali e borghi storici. È un itinerario che unisce storia, cultura e spiritualità.

Distanza: variabile a seconda del segmento scelto. Attrazioni: borghi medievali, chiese storiche, paesaggi collinari. Punti di partenza: Asti, San Damiano d’Asti.

L’Anello di Costigliole d’Asti (40 km)

Questo percorso si snoda intorno a Costigliole d’Asti, noto per i suoi vigneti e il castello. È ideale per chi vuole esplorare la campagna astigiana e degustare i vini locali.

Distanza: circa 40 km. Attrazioni: castello di Costigliole d’Asti, vigneti, cantine vinicole. Punti di partenza: costigliole d’Asti.

Il Percorso delle Colline Alfieri (50 km)

Un itinerario che attraversa le Colline Alfieri, passando attraverso borghi storici e paesaggi collinari. È un percorso che offre un mix di natura e cultura, con numerosi punti di interesse lungo il tragitto.

Distanza: circa 50 km. Attrazioni: borghi storici come San Damiano d’Asti e Tigliole, chiese e abbazie. Punti di partenza: San Damiano d’Asti, Tigliole.

L’Anello dei Castelli Astigiani (80 km)

Un itinerario che collega i principali castelli della provincia, offrendo un viaggio attraverso la storia e l’architettura medievale della regione. È un percorso ideale per chi ama la storia e la bellezza dei castelli.

Distanza: circa 80 km. Attrazioni: Castelli di Monastero Bormida, Costigliole d’Asti, e Piea. Punti di partenza: Monastero Bormida, Costigliole d’Asti.

Il Percorso della Strada Romantica delle Langhe e del Roero (60 km)

Itinerario che si snoda tra le Langhe e il Roero, attraversando colline e vigneti. È ideale per chi ama la natura e la tranquillità, con numerosi punti panoramici lungo il percorso.

Distanza: circa 60 km. Attrazioni: Vigneti, borghi storici, panorami mozzafiato. Punti di partenza: Asti, Neive.

Strada Romantica delle Langhe e del Roero
Strada Romantica delle Langhe e del Roero

L’Anello di Villanova d’Asti (40 km)

Percorso che attraversa le campagne intorno a Villanova d’Asti, con tappe in borghi storici e aree naturali. È un itinerario perfetto per chi vuole esplorare la campagna astigiana.

Distanza: circa 40 km. Attrazioni: Villanova d’Asti, riserve naturali, chiese storiche. Punti di partenza: Villanova d’Asti

Il Percorso del Castello di Cisterna d’Asti (30 km)

Itinerario che porta al Castello di Cisterna d’Asti, passando attraverso paesaggi collinari e vigneti. Ideale per chi vuole combinare l’attività fisica con la visita a uno dei castelli più affascinanti della regione, che ospita anche il Museo delle Arti e dei Mestieri di un Tempo.

Distanza: circa 30 km. Attrazioni: Castello di Cisterna d’Asti, vigneti, borghi storici. Punti di Partenza: Cisterna d’Asti, San Damiano d’Asti.

Questi itinerari cicloturistici dell’Astigiano offrono una varietà di esperienze per gli amanti della bicicletta, permettendo di esplorare le bellezze naturali e storiche della regione in modo salutare, sostenibile e divertente.

Tour e attrazioni da non perdere nell’Astigiano

Tra colline verdi, vigneti e borghi storici, la provincia di Asti offre una varietà di esperienze che incantano sia i turisti che i residenti. Tra le principali attrazioni della Città di Asti ci sono il Palio e i vini pregiati, oltre ai numerosi e i numerosi eventi culturali che animano il centro storico durante tutto l’anno.

Gli itinerari cicloturistici sono un modo ideale per esplorare l’Astigiano, permettendo di godere appieno del paesaggio, dei monumenti e delle tradizioni locali. Pedalando tra le colline, è possibile visitare antichi castelli, chiese storiche e cantine vinicole, dove degustare i rinomati vini della regione. Ogni percorso offre scorci panoramici mozzafiato e la possibilità di scoprire piccoli borghi ricchi di fascino e storia.

Tra le attrazioni culturali da non perdere, i musei dell’Astigiano offrono un viaggio attraverso le diverse epoche storiche, dall’antichità fino ai giorni nostri. Il Museo Paleontologico di Asti, ad esempio, presenta una vasta collezione di fossili che raccontano la storia geologica del territorio, mentre il Museo del Risorgimento di Asti ospita reperti e documenti che testimoniano l’importante ruolo della città durante l’unificazione italiana.

Gli appassionati di enogastronomia troveranno nell’Astigiano un vero e proprio paradiso. Le enoteche e le cantine della zona offrono degustazioni di vini pregiati e piatti tipici della cucina piemontese, in un ambiente accogliente e suggestivo. La Strada del Vino Astesana è un percorso enoturistico che attraversa le colline dell’Astigiano, offrendo la possibilità di visitare cantine storiche e partecipare a eventi enogastronomici.

Tra gli eventi, il Palio di Asti è uno dei più antichi d’Italia e si tiene ogni anno a Settembre. La città si anima con sfilate in costume, gare di tamburi e sbandieratori, culminando nella controversa corsa dei cavalli. Il Mercato di Asti - uno dei più grandi e antichi della regione - offre una vasta gamma di prodotti locali e artigianali.

I musei dell’Astigiano

Il Museo di Arte e Storia di Casale Monferrato

Il Museo di Arte e Storia di Casale Monferrato offre una ricca collezione di opere d’arte, manufatti storici e reperti archeologici che raccontano la storia della regione. Situato nel Palazzo San Giorgio, il museo espone dipinti, sculture, ceramiche e oggetti di artigianato locale. Tra le opere più significative, spiccano quelle della scuola pittorica piemontese e lombarda. Le mostre temporanee e gli eventi culturali organizzati dal museo arricchiscono ulteriormente l’offerta culturale.

Il Museo Paleontologico di Asti

Il Museo Paleontologico di Asti, situato nel Palazzo del Michelerio, è dedicato alla paleontologia e ospita una vasta collezione di fossili che testimoniano la storia geologica della regione. Il museo offre esposizioni interattive, laboratori educativi e visite guidate, ideali per famiglie e studenti. Tra i reperti esposti, si trovano fossili di vertebrati e invertebrati marini, provenienti dai sedimenti del Pliocene.

Il Museo del Risorgimento di Asti

Il Museo del Risorgimento di Asti, ospitato nel Palazzo Ottolenghi, racconta la storia del Risorgimento italiano attraverso una serie di reperti storici, documenti e cimeli. La collezione include ritratti dei protagonisti del Risorgimento, quadri delle battaglie e vari oggetti d’epoca. Il museo organizza mostre storiche, eventi educativi e visite guidate, offrendo un’approfondita visione del periodo risorgimentale.

Il Museo del Giocattolo di Asti

Il Museo del Giocattolo di Asti espone una vasta collezione di giocattoli storici, offrendo un viaggio nella storia del gioco e dell’infanzia. La collezione include bambole, trenini, giochi di latta e altri oggetti che testimoniano l’evoluzione dei giocattoli nel tempo. Il museo organizza eventi per bambini, mostre temporanee e attività didattiche.

Villa del Foro

Villa del Foro è un antico sito romano situato nei pressi di Asti. Il sito archeologico comprende rovine che testimoniano la presenza di una villa lussuosa e altri edifici di epoca imperiale. Gli scavi hanno portato alla luce mosaici, pavimenti e strutture architettoniche che offrono uno sguardo sulla vita nell’antica Roma.

Enoteche e Cantine Vinicole

Le enoteche locali e le cantine nei dintorni di asti offrono degustazioni e tour guidati, permettendo di scoprire i segreti della vinificazione e di assaporare i vini pregiati della regione. Tra le cantine più rinomate si trovano la Cantina Sociale di Canelli e la Cantina di Nizza Monferrato.

Enoteche e Cantine Vinicole Astigiano
Enoteche e Cantine Vinicole Astigiano

Visitare Asti e l’Astigiano: Un viaggio sostenibile e autentico

Visitare Asti e l’Astigiano è un’esperienza che permette di immergersi nella storia, nella cultura e nelle bellezze naturali di una delle regioni più affascinanti del Piemonte. Questa area offre una vasta gamma di attività e attrazioni per tutti i gusti: dal cicloturismo ai percorsi enogastronomici, dalle passeggiate nei borghi storici alle visite ai musei, Asti e l’Astigiano sono mete ideali per un turismo sostenibile e autentico.

Bicicletta con roulotte

Uno dei modi migliori per esplorare l’Astigiano è in bicicletta, magari con una roulotte al seguito. Questo metodo di viaggio offre numerosi vantaggi:

  • Libertà e flessibilità: è possibile fermarsi dove si vuole, scegliere percorsi alternativi e godere del viaggio a un ritmo rilassato.
  • Sostenibilità: si riduce a zero l’impatto ambientale rispetto ai viaggi in auto o in moto.
  • Salute e benessere: pedalare è un ottimo modo per mantenersi in forma e godere dell’aria aperta.
  • Contatto con il luogo: viaggiare in bicicletta e roulotte permette di essere a stretto contatto con il territorio, fermarsi ovunque e vivere un’esperienza autentica e immersiva. Si possono scoprire angoli nascosti, godere del paesaggio e interagire con le persone del posto, rendendo il viaggio molto più ricco e personale.
  • Economia: si risparmia sui costi del carburante e sulle sistemazioni alberghiere, grazie alla roulotte che funge da casa mobile.

Altri modi per esplorare l’Astigiano

  • Camper o van attrezzato: ideali per chi desidera un viaggio più confortevole senza rinunciare alla flessibilità. Molte aree dell’Astigiano sono attrezzate con campeggi e aree di sosta per camper (anche gratuite), che offrono tutti i servizi necessari.
  • Treno: diverse linee ferroviarie collegano l’Astigiano alle principali città piemontesi come Torino, Milano e Genova. Ad esempio, da Milano Centrale partono treni che in meno di un’ora e mezza arrivano ad Alessandria, permettendo anche il trasporto delle biciclette.

Collegamenti principali

  • Asti: facilmente raggiungibile in auto attraverso l’autostrada A21 e ben collegata con Torino, Milano e Genova. I treni regionali offrono collegamenti frequenti con queste città.
  • Aeroporti: gli aeroporti più vicini sono l’aeroporto internazionale di Milano-Malpensa e l’aeroporto di Torino-Caselle, entrambi a circa un’ora di distanza in auto.
  • Treni: L’Astigiano è servito da una buona rete di trasporti pubblici. Linee ferroviarie regionali e servizi di autobus collegano i principali centri della regione, rendendo facile lo spostamento senza necessità di un’auto.

Aree di Sosta per Camper Gratuite ad Asti e nell’Astigiano

L’Astigiano, con le sue dolci colline e il suo ricco patrimonio culturale, è una meta ideale per i viaggiatori in camper e van che desiderano esplorare il Piemonte. Le aree di sosta gratuite per camper ad Asti e dintorni offrono una soluzione pratica e confortevole per coloro che desiderano godersi le bellezze della regione. Queste aree sono strategicamente situate vicino ai principali punti di interesse turistico, permettendo di visitare facilmente le attrazioni locali.

Queste aree di sosta gratuite per camper nell’Astigiano non solo offrono servizi essenziali gratuiti, ma sono anche ottimi punti di partenza per esplorare le strade del vino, i percorsi cicloturistici e le escursioni a piedi nei dintorni. L’Astigiano, con le sue radici storiche e la sua ospitalità, rende il viaggio in camper un’esperienza piacevole e ricca di scoperte.

Un viaggio da ricordare

Concludere un viaggio attraverso Asti e l’Astigiano è come chiudere un libro ricco di storie affascinanti, paesaggi mozzafiato e sapori indimenticabili. Questa terra, situata nel cuore del Piemonte, offre un’esperienza che va oltre la semplice visita turistica: è un’immersione nella cultura, nella storia e nelle tradizioni di una regione che sa sorprendere ad ogni angolo.

turismo Asti e Astigiano
turismo Asti e Astigiano

Asti, con il suo centro storico ben conservato, è un luogo dove il passato e il presente si incontrano armoniosamente. Passeggiare per le sue strade significa ammirare torri medievali, chiese gotiche e piazze animate. La Cattedrale di Santa Maria Assunta, con la sua architettura gotica, e la Torre Troyana, che offre una vista panoramica sulla città, sono solo due dei tanti luoghi imperdibili.

Fuori dalle mura di Asti, l’Astigiano si svela in tutta la sua bellezza con borghi medievali come Moncalvo, Cocconato e Mombaldone. Ogni borgo ha la sua storia da raccontare, con stradine acciottolate, antichi castelli e chiese secolari che attendono solo di essere scoperti. Le colline del Monferrato, con i loro vigneti che si estendono a perdita d’occhio, offrono scenari da cartolina e sono il luogo ideale per rilassanti passeggiate e degustazioni di vini pregiati come il Barbera e il Moscato d’Asti.

La cucina dell’Astigiano è un vero e proprio viaggio nei sapori autentici del Piemonte. Dalle delizie della bagna cauda agli aromi intensi del tartufo bianco, ogni piatto racconta una storia di tradizione e passione. Le cantine locali, che producono alcuni dei migliori vini d’Italia, offrono degustazioni che permettono di scoprire i segreti della vinificazione e di assaporare vini unici in un’atmosfera accogliente e autentica.

E per gli amanti della natura, l’Astigiano offre numerosi parchi e riserve naturali dove poter passeggiare e rilassarsi. Il Parco Naturale di Rocchetta Tanaro e la Riserva Naturale Speciale della Valle Andona sono solo alcuni dei luoghi dove è possibile immergersi nella tranquillità per godere di panorami spettacolari. I torrenti e i laghetti della regione sono perfetti per rinfrescarsi durante le calde giornate estive e per praticare attività all’aria aperta come la pesca e il birdwatching.

Visitare Asti e l’Astigiano significa portare a casa ricordi indelebili e una profonda connessione con una terra ricca di fascino e autenticità. Che si tratti di una passeggiata tra i vigneti, di una visita a un castello medievale o di una degustazione di vini in una cantina storica, ogni esperienza contribuisce a creare un mosaico di emozioni che rimarrà nel cuore di chiunque abbia la fortuna di scoprire questa meravigliosa regione. Asti e l’Astigiano non sono solo una destinazione, ma un viaggio attraverso la storia, la cultura e i sapori che definiscono l’essenza del Piemonte.

Un ringraziamento al lettore

Siamo giunti al termine di questo meraviglioso viaggio attraverso Asti e l’Astigiano, una terra che incanta con la sua storia, cultura e tradizioni enogastronomiche. Speriamo che questa guida ti abbia offerto spunti preziosi e ispirazione per la tua prossima avventura. La nostra speranza è che tu abbia sentito, attraverso queste parole, il fascino e la magia di un territorio che sa accogliere e sorprendere.

Se hai trovato utili le informazioni condivise, ti invitiamo a diffondere la conoscenza e a condividere questo articolo con altri appassionati di viaggi e cultura. Ogni tua condivisione aiuta a mantenere vivo il patrimonio di questa regione e a far conoscere le sue meraviglie a un pubblico sempre più ampio.

Ogni angolo di Asti e dell’Astigiano racconta una storia, ogni borgo nasconde un segreto, e ogni degustazione di vino è un’esperienza sensoriale che arricchisce l’anima. Se hai scoperto altri luoghi affascinanti, storie intriganti o ricette tradizionali che meritano di essere raccontate, ti invitiamo a condividerle con noi nei commenti. Il tuo contributo è prezioso e ci aiuta a costruire una comunità di esploratori appassionati.

Vorresti unirti a noi per la prossima avventura alla scoperta delle bellezze dell’Astigiano o di altre affascinanti località? Contattaci per riservare il tuo posto e prepararti a vivere un’esperienza indimenticabile. Che sia un tour enogastronomico, una passeggiata tra le colline o una visita ai borghi medievali, noi siamo pronti per questa avventura.

Grazie di cuore per averci accompagnato in questo viaggio. Il tuo entusiasmo e la tua curiosità sono il motore che ci spinge a continuare a esplorare, scoprire e raccontare le bellezze del nostro territorio. Speriamo di rivederti presto per nuove avventure e scoperte. Buon viaggio e alla prossima!

Immagini in licenza Creative Commons, si ringraziano: Maltoni Elio, CC BY-SA 3.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0, via Wikimedia Commons, Incola, CC BY-SA 3.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0, via Wikimedia Commons, Clanc72, CC BY-SA 4.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0, via Wikimedia Commons, Thibault L, CC BY-SA 4.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0, via Wikimedia Commons, Incola, CC BY-SA 3.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0, via Wikimedia Commons, Mongolo1984, CC BY-SA 4.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0, via Wikimedia Commons, Luca Ghio, CC BY-SA 3.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0, via Wikimedia Commons, Simone Cortesi, CC BY-SA 4.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0, via Wikimedia Commons, Capitanomonti, Public domain, via Wikimedia Commons.

Condividi su
Author Alex Avatar
Alessandro

Ti sei mai chiesto cosa significhi vivere una vita all'insegna dell'avventura e dell'autosufficienza, sfidando i confini del possibile? Permettimi di portarti nel mio mondo, dove passione e professione si fondono con la scoperta e l'innovazione.

Sono un esploratore, vanlifer, cicloturista, mountain biker e kayak tourer per vocazione. Come consulente aziendale e fotografo di professione, ho il privilegio di unire il lavoro alla mia innata passione per la scrittura. Dopo anni trascorsi come digital nomad, vagando per il mondo e assaporando ogni sfumatura della libertà, ho scelto di abbracciare uno stile di vita off the grid, dedicato all'autosufficienza.

Amo viaggiare, muovermi e trascorrere le vacanze su mountain bike, kayak e altri mezzi autocostruiti a propulsione umana. La mia dedizione alla creazione, progettazione e produzione di oggetti innovativi è l'essenza del mio essere maker.

Scrivo guide dettagliate e coinvolgenti per coloro che condividono la mia passione, basandomi sui miei studi in ingegneria, meccanica, elettronica, informatica e diritto, nonché sulle mie competenze da viaggiatore e progettista. Il mio intento è di offrire esperienze e conoscenze pratiche a chi desidera avventure autentiche e sostenibili, infondendo in ogni lettore il coraggio di esplorare nuovi orizzonti e vivere la vita nella sua forma più pura e libera.

Ti invito a unirti a me in questo viaggio straordinario, dove ogni pagina è una porta aperta verso mondi inesplorati e ogni parola un invito all'avventura.

Iscriviti alla newsletter

Ricevi le ultime notizie e aggiornamenti direttamente nella tua casella di posta elettronica. Iscriviti ora!